SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Marquez: vince di talento e strategia. Cal e Dovi a podio, Rossi sbaglia

MotoGP Sachsenring 2016: classifica gara e risultati GP di Germania. Marquez azzecca la strategia e domina, Crutchlow efficace, Dovizioso porta a Ducati il podio n° 100. OK Iannone, Rossi sbaglia strategia. Lorenzo ancora in difficoltà

MOTOgp 2016, sachsenring: IL REPORT DELLA GARA GIRO PER GIRO

Nel Warm Up di stamattina, Stefan Bradl è stato protagonista di una rovinosa caduta, che gli ha procurato una commozione cerebrale: non prenderà parte alla gara odierna.
 
Partenza: parte bene Marquez, che rimane in testa. Rossi e Petrucci lo seguono in seconda e terza posizione. Dovizioso risale 4°. Rossi va in testa alla curva 4, Dovizioso infila Marquez alla curva 8 per il 2° posto. Anche Petrucci infila Marquez alla penultima curva, ma il Cabroncito si rimette davanti al pilota di Terni.
 
1/30: Rossi, Dovizioso, Marquez e Petrucci nella top 4. 5° Barbera, alle sue spalle c’è Miller: partito 16°, ha recuperato ben 10 posizioni! 7° Iannone. C’è bagarre tra Marquez e Petrucci:
 
2/30: Giro veloce per Miller: 1’35”177. Caduta per Hernandez, il pilota è ok. Rossi, Dovizioso, Petrucci, Marquez, Barbera, Miller, Iannone, Pol Espargaro, Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo in Top 10. Il Dovi completa l’attacco su Rossi alla curva 9. Il Petrux sorpassa Rossi all’entrata della curva 12, nella stessa curva Miller sorpassa Barbera.
 
3/30: Dovizioso in testa, Petrucci 2° con giro veloce: 1’34”929 per la Ducati Pramac. Rossi è 3° davanti a Marquez e Miller. Petrucci cerca un varco per sorpassare il pilota Romagnolo nel T3, ma senza successo. Lo trova però alla curva 12!
 
4/30: Petrucci ancora velocissimo: 1’34”392. Dovizioso 2° davanti a Rossi, Marquez e Miller. Redding, che era 17°, è risalito fino alla decima piazza. Lorenzo viene sorpassato da Bautista e si ritrova 12°.
 
5/30: Dovizioso stacca il tempo di riferimento della corsa: 1’34”252, appena 33 millesimi più veloce di Petrucci che lo precede. I primi 3 girano con caschi rossi nel T1, T2 e T3. Marquez è sorpassato da Miller, che si porta in quarta piazza
 
6/30: Petrucci ancora velocissimo: 1’33”865. Dovi lo segue con 6 decimi di distacco, stesso gap tra lui e Rossi in terza posizione. Miller è l’unico, oltre a Petrucci, a girare in 1’33”. Nel frattempo Scott Redding sorpassa Pol Espargaro e si porta in nona posizione, mentre Crutchlow sorpassa Bautista e si porta in 11esima piazza
 
7/30: Miller l’unico a girare in 1’33”, ha recuperato moltissimi metri su Rossi che lo precede; ciononostante sono 1,6 i secondi che separano l’italiano dall’australiano. Petrucci e Dovizioso sono ancora 1° e 2°.
 
8/30: Rossi inizia a staccare Miller: porta il suo vantaggio a 2,2 secondi; altresì il Dottore sta recuperando terreno su Dovizioso e Petrucci. Nel frattempo Crutchlow entra nella top 10, dopo aver sorpassato Pol Espargaro all’esterno
 
9/30: Petrucci, Dovizioso, Rossi, Miller, Barbera, Marquez, Pedrosa, Iannone, Redding e Crutchlow compongono la top 10. Lorenzo è 15° e segue le Suzuki di Espargaro (14°) e Viñales (13°)
 
10/30: Iannone scivola in nona piazza, permettendo a Redding e Crutchlow di guadagnare terreno. Per il resto, la Top 10 è invariata.
 
11/30: ATTENZIONE: caduta per Danilo Petrucci! Un gran peccato per il leader della corsa. Anche Marquez esce di pista alla curva 8, ma il Cabroncito rimane in sella. Nel frattempo Barbera sorpassa Miller per il 3° posto. Dovizioso, Rossi, Barbera, Miller e Pedrosa in Top5. Crutchlow è 6°, Redding 7°, Iannone 8°, Marquez 9°, Bautista 10°. Petrucci rientra ai box con la moto che va a fuoco, salta sulla seconda moto e rientra in pista
 
12/30: Dovizioso al comando, con 1,9 secondi di vantaggio su Rossi. Sul tracciato di vede che la traiettoria è asciutta, mentre il resto della pista è bagnata. Iannone entra ai box per cambiare moto: oltre a Baz, è l’unico a montare le intermedie.
 
13/30: Dovi porta a 2,122 secondi il vantaggio su Rossi. A fine giro, Baz entra ai box
 
14/30: Barbera è in gran forma: sorpassa Rossi e si porta in seconda piazza! Anche Miller si è fatto sotto a Rossi: probabilmente il Dottore soffre un calo di prestazione degli pneumatici.
 
15/30: Crutchlow è 5° ma gira 1 secondo più veloce di tutti! Davanti a lui ci sono Miller (4°) e Rossi (3°), Barbera è 2° e sta cercando di recuperare terreno su Dovizioso. Nel frattempo arriva il ritiro per Danilo Petrucci
 
16/30: Ancora velocissimo Crutchlow, che gira in 1’35”2: ora sono 5 i decimi che lo separano da Jack Miller, suo ex compagno di squadra. Intanto la traiettoria si fa sempre più asciutta, e Bautista sorpassa Marquez per la nona piazza. Rientrano ai box Marquez, Smith e Pol Espargaro, Baz è fermo nella pit lane da un giro ormai. Per Marquez: monta un treno di gomme slick!
 
17/30: Pol Espargaro esce dai box, ma cade subito alla curva 2. Nel frattempo Crutchlow recupera su Miller e lo sorpassa: l’inglese è 4°! Nel frattempo anche Rossi si sveglia: sorpassa Barbera e si porta al 2° posto.
 
18/30: Dovizioso è ancora al comando, ma Rossi alle sue spalle è velocissimo: in un solo giro, porta il gap da 1,8 secondi a 1,1! Redding e Laverty rientrano ai box.
 
19/30: Rossi a 8 decimi da Dovizioso: il Dottore è l’unico a girare in 1’34”. Adesso la gara prende una svolta: Iannone giro record, con 1’33”816 con le intermedie!
 
20/30: Marquez con le slick vola: 1’31”055! Nel frattempo arriva la caduta per Tito Rabat. Marquez sorpassa Lorenzo e si porta in nona piazza. Nessuno della top 5 rientra, mentre entrano ai box Pedrosa, Bautista, Viñales, Aleix Espargaro.
 
21/30: Marquez è un demonio: 1’29”777! 6 secondi più veloce dei leader della corsa! Crutchlow sorpassa Barbera e si porta in terza posizione. Marquez è sesto. Nessuno dei piloti nella Top5 rientra ai box!
 
22/30: Marquez è su un altro pianeta: 1’28”525! Porta il ritardo da Miller da 18 secondi a 8 in un solo giro! Ecco Rossi, Dovizioso, Crutchlow e Barbera rientrare nella Pit Lane. Miller non è rientrato
 
23/30: Marquez ancora velocissimo: 1’28”002! Miller, che è momentaneamente in testa, non rientra ai box. Marquez sta recuperando metri su metri. Lorenzo rientra ai box.
 
24/30: 1’26” 750 per Marquez, che nel T3 trova Miller e lo recupera. Mancano 6 giri, Miller ha 17 secondi di vantaggio su Redding, 20 su Dovizioso, i quali girano 5 secondi più veloce dell’australiano. Miller rientra ai box.
 
25/30: Marquez al comando, seguono Redding, Dovizioso e Miller che esce ai box davanti a Crutchlow. Dato che Miller ha su gomme nuove, non prende rischi e si fa sorpassare da Cal Crutchlow. Miller è 5° e ha 6 secondi di vantaggio su Rossi.
 
26/30: Marquez in testa con 22 secondi di vantaggio su Redding, il quale ha 3,3 secondi di vantaggio su Dovizioso. Crutchlow è 4°, mentre Miller viene “risucchiato” in ottava piazza. Ora Iannone, Pedrosa e Rossi occupano la quinta, la sesta e la settima posizione.
 
27/30: Marquez ancora in testa, con Redding a 21,8 secondi di distanza. Dovizioso è 3° ma Crutchlow lo segue come un’ombra: il numero 35 è autore del giro più veloce (1’26”539).
 
28/30: Redding porta a 20 secondi il suo vantaggio su Redding, mentre Crutchlow sorpassa Dovizioso sul traguardo. Ora Cal è alla ricerca di Scott: mancano due giri, 1,2 secondi li separano, ma Crutchlow è più veloce di un secondo di Redding.
 
Ultimo Giro: Marquez rallenta il ritmo e si “gode” i 20 secondi di vantaggio. Crutchlow (giro veloce per lui: 1’25”355) è a ridosso di Redding, e l’alfiere di Lucio Cecchinello porta a termine il suo attacco sull’inglese del Team Pramac. Crutchlow è velocissimo, alle sue spalle però Redding viene sorpassato da Dovizioso. All’ultimo giro, Miller sorpassa Rossi per la settima piazza
 
Bandiera a scacchi: Marquez trionfa davanti a Crutchlow (giro veloce in 1’25”019) e Dovizioso. 

Marquez e Crutchlow perfetti, errore strategico per Rossi e Dovizioso

I piloti della MotoGP (e il meteo) regalano a Carmelo Ezpeleta una gara adrenalinica per il suo 70esimo compleanno. Al Sachsenring si inizia con l’asfalto bagnato, ma durante la gara la traiettoria si asciuga, mentre il resto della pista rimane umida. Marquez è il primo a cambiare le Rain con le Slick intermedie, un azzardo che si rivela vincente e tentato dopo il lungo che lo relega nelle posizioni di rincalzo: il Cabroncito si porta a casa la settima vittoria di fila nel Circuito Tedesco, la quarta da quando è in MotoGP. Con questa vittoria, il pilota di Cervera porta a 48 punti il vantaggio su un Jorge Lorenzo assolutamente in crisi (termina 15°). Al secondo posto c’è uno straordinario Cal Crutchlow, che parte 13, ma nella seconda parte di gara è  autore di giri veloci uno di seguito all’altro. Il pilota britannico precede così Andrea Dovizioso, suo ex compagno di squadra in Tech3 e in Ducati. Il pilota Romagnolo comanda la corsa per diversi giri, ma questo quando il tracciato è ancora bagnato; il Dovi è sì amareggiato di non aver vinto, ed è consapevole di aver sbagliato strategia, ma il podio è assolutamente importante: si tratta del suo secondo podio in stagione (dopo quello in Qatar) e del 100° podio per la Casa di Borgo Panigale in MotoGP. Scott Redding si trova al secondo posto a due giri dal termine, ma un calo prestazionale nel finale lo “costringe” al 4° posto. Il suo compagno di squadra, Danilo Petrucci, non termina la gara a causa di una caduta quando si trova in testa. Andrea Iannone, con il 5° posto, replica la performance di Assen; alle sue spalle c’è Dani Pedrosa. Il vincitore della scorsa gara, Jack Miller, chiude 6°: “Jackass” conferma di essere velocissimo sul bagnato, ma anche per l’australiano una cattiva strategia preclude un miglior piazzamento finale; stessa situazione per Valentino Rossi, che termina 8° dopo essere rientrato ai box in ritardo rispetto alle indicazioni della squadra e dopo non aver trovato il feeling con la moto dopo il cambio gomme. Ma per il Dottore, si tratta di un grosso errore: in questo modo permette a Marquez di portarsi a 58 punti di vantaggio, complicando così la sua corsa per il decimo Titolo Mondiale. Completano la top 10 gli spagnoli Hector Barbera e Alvaro Bautista. Maverick Viñales, alle prese con una Suzuki in grosse difficoltà col bagnato, chiude 12°. 

MOTOGP 2016, SACHSENRING: RISULTATI GARA

MOTOGP 2016: CLASSIFICA GENERALE

POS. PILOTA MOTO NAZIONE PUNTI
1 Marc MARQUEZ Honda SPA 170
2 Jorge LORENZO Yamaha SPA 122
3 Valentino ROSSI Yamaha ITA 111
4 Dani PEDROSA Honda SPA 96
5 Maverick VIÑALES Suzuki SPA 83
6 Pol ESPARGARO Yamaha SPA 72
7 Hector BARBERA Ducati SPA 65
8 Andrea IANNONE Ducati ITA 63
9 Andrea DOVIZIOSO Ducati ITA 59
10 Eugene LAVERTY Ducati IRL 53
11 Aleix ESPARGARO Suzuki SPA 51
12 Scott REDDING Ducati GBR 45
13 Jack MILLER Honda AUS 42
14 Cal CRUTCHLOW Honda GBR 40
15 Stefan BRADL Aprilia GER 37
16 Bradley SMITH Yamaha GBR 35
17 Alvaro BAUTISTA Aprilia SPA 35
18 Danilo PETRUCCI Ducati ITA 24
19 Michele PIRRO Ducati ITA 19
20 Tito RABAT Honda SPA 18
21 Loris BAZ Ducati FRA 8
22 Yonny HERNANDEZ Ducati COL 3

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA