Sykes non perdona: pole e record, poi tanta Italia

Il pilota ufficiale Kawasaki SBK, Tom Sykes, precede Davies e un super Savadori. Rea non brilla. bene Giugliano e Camier. Lowes "unfit". Griglia di partenza completa

SP1: Hayden e Forès dettano il passo

Assente Alex Lowes, che non riesce a guidare la Yamaha R1 ufficiale a causa di un forte dolore al braccio. Una brutta notizia per l’inglese, che non vedeva l’ora di correre davanti al pubblico di casa.  

I primi 10  minuti della prima parte della Superpole vedono la Honda di Hayden in testa alla classifica (1’28”589), seguito da Forès (+0”154) e Roman Ramos (+0”700), al suo ritorno dopo l’infortunio di Imola.

Lo statunitense del Team Ten Kate mantiene lo stesso tempo e la stessa posizione fino alla bandiera a scacchi, alle sue spalle c’è sempre Xavi Forès con il tempo di prima. Alle loro spalle De Angelis,Brookes, Ramos e VD Mark si sono dati battaglia, ma alla fine è l’olandese ad ottenere il 3° tempo della sessione, seguito da De Angelis e da Brookes; Ramos ha il 5° tempo di sessione davanti a Scassa e West.

SP2: Sykes domina a casa sua

La sessione da 15 minuti che stabilirà le prime 3 file della griglia vede la partecipazione di Sykes, Rea, Giugliano, Davies, Camier, Savadori, Torres, Beaubier, Abraham, Hayden e Forès.
Subito veloce Tom Sykes (1’27”996) seguito dal Jonathan Rea (+0”111); Lorenzo Savadori è 3° (+0”246) ed è davanti alla Ducati di Davide Giugliano (+0”256). 5° e 6° crono per i britannici Davies e Camier. 7° Forès, 8° il rookie Beaubier, completano la top 10 Torres e Hayden; 11° Abraham. Queste sono le posizioni dei piloti che rientrano ai box a metà sessione, in attesa di fare il giro veloce con le gomme da tempo: vista la lunghezza del tracciato (tra i più corti del Mondiale) , la gomma potrebbe durare un giro in più del solito. Il primo ad uscire dalla pit lane è Jordi Torres, a 5 minuti abbondanti dal termine, gli ultimi ad uscire sono i piloti del Team Aruba.it.

Con le gomme da tempo, la classifica viene inizialmente rivoluzionata. Nel primo giro veloce, arriva la caduta di Karel Abraham, ma Sykes distrugge il record della pista (detenuto dallo stesso Sykes): 1’26”712!
Quando arriva la bandiera a scacchi, nessuno riesce a battere il tempo straordinario di Tom Sykes, Davies è 2° ma ha un ritardo 8 decimi dall’inglese, mentre Savadori ottiene la prima fila per la prima volta in carriera: il suo 3° tempo è appena 19 decimi più lento di quello del Gallese. Il campione in carica Jonathan Rea apre la seconda fila, e dietro di sé trova Davide Giugliano (5°) e Jordi Torres (6°). Leon Camier è 8° davanti al pubblico di casa: la sua MV Agusta separa la Honda di Nicky Hayden (7°) e la Yamaha di Camero Beaubier (9°), gli unici due statunitensi in gara. Top 10 completata da Xavi Forès, 11° Abraham che non riesce a migliorarsi a causa della caduta negli ultimi atti della SP2.

Tra poco c’è la Supersport, e poi Gara1: controllate gli orari TV e ricordateci del nostro FANTAMOTOCICLISMO! Fate il pronostico sui primi 5 piazzamenti di Gara 1 e Gara 2; a fine anno, chi avrà totalizzato più punti a fine stagione, diventerà tester di Motociclismo per un giorno! 

SCOPRITE QUI IL REGOLAMENTO e CLICCATE QUI PER PARTECIPARE
 

WSBK 2016, Donington: Griglia di partenza

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA