di Nicolas Patrini - 13 novembre 2019

Honda Racing Thanks Day: la festa per celebrare sessant’anni di vittorie

Sessant'anni dopo la prima partecipazione di Honda a un Campionato del Mondo, la Casa Giapponese ha festeggiato, insieme a oltre 17.000 fan, il proprio decimo Honda Racing Thanks Day al Twin Ring di Motegi. Foto e video highlights

1/6

Il Thanks Day è un evento gratuito che permette a Honda di ringraziare gli appassionati di corse per il loro immancabile supporto. Il raduno ha visto i fan affollare l'area del paddock del Twin Ring di Motegi e avvicinarsi ai bolidi del presente che del passato. Si tratta di un evento unico, dal momento che nessun altro costruttore partecipa a così tanti campionati motoristici come Honda: dalla Formula 1 alla MotoGP, dall'IndyCar al World Touring Car Championship, dal Mondiale Superbike al Campionato del Mondo Endurance, dal Mondiale MXGP al Trial, dal Campionato Super GT alla Japanese Super Formula.

1/10

All'evento hanno partecipato decine di piloti Honda, tra cui il pilota della Red Bull Toro Rosso Honda F1 Daniil Kyvat, il vincitore della 500 Miglia Takuma Sato, i piloti della MotoGP Cal Crutchlow e Takaaki Nakagami, l'ex campione del mondo di F1 e campione giapponese GT500 Jenson Button, il leader del WTCR Esteban Guerrieri e tanti altri. La giornata è stata ricca di gare e uno dei momenti clou è stato quello della gara di kart, con team formati da piloti che si davano il cambio durante i pit stop. La gara è stata vinta da Cal Crutchlow, in collaborazione con il pilota Super GT Hideki Mutoh.

I piloti non hanno gareggiato solo sulle quattro ruote, poiché a intrattenere il pubblico è stata anche la gara sulle MSX 125 Grom, vinta dal pilota del Team Honda Asia Moto3 Ai Ogura. Il successo nel Gran Premio Super GT di Honda è andato invece al Team Kunimitsu, formato dai piloti Naoki Yamamoto e Jenson Button.

1/6

Takuma Sato ha esaltato i fan con una prova alla guida della leggendaria McLaren Honda MP4/4, che l’indimenticabile Ayrton Senna ha portato al titolo mondiale di F1 nel 1988. Anche il britannico Cal Crutchlow - dell’Honda LCR Castrol - ha emozionato il pubblico con un giro sulla Honda NSR500 che Eddie Lawson ha portato alla vittoria nel Campionato del Mondo 500 cc del 1989.

“È stato incredibile e un vero privilegio guidare una NSR - ha affermato sorridendo il 34enne britannico, vincitore di tre gare in MotoGP con la Honda RC213V - Sono cresciuto guardando i miei idoli gareggiare con queste 500. Prima di salire in sella pensavo fosse spettacolare ma ora, dopo averla provata, lo posso affermare con certezza! La moto era fantastica e mai mi sarei sognato di correre su una 500 del 1989".

Anche il presidente di Honda Motor Takahiro Hachigo ha voluto porgere i propri ringraziamenti: "La Honda ha iniziato il Campionato del Mondo nel 1959, l'anno in cui sono nato" - ha dichiarato. "Honda corre da così tanto tempo! Voglio ringraziare tutti gli appassionati per averci sostenuto in questi anni, sia nel motociclismo che nel motorsport automobilistico".

1/6

Video Highlights dell'evento

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli