QJ Motor SRB 750, nuova TRK 800 in arrivo in casa Benelli?

Sfrutta il bicilindrico in linea della 752S ma è caratterizzata da un’indole adventure, con sospensioni rialzate, cerchi a raggi e barre paramotore. Tecnologica la dotazione di serie. È la nuova QJ Motor SRB 750, avrà a che fare con la nuova Benelli TRK 800?

1/14

QJ Motor SRB 750 

1 di 2

In occasione del nostro test in anteprima mondiale della Benelli 752 S, avevamo intervistato Gianni Monini, Italian Sales Manager della Casa pesarese, che ci aveva confessato che l’Azienda stava lavorando ad una sorella maggiore della TRK 502 spinta dal motore della 752 S. Successivamente, in una conferenza stampa tenutasi in Cina Benelli aveva rivelato le nuove moto che arriveranno nel corso del 2020. Tra di queste la sportiva a quattro cilindri 600RR, la naked SRK600, la TRK 502 X aggiornata, la Leoncino 800 e… la TRK 800. Mentre delle prime vi abbiamo già mostrato le foto spia, o sono già state presentate ufficialmente, intorno alla TRK 800 c’è ancora un gran mistero.

Nel frattempo in Cina è stata presentata la QJ Motor SRB 750. Perchè ve ne parliamo? Perchè QJ è il marchio con cui Benelli commercializza le proprie moto sul mercato cinese. Da questa moto nascerà la nuova TRK 800?

1/14

QJ Motor SRB 750

Sotto alle carene della SRB 750 si nasconde il bicilindrico in linea quattro tempi raffreddato a liquido da 754 cc della 752S. Questo propulsore ha la distribuzione è a doppio albero a camme in testa, 4 valvole per cilindro e alimentazione a iniezione elettronica con doppio corpo farfallato. Sulla naked i valori di potenza e coppia massima sono di 77 CV a 8.500 giri/min e 67 Nm a 6.500 giri/min., ma dalle prime indiscrezioni che arrivano dalla Cina la SRB 750 dovrebbe avere una potenza di 81,6 CV.

Troviamo poi sospensioni a lunga escursione, cerchi a raggi da 19”e 17” con pneumatici semitassellati e barre paramotore. L’impianto frenante si avvale di un doppio disco anteriore. Tra la dotazione di serie fari a LED e strumentazione TFT.

Il look è quello classico delle enduro stradali, con un piccolo becco frontale e il grande serbatoio tra le gambe. Le frecce anteriori sono annegate all’interno della carenatura. La sella è su due livelli e il codino include il portapacchi.

Da Benelli ci hanno confermato che la nuova TRK 800 è in cantiere, ma nulla avrà a che fare con questa moto, che rimarrà un modello riservato al mercato cinese. Ecco la precisazione in merito da parte della Casa: "Come già anticipato in diverse occasioni, Benelli sta lavorando sul progetto di una nuova TRK sulla base del motore 750 cc. Si tratta di un progetto importante, che Benelli sta sviluppando interamente in Italia, ma che non ha a che fare con la nuova SRB 750 cc appena presentata dalla QJ Motor per i mercati non europei. Inoltre al momento in Europa non vi è alcuna previsione sulla commercializzazione o meno dei nuovi veicoli QJ Motor 600 cc".

Non ci resta che pazientare ancora un po' per saperne di più sulla nuova adventure di casa Benelli e per scoprire se la sportiva a quattro cilindri 600RR e la naked SRK600 arriveranno anche da noi.

1/13 Benelli 752 S 2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Ultimi articoli