SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

MXGP 2015: ecco come ha fatto Febvre a vincere il Mondiale

Dall’esordio in Qatar fino alla vittoria del titolo iridato ad Assen. Ecco i segreti del pilota Yamaha, grazie ai quali Romain è riuscito a battere Cairoli, Villopoto, Desalle, Nagl, Van Horebeek e Paulin. Classifica di Campionato e gallery dedicata al rider francese

Mxgp 2015: ecco come ha fatto febvre a vincere il mondiale

Se ad inizio anno qualcuno avesse scommesso un milione di euro sulla vittoria finale di Romain Febvre (Yamaha Factory) nel Mondiale MXGP 2015, chiunque avrebbe pensato che questa persona fosse pazza. Tanto più se si fosse tenuto conto del fatto che per Febvre sarebbe stato il primo anno in MXGP (qui la gallery della sua stagione 2015), per di più con una moto totalmente nuova per lui. Insomma, con un paddock così ricco di campioni (uno per ogni marca di moto) come Cairoli (KTM), Desalle (Suzuki), Villopoto (Kawasaki), Paulin (Honda), Van Horebeek (Yamaha) e Nagl (Husqvarna), difficilmente avrebbe vinto un settimo pilota. E invece…

 

Da semplice rookie a campione del mondo

La “perfect season” di Romain Febvre è stata un’ascesa incredibilmente regolare. Ad inizio anno lo avevamo battezzato come “rookie of the year” e aveva dato dimostrazione di saper vincere il confronto con l’altro rookie, Glenn Coldenhoff (Rokstar Energy Suzuki Europe, ma dall'anno prossimo in KTM). Ma poco a poco ci siamo accorti che quel ragazzino, nato l’ultimo giorno dell’anno 1991 (quindi non ancora 24enne), sarebbe diventato qualcosa di più di un “semplice” debuttante veloce. Credevamo che Yamaha avesse trovato un altro mister costanza qual è stato Van Horebeek nel 2014, ma ancora una volta stavamo sottovalutandoo il francese. Certo, gli infortuni dei principali rivali -Cairoli su tutti - e il ritiro dalle corse di Villopoto hanno giocato un ruolo determinante nella corsa al titolo iridato, ma quello che ha fatto quest’anno Febvre è qualcosa di veramente eccezionale. È il primo francese a vincere il Mondiale in MXGP ed è l’unico ad essere riuscito ad interrompere la striscia di titoli di Cairoli che durava dal 2009. Vale la pena, pertanto, ripercorrere insieme il suo 2015.

 

La stagione 2015 di romain febvre

Mai una manche oltre il 10° posto, mai un ritiro, mai un infortunio. Sono questi i segreti di Romain Febvre per vincere il Mondiale MXGP 2015. A dir la verità, diventare Campione del Mondo non era nelle sue aspettative ad inizio anno e il trucco per far bene in ogni occasione è stato “correre gara per gara, senza pensare al Campionato”. E come dargli torto visti i numerosissimi infortuni dei suoi avversari, i quali si sono fatti male nonostante avessero impostato ogni gara cercando di gestire la situazione in Campionato?

Tutto inizia alla gara d’esordio in Qatar: Febvre ottiene 29 punti classificandosi 6° assoluto dietro al compagno di squadra Van Horebeek e davanti a Ryan Villopoto. Un esordio più che dignitoso per il pilota transalpino, primo dei rookie. Nel secondo appuntamento stagionale, in Thailandia, la vittoria va a Villopoto, con Febvre 4° assoluto, a soli 3 punti dal primo podio in carriera in MXGP. “Solamente” 28 punti ottenuti dal pilota Yamaha nel GP dell’Argentina, ma già da questi primi tre round abbiamo capito di essere davanti ad un pilota costante, intelligente e veloce. In Trentino la prima svolta: Villopoto commette un errore da principiante e si ribalta in rettilineo. Il primo avversario è KO. La vittoria di giornata va a Nagl, mentre Febvre chiude 4° con 34 punti. Il francese ottiene la sua peggior prestazione stagionale (27 punti e 7° assoluto) nel GP d’Europa a Valkenswaard. Ricorderete questo GP anche per la prima caduta stagionale di Cairoli (nel tentativo di sorpassare Paulin per la prima posizione in Gara1). La vera ascesa di Febvre inizia dal GP della Spagna: a Talavera de la Reina ottiene il primo podio in carriera in MXGP con 40 punti. La prima vittoria di manche non tarda ad arrivare: Febvre, un po’ incredulo, vince Gara2 in Gran Bretagna, ma il GP va  a Cairoli. In Francia un’altra svolta: Desalle si rompe la clavicola in qualifica ed è obbligato a prendersi qualche settimana di riposo: secondo avversario K.O.. Febvre sfrutta il fattore pubblico e vince il suo primo GP. In Italia succede di tutto: Cairoli cade in qualifica e la domenica soffre tantissimo a guidare la moto. Terzo avversario (semi) K.O.. La vittoria va dunque ad un Febvre in stato di grazia, capace di vincere anche senza freno anteriore e con il manubrio storto in Gara2 dopo una caduta mozzafiato senza gravi conseguenze. La stagione 2015 di Max Nagl, protagonista in MXGP sino ad ora, si interrompe nella qualifica del GP di Germania, nella quale si infortuna alla caviglia. Quarto avversario KO.  Romain vince ancora e diventa leader di Campionato! Nei round successivi Cairoli corre ma continua a soffrire il dolore al braccio, intanto Febvre continua a conquistare manciate e manciate di punti in Svezia, Lettonia e Repubblica Ceca. Cairoli è costretto a prendersi una pausa e guarire per evitare altre complicazioni al braccio, Febvre continua a girare il mondo e conquistare punti che lo proiettano verso il titolo iridato. In Belgio conquista il terzo posto dietro a Simpson e Paulin, poi fa doppietta a Mantova e infine termina 2° ad Assen, vincendo il titolo iridato. Una stagione da eroe!

 

La carriera di romain febvre

Nato a Epinal (Francia) il 31 dicembre 1991, Romain Febvre inizia la sua carriera come pilota di Motocross all’età di 6 anni, ma senza ottenere grandi risultati. Decide così di passare al Supermotard (vice-Campione francese 85 cc nel 2006 e Campione francese 125 cc nel 2007), ma continua ad allenarsi con le moto da cross. Torna nei campi di off-road a tempo pieno nel 2010 e nel 2011 si laurea Campione Europeo. L’anno dopo corre nel Mondiale MX2 chiudendo in 13esima posizione. Nel 2013 termina la MX2 al 12° posto e nel 2014 si gioca il titolo iridato in sella all’Husqvarna FC 250. A fine stagione è terzo dietro a Tixier ed Herlings. Per limiti d’età nel 2015 è costretto a passare in MXGP. La Yamaha lo vuole affiancare a Van Horebeek per fargli fare esperienza e tenerlo come secondo pilota, ma le cose sono andate diversamente…

 

Mondiale mxgp 2015 – classifica di campionato a 2 round dal termine

Pos.

Pilota

Naz.

Moto

Totale

1

461

Febvre, Romain

FRA

YAM

638

2

21

Paulin, G.

FRA

HON

536

3

777

Bobryshev, E.

RUS

HON

499

4

24

Simpson, Shaun

GBR

KTM

437

5

222

Cairoli, A.

ITA

KTM

416

6

12

Nagl, M.

GER

HUS

414

7

89

Van Horebeek, J.

BEL

YAM

394

8

259

Coldenhoff, G.

NED

SUZ

361

9

25

Desalle, C.

BEL

SUZ

331

10

47

Waters, Todd

AUS

HUS

324

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA