16 March 2016

Bimota al Tokyo Motorcycle Show con la Impeto Supercharged

L’Azienda riminese conferma la propria presenza al Salone giapponese (25-27 marzo) e sulla propria pagina Facebook mostra le foto della Impeto Supecharged pronta a partire. Si tratta della versione più pepata della hyper-naked Bimota (motorizzata col bicilindrico della Ducati Diavel), equipaggiata con compressore volumetrico

IN PARTENZA PER TOKYO

Allo scorso Salone di Milano Bimota ha presentato la Tesi in versione café racer “3D RC”, e la Impeto, una hyper-naked motorizzata col bicilindrico della Ducati Diavel. In quella stessa occasione l’Azienda riminese aveva annunciato che per tutte le proprie moto spinte da motore Ducati con raffreddamento a liquido era disponibile anche il kit “Supercharged”: un compressore volumetrico in grado di incrementare la potenza, e la coppia, del propulsore del 15-20%.
Ed ecco che a pochi giorni dal via del 43° Tokyo Motorcycle Show, 25-27 marzo (salone interamente motociclistico ma meno importante del Tokyo Motorshow biennale che si tiene a ottobre), Bimota conferma la propria partecipazione (come già fatto da Honda) e mostra le prime foto della Impeto Supercharged, ovvero la versione pepata della propria hyper-naked, equipaggiata con il compressore volumetrico.

CAMBIA SOTTO AL VESTITO

Esteticamente la Impeto Supercharged è praticamente identica alla sorella “base”, si nota solamente una piccola differenza nella zona del motore, dove troviamo un nuovo carter in alluminio ricavato dal pieno, che copre gli ingranaggi che collegano la frizione al compressore. Infatti, il compressore volumetrico, che prende il moto tramite una cascata di ingranaggi all'interno del carter frizione, viene montato all’interno della “L” dei cilindri per non influire sulla distribuzione dei pesi. Nel kit è presente anche il sistema di acquisizione dati, per monitorarne il suo corretto funzionamento.
I dati tecnici non sono ancora stati diffusi dalla Casa, ma tenendo conto che il motore della Diavel è in grado di erogare 162 CV e che la Bimota dichiara un incremento del 15-20%, potremmo aspettarci una potenza compresa tra i 190 e i 200 CV; tenuta sotto controllo dall'elettronica (ride by wire, traction control, ABS).

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA