Bilancio Piaggio 2011: utile cresciuto del 9,8% a 47 milioni di euro, cedola aumenta da 0,7 a 0,82 euro

Il Consiglio di amministrazione del Gruppo Piaggio, presieduto da Roberto Colaninno (nella foto) ha approvato il bilancio del 2011, con i ricavi netti consolidati che si attestano a 1.516,5 milioni di euro, in crescita del 2,1% rispetto al dato dell'esercizio 2010, e un utile netto di 47 milioni di euro, cresciuto del 9,8% in confronto all’anno precedente. All’Assemblea degli azionisti sarà proposta una cedola di 0,82 euro, contro gli 0,7 del dividendo 2010

Bilancio piaggio 2011: utile cresciuto del 9,8% a 47 milioni di euro, cedola aumenta da 0,7 a 0,82 euro

Milano – Il Gruppo Piaggio comunica la chiusura del bilancio consolidato del 2011, che evidenzia una crescita del 2,1% in un anno sui ricavi netti, aumentati sino a 1.516,5 milioni di euro, rispetto al dato di 1.485,4 milioni di euro, relativo all’esercizio del 2010. Più nello specifico, il segmento delle due ruote ha inciso sul ricavato per 1.025,3 milioni di euro, mentrei restanti 491,1 milioni sono attribuibili ai veicoli commerciali. Le vendite di moto e scooter sono state di 415.000 unità, mentre quelle di tre e quattro ruote destinati al commercio hanno raggiunto 238.300 pezzi. In totale fanno 653.300 nuovi veicoli prodotti del Marchio italiano immessi in circolazione in tutto il mondo.

In Europa, Piaggio, con il 20,1% del venduto, è risultato il Costruttore con la maggiore quota di mercato fra quelli delle due ruote, ma l’influenza della Casa italiana cresce fino al 27,6% se si considera il solo segmento degli scooter. La crescita delle quote di mercato dell’azienda si inserisce in una generale contrazione delle vendite europee di moto e scooter, che ha colpito anche Piaggio, ma quest’ultima ha subito solo una perdita moderata del 3,5% sui ricavi ottenuti in Europa con le due ruote: nel 2011 sono stati pari 802,5 milioni di euro generati da 300.000 veicoli venduti. Questo dato va confrontato con un mercato di riferimento delle due ruote motorizzate, che, sempre in Europa, è stato soggetto ad un calo medio del 9,5%, generato da un ribasso dell’11% delle vendite di scooter e del 7% di quelle delle moto.

Per quanto riguarda la gestione caratteristica, nel conto economico l’EBITDA ammonta a 200,6 milioni di euro, con un EBIT (risultato operativo o risultato ante oneri finanziari) di 105,5 milioni di euro, che è quindi inferiore ai 111,1 milioni di euro dell’anno precedente. Anche il risultato ante imposte (EBT) del 2011 è stato inferiore a quello del 2010: 79,3 milioni di euro, contro 83,8 milioni di euro. Per contro è cresciuto del 9,8% l’utile netto, che è passato dai 42,8 milioni di euro del 2010 ai 47 milioni di euro del 2011.

Il risultato della gestione finanziaria ha portato ad abbassare gli oneri finanziari netti a 28,7 milioni di euro nel 2011, contro i 32,5 milioni dell’esercizio precedente.

L’anno scorso, il Gruppo Piaggio ha investito un totale di 126,1 milioni di euro, ossia il 31,1% in più rispetto ai 96,2 milioni del 2010. Gli investimenti si sono concentrati soprattutto sul potenziamento delle attività industriali nei Paesi emergenti, mentre la quota dell’ammontare complessivo investito destinata alle attività di ricerca e sviluppo è stata di 38,3 milioni di euro, a fronte di una spesa di 30,2 milioni di euro sostenuta per mantenere l’area dei ricercatori.

Lo stato patrimoniale evidenzia un indebitamento finanziario al 31 dicembre 2011di 335,9 milioni di euro, che evidenzia un miglioramento delle posizione finanziaria netta del Gruppo Piaggio, poiché è inferiore di 14 milioni rispetto all’indebitamento di 349,9 milioni di euro che l’industria italiana faceva registrare al 31 dicembre 2010.

Il patrimonio netto della Piaggio al 31 dicembre 2011 è di 446,2 milioni di euro ed è quindi cresciuto rispetto ai 442,9 milioni di euro del 31 dicembre 2010.

Con la nota integrativa al bilancio, Piaggio ha fatto sapere che il Consiglio di amministrazione proporrà all’assemblea degli azionisti di pagare un dividendo pari a 0,82 euro per azione ordinaria, quindi maggiore rispetto alla cedola di 0,7 euro dell’esercizio 2010. Lo stacco cedole avverrà il prossimo 14 maggio 2012, con il pagamento fissato al 17 maggio.

Conto Economico Consolidato

 

 

 

2011

2010

 

 

Totale

di cui Parti correlate (Capitolo F)

Totale

di cui Parti correlate (Capitolo F)

In migliaia di euro

Note

 

 

 

 

Ricavi Netti

4

1.516.463

1.674

1.485.351

711

 

 

 

 

 

 

Costo per materiali

5

904.060

38.786

881.075

40.584

Costo per servizi e godimento beni di terzi

6

266.484

3.817

258.358

6.057

Costi del personale

7

247.600

 

240.115

 

Ammortamento di immobili, impianti e macchinari

8

35.219

 

35.879

 

Ammortamento delle attività immateriali

8

59.794

 

50.127

 

Altri proventi operativi

9

122.562

502

121.128

3.279

Altri costi operativi

10

20.323

14

29.821

43

Risultato operativo

 

105.545

 

111.104

 

 

 

 

 

 

 

Risultato partecipazioni

11

2.481

 

5.252

 

Proventi finanziari

12

4.087

 

2.891

3

Oneri finanziari

12

31.853

305

33.905

347

Utili/(perdite) nette da differenze cambio

12

(932)

 

(1.518)

 

Risultato prima delle imposte

 

79.328

 

83.824

 

 

 

 

 

 

 

Imposte del periodo

13

32.305

 

40.983

0

 

 

 

 

 

 

Risultato derivante da attività di funzionamento

 

47.023

 

42.841

 

 

 

 

 

 

 

Attività destinate alla dismissione:

 

 

 

 

 

Utile o perdita derivante da attività destinate alla dismissione

14

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Utile (perdita) del periodo

 

47.023

 

42.841

 

 

 

 

 

 

 

Attribuibile a:

 

 

 

 

 

Azionisti della controllante

 

47.053

 

42.811

 

Azionisti di minoranza

 

(30)

 

30

 

 

 

 

 

 

 

Risultato per azione (dati in €) *

15

0,126

 

0,113

 

Risultato diluito per azione (dati in €) *

15

0,126

 

0,112

 

Stato Patrimoniale Consolidato

 

 

 

Al 31 dicembre 2011   

 

Al 31 dicembre 2010   

                               

 

Totale

di cui Parti correlate (Capitolo F)

 

Totale

di cui Parti correlate (Capitolo F)

In migliaia di euro

Note

 

 

 

 

 

ATTIVITA'

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Attività non correnti

 

 

 

 

 

 

Attività Immateriali

16

649.420

 

 

652.622

 

Immobili, impianti e macchinari

17

274.871

 

 

256.759

 

Investimenti immobiliari

18

 

 

 

 

 

Partecipazioni

19

2.482

 

 

194

 

Altre attività finanziarie

20

11.836

 

 

334

 

Crediti verso erario a lungo termine

21

976

 

 

967

 

Attività fiscali differite

22

55.726

 

 

46.294

 

Crediti Commerciali

23

 

 

 

 

 

Altri crediti

24

15.165

405

 

12.655

443

Totale Attività non correnti

 

1.010.476

 

 

969.825

 

 

 

 

 

 

 

 

Attività destinate alla vendita

28

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Attività correnti

 

 

 

 

 

 

Crediti Commerciali

23

65.560

2.453

 

90.421

2.210

Altri crediti

24

28.028

6.456

 

23.300

5.983

Crediti vs erario breve

21

27.245

 

 

44.200

 

Rimanenze

25

236.988

 

 

240.066

 

Altre attività finanziarie

26

0

 

 

23.051

 

Disponibilita' e mezzi equivalenti

27

151.887

 

 

154.859

 

Totale Attività Correnti

 

509.708

 

 

575.897

 

 

 

 

 

 

 

 

TOTALE ATTIVITA'

 

1.520.184

 

 

1.545.722

 

 

 

 

Al 31 dicembre 2011   

 

Al 31 dicembre 2010    

 

 

Totale

di cui Parti correlate (Capitolo F)

 

Totale

di cui Parti correlate (Capitolo F)

In migliaia di euro

Note

 

 

 

 

 

PATRIMONIO NETTO E PASSIVITA'

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Patrimonio netto

 

 

 

 

 

 

Capitale e riserve attibuibili agli azionisti della Controllante

31

445.036

 

 

441.277

 

Capitale e riserve attribuibili agli azionisti di minoranza

31

1.182

 

 

1.613

 

Totale patrimonio netto

 

446.218

 

 

442.890

 

 

 

 

 

 

 

 

Passività non correnti

 

 

 

 

 

 

Passività finanziarie scadenti oltre un anno

32

329.200

2.900

 

371.048

2.900

Debiti Commerciali

33

235

 

 

88

 

Altri fondi a lungo termine

34

12.429

 

 

16.993

 

Passività fiscali differite

35

32.735

 

 

32.338

 

Fondi pensione e benefici a dipendenti

36

46.603

 

 

58.636

 

Debiti tributari

37

2.539

 

 

3.361

 

Altri debiti a lungo termine

38

5.948

 

 

4.202

 

Totale Passività non correnti

 

429.689

 

 

486.666

 

 

 

 

 

 

 

 

Passività correnti

 

 

 

 

 

 

Passività finanziarie scadenti entro un anno

32

170.261

 

 

156.800

 

Debiti Commerciali

33

375.263

18.903

 

352.627

12.857

Debiti tributari

37

20.920

 

 

19.290

 

Altri debiti a breve termine

38

64.718

75

 

69.503

342

Quota corrente altri fondi a lungo termine

34

13.115

 

 

17.946

 

Totale passività correnti

 

644.277

 

 

616.166

 

 

 

 

 

 

 

 

TOTALE PATRIMONIO NETTO E PASSIVITA'

 

1.520.184

 

 

1.545.722

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA