Assemblea Ancma 2015: il rilancio attraverso cultura, sicurezza, RCA, giovani

L’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo e Accessori si è riunita a Milano e, oltre ad assolvere gli adempimenti statutari quali la chiusura del bilancio, ha fatto il punto sulle proprie attivita?, discutendo di assicurazioni, cultura motociclistica, mercato, EICMA e guida sicura. Info e approfondimenti

Assemblea ancma 2015: il rilancio attraverso cultura, sicurezza, rca, giovani

L’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo e Accessori si è riunita per l'assemblea generale 2015 presso l'Hotel Gallia di Milano, per la chiusura del bilancio e discutere a proposito di mercato, assicurazioni, EICMA, guida sicura, cultura motociclistica, sport e rapporti con le istituzioni.

 

Capelli: "vogliamo rilanciare il mercato"

L'ANCMA si occupa da sempre di attivita? di tutela e di promozione delle due ruote a pedale e a motore con l'obbiettivo di rilanciare il mercato collaborando con tutti i livelli istituzionali.

Questa è l'opinione di Corrado Capelli, Presidente di Confindustria ANCMA: "Rivolgiamo tutti i nostri sforzi a rendere protagoniste le aziende, sia del mondo bici sia del mondo moto, perche? e? proprio grazie al loro impegno che l’Italia vanta l’evento dedicato alle due ruote piu? importante e longevo del mondo. Sara? la leva culturale, accanto al costante dialogo con le Istituzioni, che potra? offrire al mercato l’opportunita? di rilanciarsi. Stiamo collaborando con tutti i livelli istituzionali per affrontare il caro assicurazioni. Siamo inoltre piu? attivi che mai sul tema della sicurezza stradale".

Le statistiche sul mercato di giugno evidenziano, tuttavia, un trend più che positivo con un +17% sulle moto e un + 7,4% sugli scooter, dati che sottolineano una crescita complessiva del +2,3% rispetto al 2014. Insomma, fortunatamente qualcosa sembra migliorare, anche se molto lentamente. Punte di diamante restano la Yamaha MT-09 Tracer e la Scrambler Ducati (qui la gallery dedicata). Il mercato dell’usato nel 2014 valeva 524.853 pezzi con un rapporto pari a 3,4 sul mercato del nuovo. Oggi confrontando il primo semestre dell’anno tale rapporto scende a 2,9 con 290.797 passaggi di proprietà. In sintesi, ogni 100 veicoli nuovi venduti, si effettuano 290 passaggi di proprietà.

 

Azioni mirate a combattere il caro delle assicurazioni

Numerose sono, inoltre, le attività volte a combattere i prezzi spesso altissimi delle assicurazioni. In Italia assicurare un motociclo costa quasi il 90% in piu? rispetto alla media degli altri paesi europei. Nell’ultimo biennio i costi di assicurazione dei veicoli a motore hanno subito una leggera flessione, in larga misura imputabile agli effetti della crisi economica, che ha determinato una contrazione della circolazione stradale e, conseguentemente, dei sinistri. In questo panorama fanno eccezione i mezzi a due ruote, ancora colpiti dai prezzi delle RCA in aumento. Secondo uno studio commissionato all’Universita? LUISS di Roma, il problema dei costi assicurativi molto alti starebbe nel risarcimento diretto: eliminando i rimborsi a forfait tra le imprese assicurative il problema potrebbe essere, in gran parte arginato. Dal meeting è sorta una domanda ancora senza risposta: se negli ultimi anni compresi tra il 2007 e il 2012 i costi a carico delle compagnie assicuratrici sono diminuiti del 73%, come si spiega che questo risparmio non abbia avuto effetti altrettanto positivi sul prezzo delle polizze? I misteri della burocrazia italiana...

 

Guida sicura: un aspetto da non sottovalutare

Le polizze assicurative aumentano, chiaramente, con l'incremento del numero di incidenti annui. Per cercare di consapevolizzare maggiormente i guidatori di oggi e di domani è stato lanciato un Progetto Nazionale di Formazione alla Guida Sicura Refresh per utenti di 2 ruote a motore in collaborazione con FMI, mirato proprio a ridurre il tasso di incidentalità.

In fase progettuale la creazione di un mini sito dedicato al logo “Occhio alle 2 Ruote”, che godra? di grande visibilità grazie al progetto realizzato con il patrocinio del Comune di Milano a partire dal mese di settembre. La campagna proseguirà con la creazione di video da veicolare su social network, web e TV.

 

Eicma: giá tutto esaurito per l'edizione 2015

L’Esposizione Mondiale del Motociclismo, quest'anno giunta alla 73esima edizione e in programma in Fiera Milano – Rho dal 19 al 22 novembre, è già un grande successo. A quattro mesi dall'evento gli stand espositori sono quasi tutti esauriti. Confermate le aree EICMA Custom, MotoLive e l'Area Sicurezza. Lo sapete che Eicma ha oltre 100 anni? Ripassate qui la storia del Salone e guardate le foto dell'evento celebrativo in fiera durante l'edizione del centenario (nonché le immagini di tutte le locandine).

 

L'intervento del presidente

Buongiorno a tutti,

L’assemblea annuale dei Soci ci offre la possibilità, oltre che di assolvere gli adempimenti statutari, quali l’approvazione del bilancio, di fare il punto sull’attività svolta dalla nostra Associazione.

Non sono stati anni facili per il nostro settore, schiacciato tra la crisi economica e le trasformazioni del mercato, che vedono le due ruote a motore sempre più intese come mezzo di trasporto fondamentale. Questo cambiamento di prospettiva ha imposto a tutti noi un grande sforzo di ripensamento del ruolo dell’industria delle due ruote italiana, sia rispetto al mercato interno, sia rispetto a quello estero.

Nonostante il contesto non particolarmente favorevole, la nostra Associazione, fedele ai propri obiettivi di tutela e promozione del settore, ha continuato a porsi come interlocutore credibile a tutti i livelli istituzionali, portando avanti con tenacia la propria attività a favore di utenti e aziende.

Sul fronte delle assicurazioni, per esempio, il cui costo come sappiamo rappresenta uno dei principali disincentivi all’acquisto di cicli e motocicli, Confindustria Ancma ha proposto una modifica del Codice delle Assicurazioni, al fine di contrastare il caro delle polizze.

Ancma è inoltre costantemente impegnata sul fronte della sicurezza stradale sia in contesti urbani sia extraurbani, raccogliendo sotto il cappello della campagna di comunicazione “Occhio alla due ruote” una serie di iniziative specificatamente rivolte agli utilizzatori di moto e bici, utenti deboli della strada.

Abbiamo, per esempio, consolidato una collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per introdurre misure che rendano le infrastrutture adeguate alle esigenze degli utenti delle due ruote, come per esempio l’obbligo di adeguare i guardrail delle nostre strade ai più recenti standard di sicurezza.

Abbiamo da poco avviato una collaborazione con il Comune di Milano per un progetto pilota, che verrà successivamente esteso ad altre città italiane, che ha lo scopo di sensibilizzare tutti gli utenti della strada sulla presenza di bici e moto in città.

In adesione a un più ampio progetto europeo, abbiamo attivato una partnership con la Federazione Motociclistica Italiana per realizzare un calendario di corsi di guida sicura rivolti a motociclisti per sensibilizzare su un uso responsabile del mezzo.

Abbiamo, infine, dato seguito a quanto annunciato lo scorso anno e proprio in questi giorni la “Fondazione italiana per le 2 ruote” sta avviando la propria attività, caratterizzandosi come espressione di responsabilità sociale di Ancma ed Eicma. Un ulteriore passo avanti che pone la nostra realtà tra le più avanzate del Paese e la rende sempre più moderna e allineata ai migliori standard europei.

Le sfide da affrontare sono certamente ancora molte e imponenti, ma la nostra Associazione, grazie alle aziende che la compongono, ha in se l’esperienza e la capacità per farlo.

Grazie a tutti

Corrado Capelli Presidente

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA