Bayliss: "Sono pronto a correre nonostante la frattura all'anca"

Tre settimane fa, durante un allenamento in sella alla 1299 Panigale R Final Edition numero 21, il campione australiano era incappato in una brutta caduta che gli è costata una frattura all'anca. Le parole di Troy al riguardo
1/29 ASBK 2018: Troy Bayliss in sella alla Ducati 1299 Panigale R Final Edition
Il ritorno in gara di Troy Bayliss ha catalizzato l’attenzione sul Campionato Australiano Superbike 2018. Il Campione australiano ha già iniziato a preparare la stagione, affinando la sua Ducati 1299 Panigale R Final Edition (cliccate qui per vedere la “numero 21”). Purtroppo, però, il cammino di Troy verso la prima gara stagionale non è risultato privo di intoppi: tre settimane fa, durante un allenamento sul circuito di Wakefield Park, il pilota era caduto, procurandosi una piccola frattura all’anca. Fortunatamente, le condizioni di Troy sono apparse buone fin da subito, tanto da permettergli di affrontare la sessione di test a Phillip Island.

Stando a quanto dichiarato dal pilota in merito all'accaduto, l'incidente sarebbe avvenuto a causa delle pessime condizioni dell’asfalto. La pista di Wakefield era bagnata e Bayliss aveva solo 30 minuti a disposizione per provare alcune modifiche fatte sulla Panigale numero 21. Queste le parole di Bayliss ai microfoni di Mcnews.com.au:

“La brutta caduta ha causato una frattura all’articolazione dell’anca e dovrò stare attento a non cadere ancora nelle prossime cinque settimane per non compromettere il Campionato. Vorrei fare bene. La cosa più importante è poter essere competitivi e stare davanti. Se andasse così sarei dannatamente felice. È bello lottare per le prime posizioni, questa per me è la cosa principale”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA