Il venerdì di Misano inizia sotto il segno di Rossi

MotoGP 2016, Misano: risultati e classifica delle Prove Libere 1. Valentino Rossi in testa nella prima sessione in pista, seguito da Pol Espargaro e Viñales. Gli altri top rider così così (ma distacchi contenuti), con Iannone praticamente assente dalle FP1 a causa di una caduta nei primi minuti. AGGIORNAMENTO: Iannone si infortuna a una vertebra e salta il GP
 

Si parte!

Giornata perfetta a Misano per la prima sessione di prove libere del GP di San Marino e della Riviera di Rimini (qui gli orari TV di prove, qualifiche e gare). Meteo estivo, cielo terso, sole splendente, 24,9° nell’aria e 28,4° sull’asfalto. Condizioni ideali per lavorare bene, divertirsi e far divertire. Chi gioca a FantaMOTOCICLISMO, poi, potrà raccogliere informazioni, segnarsi i tempi e lanciarsi nelle prime analisi delle prestazioni. Poi via ai pronostici sulle prime 5 posizioni della gara della Classe Regina, a fine stagione chi avrà totalizzato più punti potrà diventare tester di Motociclismo per un giorno!
 
​CLICCATE QUI PER GIOCARE

Riusciranno a fare “32”?

Come hanno detto i piloti in conferenza stampa, è importante andare forte fin dal primo giorno e soprattutto capire la nuova gomma portata da Michelin, a cui si chiede feeling soprattutto all’anteriore. I record della pista appartengono tutti a Lorenzo, che l’anno scorso ha fatto segnare 1'33”273 in gara e 1'32”146 in prova. Jorge non sta attraversando il miglior periodo di forma, ma Misano è pista amica.
Le FP1 iniziano però con Marquez subito all’attacco, seguito dai giri veloci di Dovizioso, Pol Espargaro, Michele Pirro, Crutchlow… Siamo ancora sul “34” basso, ci sarà tempo di migliorare.

Iannone out!

A 35 minuti dalla fine cade Iannone. Crash spettacolare alla curva 13, ma il pilota pare OK, anche se il pilota viene portato al Centro Medico per accertamenti. Un paio di minuti dopo, Marquez si riprende la testa, ma subito è passato da Rossi (2°) e Dovizioso (1°), separati tra loro da soli 5 millesimi. Il “33” si avvicina… Cominciano bene i fratelli Espargaro, con Pol davanti ma Aleix già consistente: a mezz’ora dalla fine sono rispettivamente 4° e 5°. Inaspettatamente indietro per ora sono i ducatisti del team Pramac: Redding 11°, Petrucci 12°. Entrambi davanti a Iannone. Alex Lowes e Xavi Fores – soprattutto quest’ultimo, alla sua prima esperienza in assoluto in MotoGP – prendono le misure a moto e pista, con tempi parecchio alti.

Marquez giù, Pol espargaro su

A 25 minuti dalla fine, Dovizioso è il primo top rider, insieme a Pedrosa, a rientrare in pista dopo la sosta collettiva ai box. Tra i due c’è un distacco di 672 millesimi, con Dani 9°. Passa un minuto e cade Laverty alla curva 15 (perdita dell’anteriore), tutto bene per lui e per la moto, uscita con relativamente pochi danni. Intanto Viñales si fa vedere: 2’34”010 e primo posto.
A 19 minuti dalla fine cade anche Marquez, come al solito alla ricerca del limite fin dal venerdì. Il crash è a bassa velocità (curva 10), Marc risale in moto e riparte. Nel frattempo Pedrosa si è portato al primo posto, con un giro in 1’33”942, primo pilota sotto il “34”. Subito lo segue Lorenzo, che fa 1’33”922, ma Dani si riprende la testa staccando ancora Jorge di 136 millesimi (1’33”786). Curioso che davanti a tutti al momento ci siano i top rider meno in forma: riscatto a Misano? Anche Crutchlow fa il suo “33” e si piazza sul gradino più basso del podio virtuale con il tempo di 1’33”989. Non dura molto, la sua gioia, dato che nello stesso giro Pol Espargaro si piazza 2° con il crono di 1’33”854 e continua a tirare, cosa che gli permette di passare al 1° posto, con 1’33”642. Intanto Iannone è sempre al Centro Medico e si sta sottoponendo a radiografie e risonanza magnetica…

Arriva il dottore

I minuti finali sono come al solito densi di cambi di posizione (ma anche di cadute: giù Rabat e Petrucci). Lorenzo passa al 2° posto (1’33”774), a sua volta viene passato da Viñales (1’33”713) e da Marquez (1’33”729). A rovinare la festa a tutti arriva Rossi, che a circa tre minuti dalla fine passa in testa col tempo di 1’33”605. Il Dottore non è sazio e continua a spingere. Primo settore da record a un minuto dalla fine, rallenta nel secondo, ancora record nel terzo e nel quarto: prima posizione consolidata col crono di 1’33”523. E c’è ancora un giro a disposizione, per Rossi ma anche per gli altri. Se Valentino tira, infatti, lo stesso fanno Marquez, Pedrosa, Pol Espargaro, perfino Stefan Bradl, coi primi due settori da record in sella all’Aprilia.
 
Ma Rossi resiste alla carica e le FP1 si chiudono con Valentino al top (1’33”451), seguito da Pol Espargaro a 136 millesimi, Viñales a 262 millesimi, poi Marquez e Lorenzo in Top 5. Pedrosa, Dovizioso, Barbera, Crutchlow e Redding chiudono la graduatoria dei primi 10, seguiti da Aleix, un veloce Bradl con l’Aprilia, Miller, Pirro e Petrucci. Iannone praticamente fuori classifica, Fores comprensibilmente ultimo, non male Lowes, che riesce a mettersi dietro almeno tre piloti “titolari” del campionato.
Appuntamento alle Libere 2, ecco il link a tutti gli orari per seguire in TV ogni minuto del weekend di Misano.

AGGIORNAMENTO: Iannone è stato rasportato all'ospedale di Cesena per ulteriori accertamenti
AGGIORNAMENTO 2: Iannone ha riportato una frattura alla terza vertebra toracica e salta il GP. A rischio anche Aragon.

MotoGP 2016, Misano: classifica Prove Libere 1

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA