17 February 2014

Autodromo del Mugello, modifiche al Correntaio

Il circuito toscano si rifà il trucco e si prepara per la stagione che sta per iniziare. Cambia solo la via di fuga, però, il tracciato rimane infatti invariato nella sua affascinante configurazione originaria

Autodromo del mugello, modifiche al correntaio

Continua l'evoluzione della sicurezza sulle piste e il Mugello si fa trovare in prima fila. Nonostante l'autodromo situato vicino Firenze sia uno dei più sicuri e ben strutturati (oltre ad essere un bel businness), sono iniziati i lavori per venire incontro alle sempre più ampie esigenze di sicurezza dei piloti. Non bisogna mai adagiarsi sugli allori, perchè con l'aumentare delle velocità aumentano i rischi, e sul circuito toscano le MotoGP sono in grado di superare abbondantemente i 330 km/h: Marc Marquez sa bene cosa significhi cadere a quella velocità prima della S. Donato... Proprio per questo al momento la sezione del Correntaio è in corso di modifica, con lo scopo di aumentare le vie di fuga in caso di incidente senza cambiare la forma del tracciato, che rimane lo stesso del 1974, anno dell'innaugurazione della pista. Questi lavori dimostrano che la dirigenza del circuito pone estrema attenzione alla sicurezza sia attiva sia passiva, senza però dimenticare iniziative come la decisione di dedicare la tribuna dell'Arrabbiata a Simoncelli, oltre agli sconti per i biglietti del Motomondiale 2014. Che dire, al Mugello coccolano sia i piloti che gli spettatori!

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA