SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Svelata a Barcellona la nuova Yamaha R1 WSBK 2016

Presentata in Spagna la nuova Yamaha con livrea ufficiale del Team Crescent Pata. La YZF-R1 WSBK, dal look piuttosto simile a quello della MotoGP, riporta la Casa dei Tre Diapason nel Mondiale e debutta a Phillip Island a fine febbraio 2016. Le foto, le dichiarazioni dei piloti e il video della nuova R1 WSBK

Il ritorno di Yamaha al Mondiale Superbike, con Guintoli e Lowes

Yamaha torna nel Mondiale Superbike dopo quattro anni di stop con un obiettivo ben preciso: vincere da subito. La presentazione della R1 SBK è stata organizzata, per la prima volta, insieme a quella della MotoGP nel centro di Barcellona e Yamaha lancia il guanto di sfida al mondiale puntando sulla coppia Sylvain Guintoli - Alex Lowes. Per raggiungere l’obiettivo della vittoria, Yamaha affida le due SBK all'esperienza del francese, 33 anni, iridato SBK due anni fa con l'Aprilia e al talento emergente del pilota inglese, 25 anni, iridato BSB 2013. Il Team Crescent sarà supportato dal Marchio italiano Pata, negli scorsi anni a fianco di Honda. La livrea, svelata a Barcellona (qui le foto ufficiali e live dell'evento), mostra una colorazione abbastanza simile a quella utilizzata in MotoGP da Jorge Lorenzo e Valentino Rossi sulle Yamaha M1, da cui questa Superbike eredita parte del DNA, come dimostrano i test fatti fin ora. Con l’arrivo di Yamaha nel WSBK si aggiunge un’altra potenziale rivale di Kasawaki.
1/51 Alex Lowes e la Yamaha YZF-R1 SBK 2016

In WSBK per vincere

Il Mondiale Superbike scatterà 27 febbraio a Phillip Island (Australia) con la nuova formula della doppia manche di sabato e domenica, una soluzione che il pubblico ha bocciato, fatta per aumentare l’audience sull’evento. Sylvain Guintoli si è detto molto soddisfatto della moto, anche Lowes è da subito stato molto veloce in sella alla nuova Yamaha; per l’inglese l’inconveniente di non poter partecipare ai prossimi collaudi previsti a Portimão (Portogallo). Di seguito le dichiarazioni dei due piloti, del Team Manager (Andrea Dosoli) e del Team Principal (Paul Denning).

Sylvain Guintoli
Siamo ancora nella fase di sviluppo per il Mondiale Superbike, ma tutto fino ad ora è andato bene e miglioriamo ogni giorno. Ho avuto un’ottima sensazione in sella alla R1, mi ha ricordato tanto la M1 (MotoGP) nel suo carattere, ha le corse nel suo DNA. Scendere in pista è stato fantastico e sono molto ottimista per la stagione. Malgrado le aspettative siano molto alte nessuno nel Team vuole sottovalutare il campionato o gli avversari; siamo però certi che la sfida sarà interessante. L’obiettivo della stagione, per me, è quello di vincere il più possibile, ma si tratta di una nuova moto ed è il primo anno: sono ottimista ma realistico. Anche se, si sa…sognare non costa nulla! 
 
Alex Lowes
La prima volta che ho guidato la moto ne sono rimasto entusiasta, era fantastica! Sono molto ottimista e sicuro di poter fare bene, spero che Yamaha sia una fra le contendenti al titolo perché ne ha la potenzialità. È molto importante non sottovalutare il campionato e gli altri team in gara. Stiamo facendo un grande lavoro per arrivare preparati all’inizio del mondiale, non aspetto altro di essere pronto alla partenza del Gran Premio di Phillip Island.
 
Andrea Dosoli, Project Manager
Sappiamo che quella del 2016 sarà una stagione di ambientamento per noi, vogliamo affrontare passo dopo passo il campionato ma la priorità è quella di testare il nostro livello con l’obiettivo di migliorarci ad ogni week end di gara. La moto ha un potenziale enorme.
 
Paul Denning, Team Principal
Per noi questa è l'opportunità di entrare finalmente nel Mondiale Superbike con una moto potenzialmente molto competitiva. Il nostro obiettivo è molto chiaro: lottare per il titolo del campionato del mondo e vincerlo. È emozionante e bello vedere la moto svilupparsi giorno dopo giorno ed essere sempre più competitiva.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA