SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Gara 1 Misano: Rea tiene a bada Tom. Disastro Ducati, ma che rimonta Davies!

SBK Misano 2016: risultati di Gara 1 e classifiche. Rea ritrova la vittoria che non arrivava dalla scorsa gara di Assen, alle sue spalle c'è il poleman Tom Sykes. Ottimo Van Der Mark, sfortunati Savadori, Hayden e Giugliano. Gran gara di Davies e Camier, costretti agli straordinari.

SBK 2016, MISANO: LA CRONACA DI GARA 1 GIRO PER GIRO

Partenza: parte bene Rea che si infila subito in testa, ma attenzione: Forès e Savadori si toccano, e purtroppo il pilota Aprilia cade! Giugliano ottima partenza: è 3°, davanti ad Hayden e VD Mark, Lowes è 6°, Davies e Camier sono penultimo ed ultimo, sono usciti dal tracciato per evitare Savadori
1/21: Giugliano (3°) in ogni cambio di direzione è lì che punta le due Kawasaki, che sono a portata dell’Italiano. Buona anche la partenza di West, che è 7°, mentre Canepa risale in decima piazza; anche nelle retrovie Davies e Camier si stanno dando da fare: ora sono 15° e 19°. Attenzione: Giugliano e Nicky Hayden cadono nell’ultimo settore! Giugliano risale in sella, mentre Hayden non può fare nulla
2/21: Giro veloce per Rea: 1’35”775, che è ancora francobollato da Sykes, mentre Davies ora è 11° e Camier 14°, Giugliano è ultimo
3/21: Rea inizia a staccare Sykes, ora 4 decimi li separano: entrambi i piloti Kawasaki sono gli unici sul tracciato a girare sotto il minuto e 36. Rea e Sykes sono seguiti da Van Der Mark, che dista 1,4 secondi dal poleman, 4° Lowes
4/21: Van Der Mark (3°) e Lowes (4°) non vogliono perdere il contatto con le due Kawasaki, ma è difficile: Sykes ha fatto il giro record (1’35”683), e Rea è altrettanto veloce. Lowes riesce a recuperare qualche decimo su VD Mark negli ultimi atti della corsa.
5/21: Rea giro record: 1’35”663, Camier è risalito in 13esima piazza, ma Davies è fenomenale: è 11° ed è alle spalle di Ramos. Canepa è 8°, un buon piazzamento vista la sua poca esperienza con la Yamaha R1 da SBK
6/21: 2 decimi tra Rea e Sykes, che sono ancora 1° e 2°. VD Mark ha 2,7 secondi di ritardo, mentre Lowes alza a 8 decimi lo svantaggio dall’olandese. Davies nel frattempo è 9°, a ridosso di Canepa, Giugliano è 16°, mentre Camier è 12°, una gara in salita per loro.
7/21: VD Mark perde ancora qualcosa da Sykes, ma riesce nel contempo a guadagnare terreno su Lowes (5°). Davies infila Canepa nel primo settore e ottiene l’ottavo posto, Giugliano riesce a passare Schmitter ed è 15°
8/21: Davies è un mastino: nella prima curva si mette davanti a West, ed è 7° quando mancano ancora 13 giri! Davanti a lui ci sono Forès (6°) e Jordi Torres (5°), Camier è relegato momentaneamente alla 12esima piazza.
9/21: Sykes sembra averne di più rispetto a Rea che lo precede. Attenzione, arriva l’errore di Alex Lowes, che finisce al 12° posto. Adesso VD Mark (3°) ha 4 secondi da Torres che è al 4° posto, ma alle sue spalle Davies è inferocito
10 - 11/21: Rea e Sykes sono ancora saldamente in testa, ma Davies gira quasi 2 decimi più veloci di loro! Infatti Davies, nel giro di due giri, ha ridotto a 1 secondo il ritardo da Torres. Nel frattempo Reiterberger infila West, e così il tedesco si porta al settimo posto.
12/21: Davies gira in 1’35”7, a 2 decimi dal giro veloce segnato da Rea ad inizio gara. Il nordirlandese è ancora al comando, ma alle sue spalle Sykes è perfetto, e aspetta solo il momento giusto per portarsi in testa
13/21: Chaz Davies supera Torres in staccata alla prima curva ed è 4°! Una performance eccezionale di Davies, che ha 8 giri per recuperare 5 secondi da VD Mark che è 3°.
14/21: Rea e Sykes ancora uno in fila all’altro, e girano con i tempi più veloci di tutti, tranne Davies, che invece ha un ritmo incredibilmente veloce: 1’35”7 è il suo tempo nell’ultimo giro. Nel terzo settore, Canepa sorpassa West e si porta all’ottavo posto
15/21: In due giri, Davies ha recuperato 1 secondo su Van Der Mark (3°), che ora può contare su 4 secondi di vantaggio sul gallese. Nel frattempo Camier si è sbloccato: ora occupa la decima piazza, buona anche la sua rimonta! Giugliano invece è 15° da ormai diverse tornate
16/21: Davies sigla il suo giro veloce: 1’35”6, e riesce a portare a 3,7 secondi il gap con Van Der Mark. Camier intanto scala in nona posizione. Le altre posizioni della top 10 sono invariate
17/21: Rea, Sykes, VD Mark, Davies, Torres, Forès, Reiterberger, Canepa, Camier e Ramos compongono la top 10. Continua la battaglia “tattica” tra le due Verdone, ma attenzione: Forès si ferma, nel T3, a causa di un bloccaggio alla gomma posteriore, probabile problema al motore, che si è spento.
18-19/21: La moto di Rea si scompone di più rispetto a quella di Sykes, che sembra stia guidando sui binari. Fino ad ora Sykes non ha provato nemmeno una volta l’attacco sul compagno di squadra, complice anche il fatto che Rea non ha mai commesso errori e non ha mai lasciato spiragli aperti all’inglese. Van Der Mark è 3°, e sia davanti sia dietro a lui ci sono 2 secondi abbondanti di gap.
Ultimo Giro: Sykes è ancora francobollato a Rea, e sicuramente proverà un attacco per riuscire a portarsi al comando. Rea è precisissimo e chiude ogni traiettoria a Sykes, che è ancora vicinissimo. Traiettorie diverse per i due piloti, ma alla fine Sykes non riesce proprio a sorpassare Rea
Bandiera a scacchi: Vittoria di Rea, di 90 millesimi davanti a Sykes, 3° Van Der Mark

Kawasaki irraggiungibile, VD Mark ritrova il podio

Una gara assolutamente perfetta da parte dei piloti Kawasaki. Rea beffa Sykes in partenza, si porta in testa e ci rimane fino alla fine. Sykes nell’ultimo giro, dopo aver studiato il compagno, prova in ogni moto l’attacco, ma Rea è preciso in ogni staccata. Il nordirlandese ottiene così la vittoria che gli mancava dal round di Assen, ma soprattutto finisce a podio per l’11esima volta su 11 gare. Chi invece ritorna a podio è Michael Van Der Mark, dopo il 3° posto in Gara 2 ad Assen; sfortunato invece il suo compagno di squadra Nicky Hayden, che nel secondo giro perde l’anteriore ed è costretto a ritirarsi. Nello stesso giro cade anche Giugliano: da 4° e velocissimo a ultimo, per finire poi 15°. La caduta di Savadori nel primo giro costringe Davies agli straordinari: il gallese esce di pista (insieme a Camier) per evitare il pilota Aprilia caduto, e si ritrova all’ultimo posto: sorpasso dopo sorpasso, il Ducatista riesce a concludere al 4° posto. Buon risultato per le BMW del Team Althea: 5° Jordi Torres, 6° Markus Reiterberger. Il sostituto di Guintoli, Niccolò Canepa, parte 15° ma risalire fino alla settima posizione. Alle sue spalle un altro autore di una gran rimonta: Leon Camier, che riesce a concludere in ottava posizione. Top 10 completata da Romàn Ramos ed Anthony West, sostituto efficacissimo di Barrier nel team Pedercini. 12° De Angelis, mentre Lowes, che nella seconda parte di gara ha avuto qualche problema, passa dalla quarta piazza alla 13esima. 18° Fabio Menghi, autore della sua prima gara nel Mondiale SBK, 20° Gianluca Vizziello. 
Davies era condannato alla vittoria per poter restare in lotta per il titolo, invece i due della Kawasaki si allontanano. Si allontana anche Giugliano, ma nella direzione opposta: è 5°, a 149 punti e preceduto da un solido VD Maerk a 157.

Per Gara 2 (qui gli orari TV) Davies e Giugliano hanno promesso che si rifaranno. Il passo mostrato da Chaz ci fa ben sperare, quello di Giugliano sì e no. Veloce a inizio gara, riassorbito da dopo la caduta. Ha rallentato perché prima stava esagerando o le conseguenze della caduta (sulla moto e sulla testa di Davide) hanno consigliato prudenza? Crediamo che anche Sykes cercherà di andare via subito, invece che stare dietro tutta la gara in attesa di quella zampata che Rea in Gara 1 gli ha impedito di sferrare. Lo sa anche Jonathan, che quindi tenterà uno start ancor migliore di quello della prima corsa.

Crediamo di poterci aspettare qualcosa di buono anche da alcuni altri sfortunati protagonisti della gara del sabato: Hayden, Savadori e Camier, innanzitutto, ognuno con le proprie ambizioni, mentre Lowes e Forès non sono sembrati in grado di mantenere fino alla fine il buon passo mostrato in prova e a inizio gara.E poi, magari Torres e "Reiti" hanno voglia di podio, la velocità della BMW c'è e loro sono motivati.

MONDIALE SUPERBIKE 2016, MISANO: CLASSIFICA GARA 1

MONDIALE SUPERBIKE 2016: CLASSIFICA GENERALE

Pos. Pilota Moto Punti
1. J. REA KAWASAKI 318
2. T. SYKES KAWASAKI 257
3. C. DAVIES DUCATI 244
4. M. VAN DER MARK HONDA 157
5. D. GIUGLIANO DUCATI 149
6. N. HAYDEN HONDA 136
7. J. TORRES BMW 128
8. L. CAMIER MV AGUSTA 105
9. L. SAVADORI APRILIA 89
10. A. LOWES YAMAHA 73
11. M. REITERBERGER BMW 68
12. X. FORÉS DUCATI 62
13. S. GUINTOLI YAMAHA 58
14. J. BROOKES BMW 53
15. R. RAMOS KAWASAKI 49
16. A. DE ANGELIS APRILIA 46
17. A. WEST KAWASAKI 34
18. K. ABRAHAM BMW 25
19. M. BAIOCCO DUCATI 12
20. N. CANEPA YAMAHA 9
21. L. MAHIAS KAWASAKI 9
22. C. BEAUBIER YAMAHA 6
23. L. SCASSA DUCATI 3
24. M. JONES DUCATI 2
25. D. SCHMITTER KAWASAKI 2
26. J. HOOK KAWASAKI 2
27. S. BARRIER KAWASAKI 2
28. P. SZKOPEK YAMAHA 1
29. M. LUSSIANA BMW 1

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA