- 28 October 2015

Yamaha XSR700 special Yard Built: “Super 7” by JvB-moto

I customizzatori tedeschi di JvB-moto rinnovano la propria collaborazione con la Casa di Iwata e danno alla luce “Super 7”: una special Yard Built dalle linee semplici e retrò realizzata su base XSR700. La moto di partenza non è stata stravolta, ma cambiando alcuni componenti le è stato donato un look più vintage. Info, foto e video 

LARGO SPAZIO ALLA CUSTOMIZZAZIONE

Negli ultimi anni il programma Yard Built di Yamaha ha contribuito a far conoscere ai numerosi appassionati delle due ruote il mondo della customizzazione; attraverso questa iniziativa infatti la Casa dei Tre Diapason chiede a preparatori di tutto il Mondo di realizzare delle special che poi possano essere replicate dai clienti. Tra le ultime nate di questa famiglia troviamo la XJR1300 Big Bad Wolf, la XV950 'D-Side' by Deus Ex Machinala XJR1300 'CS-06 Dissident' by it roCkS!bikes, la XV950 'Pure Sports' by Low Ride e la XV950 'Playa del Rey' by Matt Black Custom Designs… (cliccate qui per le altre special Yard Built). Qualche tempo fa la Casa di Iwata lanciò inoltre l’iniziativa “Faster Sons”, con la quale Yamaha intende rendere omaggio ai modelli del passato, rispettando stile e design dell’epoca, ma rivitalizzando le moto con il meglio della tecnologia moderna. Primo frutto di questo progetto fu una Special café racer firmata Shinya Kimura che diede poi vita alla nuova Yamaha XSR700: una bicilindrica dello stile minimalista nata sulla base tecnica della MT-07. Ora, dopo la VMAX Infrared, i customizzatori tedeschi di JvB-moto tornano a collaborare con Yamaha e, mettendo mano proprio alla XSR700, creano la “Super 7”: una special Yard Built dalle linee semplici e retrò. Gustatevi le immagini nella gallery e il filmato che ci mostra la nascita e i primi metri su strada della Super 7, poi scendiamo nei dettagli delle modifiche. 

DALLA GERMANIA ARRIVA LA SUPER 7

Rispettando le linee guida del progetto Yard Built i ragazzi di JvB-moto hanno messo mano alla XSR700 senza operare alcun taglio o saldatura. La bicilindrica dei Tre Diapason è stata letteralmente “spogliata” per essere portata alla sua essenza originale. Molte le parti create artigianalmente presenti sulla Super 7, tra di queste troviamo protezioni laterali, sella, supporto per il nuovo scarico (Arrow), parafanghi e portatarga. Rispetto alla bicilindrica di serie, questa special si arricchisce con un nuovo faro anteriore (più corto e incastonato tra gli steli della forcella), indicatori a Led e nuovo tachimetro Daytona. La forcella è stata modificata e al posteriore arriva un ammortizzatore Öhlins. I nuovi riser posizionano più in alto il manubrio rispetto al modello originale. Completano questa special il serbatoio del freno posteriore lucidato e personalizzato. Per dare alla Super 7 un tocco retrò la moto è stata equipaggiata con una nuova coda più corta, soffietti in gomma sulla forcella e le protezioni del motore, e altri piccoli componenti, hanno ricevuto un processo di sabbiatura; il radiatore invece è stato verniciato di nero. A differenza della XSR700 di serie, che monta pneumatici Pirelli Phantom Sportscomp, sulla Super 7 troviamo dei più sportivi Pirelli Dragon Supercorsa, per offrire una maggiore tenuta di strada. Tutte le parti progettate e costruite da JvB-moto saranno a breve disponibili come accessori per Yamaha XSR700, in modo che tutti gli appassionati potranno replicare la Super 7 direttamente nel proprio garage. Per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito internet di JvB-moto.  
1/25 Yamaha Yard Built 'Super 7' by JvB-moto, special su base XSR700

COLTIVIAMO LA FILOSOFIA FASTER SONS

Jens von Brauck di JvB-Moto si è così espresso in merito alla Super 7: “Il nostro primo progetto VMAX Infrared è stato un enorme successo, superando tutte le aspettative. Questa special è ovviamente molto diversa: ho riportato il modello alla sua originale essenza e ne ho mostrato l'anima, ossia il suo straordinario telaio. Ho quindi voluto trasformarne l'aspetto in modo da far vedere quanto fosse agile, leggera e potente. Una delle cose che mi piace di questa moto è la possibilità di rimuoverne la culla posteriore in modo da avere una coda più corta e darle un aspetto diverso; bastano infatti solo un paio di viti per modificare la sella. A breve fabbricheremo tutte le parti in modo che chiunque possa personalizzare la propria XSR700 in una Super 7".
Shun Miyazawa, Product Manager di Yamaha Motor Europe, ha aggiunto: “Non vediamo l'ora di scoprire come la nuova XSR700 entrerà nel mondo delle due ruote. Sei anni di collaborazioni con i migliori customizzatori ci hanno permesso di arrivare dove siamo oggi. Un aspetto di fondamentale importanza nel processo di progettazione della XSR700 è stato quello di creare un mezzo che non appartenesse ad un singolo stile, come scrambler, Flat Tracker o Café Racer, ma che fosse aperto a diverse ed inedite possibilità di personalizzazione. Abbiamo coltivato la nostra filosofia costruttiva per i modelli che chiamiamo "Faster Sons", riferendoci all'idea che le prestazioni di guida del passato possono essere arricchite da quelle contemporanee. Jens di JvB-moto è stato uno dei maggiori sostenitori di questa nuova idea e per noi è stato naturale offrirgli l'opportunità di presentare una nuova collaborazione”
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli