14 December 2015

Victory Combustion, il concept di una nuova muscle bike

La Casa americana presenta un prototipo, realizzato da Zach Ness, che ci svela le possibili linee di una nuova moto di serie. Combustion è spinta dal propulsore della “Project 156”, la moto nata e utilizzata per gareggiare il Pikes Peak. Info e foto
 

TERZO CONCEPT SU BASE “PROJECT 156”

Al Salone di Milano, Victory ha presentato al pubblico il concept “Ignition”, equipaggiato con il propulsore della “Project 156” (due video mostrano la sua nascitaqui invece i dettagli tecnici), la moto nata e utilizzata per gareggiare al Pikes Peak. La Casa dichiara che Ignition rappresenta la versione europea di quella che potrebbe essere una nuova moto di serie. Ora, il concept Ignition viene affiancato da “Combustion”, la versione made in USA della stessa moto. Sfogliate le immagini presenti nella gallery, poi andiamo a conoscere meglio questo nuovo progetto. 
1/30 Roland Sands vicino alla "sua" Project 156

MOTORE BICILINDRICO A V DI 60°

Combustion è stata realizzata da Zach Ness, il nipote di Arlen (fondatore della celebre Arlen Ness), in collaborazione con il team di designer di Victory, capitanato da Michael Song. Il gruppo di lavoro ha realizzato il concept ispirandosi alle muscle car americane, ovvero: tanti CV e poco peso! Anche questo nuovo prototipo è realizzato intorno al propulsore bicilindrico a V di 60° da 1.200 cc (somiglia molto a quello della Indian Scout -i due marchi appartengono allo stesso gruppo, Polaris-), con quattro valvole per cilindro e con corpi farfallati da 67 mm che immettono la benzina nei cilindri attraverso condotti verticali, per ottimizzare la coppia. Ci sono poi valvole in titanio (distribuzione bialbero comandata a catena), per incrementare il regime di rotazione. Esteticamente Ignition e Combustion sono molto simili tra loro, entrambe sono cruiser basse e muscolose, in cui tutto è limitato all’essenziale. Le prime differenze che saltano subito all’occhio sono il diverso impianto di scarico della Combustion (più sottile e lineare, con due terminali cilindrici) e i cerchi a raggi al posto di quelli in lega. Su questa nuova moto troviamo poi disco freno singolo all’anteriore (ma sempre con pinza radiale Brembo), forcella tradizionale, un piccolo cupolino protettivo e linee più snelle, accentuate da angoli in color oro. Anche su Combustion la trasmissione finale è a cinghia e le sella monoposto.

VELOCE, LEGGERA E PRONTA A SCATTARE

Queste le parole di Zach Ness: “La nostra famiglia ha una relazione da lungo tempo con Victory Motorcycles, abbiamo customizzato molte delle loro moto in passato. È sempre piacevole guardare al futuro, quindi creare una concept Victory per noi è stato un piacere. Inoltre, essere il primo a guidare una moto spinta da questo nuovo motore è un onore per me. Questa moto è incredibile: molta potenza e un sound straordinario! Ho voluto creare una moto veloce, leggera e pronta a scattare al verde del semaforo!”. Gary Gray, Direttore del progetto, ha aggiunto: “Questo nuovo motore offre molta versatilità alle moto Victory. Entrambi i concept sono stati realizzati per mostrare al pubblico le potenzialità di questo propulsore e, nonostante le due moto siano diverse tra di loro, il motore è in grado di esprimere il meglio di sé in entrambi i casi”.
Steve Menneto, Presidente di Polaris Motorcycles ha così commentato: “Victory Motorcycles sta assumendo una posizione forte come marchio tra le moto americane e ​​siamo entusiasti del cammino che stiamo percorrendo. Il nostro ultimo lavoro andrà ad integrare la nostra gamma attuale di moto alimentate dal propulsore Freedom 106”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA