A Yamaha il Mondiale Costruttori 2015 MotoGP: e fanno 37!

Grazie alla seconda posizione di Jorge Lorenzo a Phillip Island, la Casa di Iwata conquista il Titolo Costruttori nella categoria MotoGP. Obbiettivo raggiunto anche grazie ai successi di Valentino Rossi e al secondo posto di Bradley Smith a Misano. Il palmares di Yamaha
 

IL TITOLO COSTRUTTORI A YAMAHA

Grazie al secondo posto di Lorenzo a Phillip Island Yamaha si è aggiudicata il Titolo costruttori 2015; nella gallery trovate le immagini di alcuni momenti salienti della stagione MotoGP del Team Yamaha Movistar. 

UNA STAGIONE DI GRANDI SUCCESSI

Il secondo posto di Lorenzo a Phillip Island porta a 362 i punti totali del Team Movistar Yamaha nel corso della stagione 2015; ciò basta alla Casa di Iwata per aggiudicarsi, con due gare di anticipo, il Titolo costruttori. Vi ricordiamo che per la classifica Costruttori viene considerata solo la moto meglio posizionata in ogni gara, i piazzamenti successivi non vengono conteggiati. Per raggiungere questo traguardo Yamaha ha collezionato nel corso del 2015 sei vittorie (Jerez, Le Mans, Mugello, Catalunya, Brno e Aragon) e due secondi posti (Indianapolis e Phillip Island) con Jorge Lorenzo; quattro vittorie (Qatar, Argentina, Olanda e Inghilterra), un secondo (Giappone) e un terzo posto (America) con Valentino Rossi e un secondo posto (Misano) con Bradley Smith, pilota del Team Monster Yamaha Tech3. Questo importante risultato arriva proprio nell’anno del 60esimo anniversario di Yamaha Motor (celebrato anche con una livrea dedicata per la R1) e va ad aggiungersi alla lunga lista di trofei della Casa di Iwata.
1/35 Jorge Lorenzo

AL TOP FIN DAL 1949

Yamaha è presente sulle piste di tutto il Mondo fin dal 1949 e, solo 15 anni dopo, conquista il suo primo Titolo costruttori, nella classe 250 cc. In totale la Casa di Iwata nel corso della sua storia ha conquistato ben 37 titoli costruttori (5 in MotoGP, 9 nella classe 500 cc, 14 nella 250 cc,  4 nella 125 cc e 5 nella 350 cc). Il successo di quest’anno porta la Casa di Iwata a pari merito con MV Agusta come Casa costruttrice con il maggior numero di titoli conquistati; le due Case di trovano ora in seconda posizione dietro ad Honda. Inoltre nel 2015, con l’ottavo doppio podio stagionale (Aragon), Yamaha si è già aggiudicata anche il titolo riservato ai Team, successo che mancava alla Casa di Iwata fin dal 2010. Nel 2015 Yamaha farà l’en plein, visto che il Titolo piloti andrà sicuramente nelle mani di uno dei due alfieri del Team Movistar. L’ultimo titolo piloti in MotoGP di Yamaha risale al 2012, con Jorge Lorenzo. In totale la Casa di Iwata ha vinto ben 16 titoli piloti nella massima categoria del Motomondiale: quattro con Valentino Rossi (2004, 2005, 2008 e 2009), tre con Wayne Rainey (1990, 1991, 1992), tre con Eddie Lawson (1984, 1986, 1988), tre con Kenny Roberts (1978, 1979, 1980), due con Jorge Lorenzo (2010 e 2012) e uno con Giacomo Agostini (1975).

GRAZIE A TUTTI I TIFOSI E ALLO STAFF

Queste le parole di Kouichi Tsuji, General Manager della divisione motorsport e capo della divisione MotoGP di Yamaha. "Siamo lieti che Yamaha possa festeggiare qui il suo 37esimo Titolo costruttori; voglio ringraziare tutti gli sponsor, che hanno reso possibile questo trionfo. Fin dalla sua nascita Yamaha ha sempre lavorato per trasmettere ai propri piloti la filosofia “Kando”, una parola giapponese che unisce emozione e soddisfazione. Quest’anno abbiamo lavorato un po’ più del solito, in quanto ci tenevamo particolarmente a vincere il Titolo costruttori nell’anno del 60esimo anniversario di Yamaha, siamo fieri di aver centrato l’obbiettivo! Non solo, abbiamo conquistato il titolo team e conquisteremo quello piloti, successi che vanno ad aggiungersi al palmares della Casa. Siamo fieri ed orgogliosi di aver condiviso questi successi con tutti i nostri tifosi in giro per il Mondo; la loro passione per le due ruote ci guida e ci ha dato la forza di raggiungere questi obbiettivi”.
Queste invece le dichiarazioni di Lin Jarvis, Direttore generale Yamaha Motor Racing: “Naturalmente sono molto felice di aver conquistato il secondo titolo della stagione 2015. Questo Titolo costruttori è speciale per noi  perché è il frutto di un duro lavoro di entrambi i team Yamaha in MotoGP. Voglio ringraziare i piloti e tutto lo staff del Team Yamaha Movistar e del Team Yamaha Tech3. Voglio anche congratularmi con tutti gli ingegneri della Casa, sia quelli in Giappone che quelli in Europa, e tutto lo staff tecnico. Il grande punto di domanda ora riguarda quale pilota vincerà il Titolo iridato. Con sole due gare al termine della stagione, e solo 11 punti che separano Valentino Rossi da Jorge Lorenzo, si prevede un finale di fuoco, proprio nell’anno del 60esimo anniversario di Yamaha”.

Riassunto di una domenica memorabile (e sondaggio)

Quello appena trascorso è stato un ricco week end di gare emozionanti: le Aprilia hanno conquistato le ultime gare del Campionato del Mondo Superbike sul circuito di Losail (gara1 e gara2), Josh Brookes ha conquistato il Campionato inglese Superbike in sella alla Yamaha R1 e Marc Marquez, dopo un’incredibile rimonta nel corso dell’ultimo giro, è salito sul gradino più alto del podio nel GP d’Australia MotoGP, mettendosi dietro Lorenzo e Iannone. Solo quarto Valentino Rossi. Grazie ai 20 punti guadagnati Jorge si trova ora a soli 11 punti di distacco nella classifica generale dal pilota di Tavullia. Secondo voi come si comporterà Vale in queste ultime due gare per puntare al Titolo? Da “Dottore” o da “ragioniere”? Cliccate qui e diteci cosa ne pensate

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA