Badovini sorride: da Aragon con BMW in SBK al posto di Barrier

Il biellese vede finalmente la luce nel Mondiale SBK 2015. Dopo le traversie del team JR Racing, che gli hanno impedito di prendere il via nelle prime due gare, Ayrton sostituirà il francese sulla S1000RR del team BMW Motorrad Italia

Badovini sorride: da aragon con bmw in sbk al posto di barrier

Ayrton Badovini è uno dei piloti italiani più veloci del circus SBK. In particolare, il biellese si segnala come mattatore della Coppa FIM STK 1000, classe in cui vince a mani basse il titolo nel 2010 (9 corse vinte su 10!). Meno fortunata l’esperienza nella massima serie, dove Badovini corre inizialmente con Kawasaki (2008 e 2009) per poi essere chiamato nel nuovo team BMW Motorrad Italia nel 2011 e 2012 e in Ducati - pilota ufficiale al fianco di Checa nel team Alstare- nel 2013. Queste ultime tre stagioni vivono tra piazzamenti di alta classifica, pole position e podi alternati a ritiri, incidenti e infortuni. Il 2014 è stato un anno strano: Badovini resta con Francesco Batta, a cui Bimota affida le BB3 ufficiali, ma salta la tappa iniziale a Phillip Island. Nelle successive 16 gare, si mette però in mostra come uno dei più brillanti piloti della Evo, portando a casa anche delle vittorie di classe in sella alla riminese motorizzata BMW del team Alstare. Solo che la Bimota corre fuori classifica, in attesa di omologazione, il pilota non prende punti e non resta traccia dei risultati. Dalla gara di Jerez in poi, oltretutto, la Bimota viene estromessa dal campionato per non aver raggiunto i promessi numeri di omologazione, quindi Ayrton è a piedi (come il compagno di squadra, Iddon)!

 

Badovini e il team jr: sedotto e abbandonato

E siamo al 2015, anno in cui per Badovini si prospetta un ritorno in grande, con la BMW S 1000 RR del team JR Racing, promettente (sulla carta) struttura dominicana che iscrive al Mondiale il biellese e Toni Elias, gestiti in pista nientemeno che da Troy Corser. La Casa di Monaco supporta l’iniziativa, ci sono le moto, il team (Alpha Technik)… Solo che non ci sono i soldi. La squadra salta i test pre campionato e le prime due gare (Australia e Thailandia), ma la situazione è talmente ingarbugliata (leggete qui) che non si vede una via d’uscita, se non svincolarsi dal team e cercare una sella altrove.

 

Bentornato, ayrton

Ayrton non fa mistero di essere in contatto con BMW ed ecco la soluzione: Badovini diventa pilota del team BMW Motorrad Italia al posto di Barrier a partire dalla prima tappa europea del Mondiale, quella di Aragon. Ecco il comunicato del team italo/tedesco.

 

Il BMW Motorrad Italia SBK Team comunica che a partire dal prossimo appuntamento del Campionato Mondiale Eni FIM Superbike, che si disputerà dal 10 al 12 Aprile al Motorland Aragon in Spagna, sarà Ayrton Badovini a portare in pista la BMW S 1000 RR della squadra italiana

Il Team ringrazia Sylvain Barrier per l’impegno profuso in questi anni, per i due Titoli nella Coppa FIM Superstock 1000 e gli augura le migliori fortune per il prosieguo della sua carriera.

Quello di Badovini è da considerarsi un gradito ritorno, in quanto il pilota nato a Biella il 31 Maggio 1986, ha già fatto parte del BMW Motorrad Italia SSTK Team nel 2010, quando dominò la Superstock 1000 FIM Cup e si aggiudicò il titolo vincendo 9 delle 10 gare in calendario, regalando così alla BMW S 1000 RR il primo titolo in assoluto nelle competizioni, e nei due anni successivi, quando venne confermato nel team italiano e promosso nel mondiale Superbike.

 

FATE IL VOSTRO GIOCO!

Insomma, finalmente Ayrton non è più solo formalmente iscritto al WSBK 2015, ma scende davvero in pista. Tenetene conto, se giocate a FantaMOTOCICLISMO. Fate il vostro pronostico sulle prime cinque posizioni delle gare di Aragon e, a fine stagione, chi di voi avrà totalizzato più punti potrà diventare tester di Motociclismo per un giorno. Per partecipare cliccate sul pulsante arancione qui sotto:

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA