Tourist Trophy 2015: un grande McGuinness vince il Senior

Si conclude l'edizione numero 96 del TT con uno straordinario John McGuinness, che conquista la sua 23esima vittoria al TT e frantuma il record di velocità. Nella Lightweight vince Ivan Lintin. Grande sorpresa: una Kawasaki Ninja H2R da record

Ci eravamo lasciati con i resoconti delle prime gare della settimana del tt 2015 all'isola di man: ian hutchinson, inarrestabile e sorprendentemente veloce in ss e stk,  anstey e mcguinness, rispettivamente primi delle categorie sbk e tt zero

Il GPS parla chiaro, James Hillier nel suo giro dimostrativo al Mountain Course ha fatto segnare un'impressionante velocità di punta di oltre 206 mph, che tradotto nel sistema metrico decimale, corrisponde a più di 331 km/h. Il pilota ha raggiunto questa incredibile velocità record (la più alta mai raggiunta da una moto su strada chiusa all'isola di Man) sul miglio e mezzo del rettilineo di Sulby. Cliccate qui per vedere le immagini di James in sella alla bomba di Akashi. Ma c'è anche il video...

 

 

Queste le sue parole: “È stato folle, semplicemente folle. Le prime quattro marce sono come un lampo, e l'accelerazione è spaventosa. Era veloce ovunque e nel tratto in montagna, beh, era semplicemente incredibile. Avevo la mia app Strava accesa per l'intero giro, e giù per il rettilineo di Sulby ho dato pieno gas in sesta marcia, e il GPS ha segnato un valore superiore alle 206 mph...Wow!

 

LIGHTWEIGHT TT: IL DEBUTTANTE IMPRESSIONA TUTTI 

(qui i risultati)

Prima del gran finale del Senior TT, scendono in pista i piloti della Lightweight. A conquistare la vittoria in questa edizione 2015 del TT è Ivan Lintin, che trionfa per la prima volta al Touriistt Trophy e lo fa in sella alla Kawasaki del team RC Express Racing. A seguirlo sul podio, al secondo posto, James Hillier (Kawasaki: proprio quello del record con la H2R di cui vi abbiamo appena detto), e Michael Rutter (Paton), in terza posizione. Da segnalare che, sia Ivan che James distruggono letteralmente il vecchio record sul giro della categoria, grazie a una velocità media di 120,848 mph (Hillier) e 120,845 mph (Lintin). I due si danno battaglia per tutta la gara: con Hillier partito subito in testa, seguito a ruota da Lintin, che conquista la testa della corsa a Ramsey, staccando Farquhar e Hillier in seconda e terza posizione. A Glen Helen cambia ancora tutto, con Hamilton che ora guida la corsa, Hillier sceso in quinta posizione e Lintin staccato di circa 3 secondi. Ma il pilota del team RC Express non ci sta, vuole la vittoria, e così da Ramsey, torna di nuovo in testa alla corsa, seguito da Hillier. Si arriva quindi alla bandiera a scacchi, con Ivan che riesce a conquistare la vittoria, Hillier secondo e Rutter terzo. A completare la top ten: Cowton, Hamilton, Cooper, Russell, Miller, Behan e Webb.

 

SENIOR TT: A 43 ANNI, IL RE È ANCORA JOHN MCGUINNESS

(qui i risultati)

Un brutto incidente di Jamie Hamilton (in brutte condizioni, ma fuori pericolo di vita) al secondo giro della gara di chiusura del TT, costringe gli organizzatori a fermare la corsa. Si riprende quindi alle 14,45, con un gara da soli 4 giri. Un problema che non impensierisce minimamente John McGuinness che, oltre a conquistare la sua 23esima vittoria, si concede anche il lusso di frantumare il record di velocità del Senior TT, grazie a un giro in 132,701 mph/213,56 km/h (il vecchio record di 132,298 mph era stato fatto registrare da Bruce Anstey nel 2014). Dietro di lui, ma staccato di 14,2 secondi, si posiziona James Hillier, mentre Ian Hutchinson riesce ad agguantare la terza posizione. Vediamo allora come è andata la gara nel dettaglio

 

UNA SUPERIORITÀ IMBARAZZANTE

Il campione della Honda riesce ad azzeccare un'ottima partenza, contrariamente a Guy Martin, che invece parte malissimo e finisce subito in 13esima posizione. La lotta rimane quindi apertissima tra quelli che alla fine saranno i primi tre classificati - McGuinness, Hillier e Hutchinson - che si danno battaglia per la conquista della testa della corsa, con continui sorpassi sul filo dei secondi. Nel frattempo Guy Martin inizia un incredibile recupero dalle retrovie, che lo porta al provvisorio quarto posto, proprio alle spalle di Hillier, grazie a un impressionante giro in 132,398 mph (di poco inferiore al record di McGuinness). Si arriva così al quarto e ultimo giro della gara, con "Morecambe Missile" (così è soprannonimato McGuinness, originario appunto della cittadina di Morecamble, nel Lancashire) che riesce a rifilare ben 17,5 secondi a Hutchinson, conquistando il pieno controllo della gara, mentre Hillier inizia a sentire la pressione di Martin alle sue spalle (i due sono separati da soli 2,5 secondi). Ma non c'è niente da fare, Hillier conquista il podio, salendo in seconda posizione, dopo aver superato Hutchinson. Ma in prima posizione c'è lui, il 23 volte vincitore al TT, John McGuinness, che raggiunge così le 7 vittorie al Senior TT, uguagliando il record di Mike Hailwood. Michael Dunlop e Conor Cummins conquistano invece la quinta e sesta posizione, seguiti da Hickman e Anstey. A completare la top ten: David Johnson e Michael Rutter.

Queste le parole di McGuinness: "Oggi era un nuovo giorno. Ho dovuto faticare un po' questa settimana, ma non do la colpa a nessuno. Sono stato piuttosto lento e ho perso un po' di tempo, e avevo bisogno di ritrovare la forma dello scorso anno. Alla ripartenza, non volevo che James Hillier mi arrivasse vicino, così alla partenza ho dato tutto me stesso, ho abbassato la testa e spinto più forte che potessi. Al secondo giro ho continuato a dare tutto quel che potevo dare e la reazione che si è vista ai box è stata incredibile - mi sembrava la stessa di quando ho infranto per la prima volta il record delle 130 mph. Il mio team ha svolto il suo lavoro ai box perfettamente e all'inizio del terzo giro, la reazione da parte della folla è stata incredibile e ho pensato subito di aver ottenuto un nuovo giro record. Voglio ringraziare immensamente i marshals e i medici delle gare, che svolgono un lavoro incredibile, e ovviamente ringrazio anche il mio team e la Honda per aver creduto che tutto questo fosse ancora possibile. Correre all'isola di Man con 17 secondi di vantaggio sul secondo, ti dà una sensazione davvero speciale"

 

Ian Hutchinson conquista quindi la vittoria nel campionato Joey Dunlop TT 2015, grazie ai suoi 5 podi della settimana (3 vittorie tra SS e STK, un 2° posto in SBK e un 3° posto al Senior TT), mentre Dan Cooper ottiene la prima posizione nel campionato Privateers TT.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA