Enduro spettacolo in Italia: Redondi Campione del Mondo!

Mondiale Enduro 2016, GP d’Italia: risultati e classifiche di gara e di Campionato, foto e video. Redondi campione del Mondo! Weekend da brividi a Fabriano, con la vittoria di Holcombe nella EnduroGP, un Balletti a podio alla prima gara dopo un lunghissimo infortunio e due titoli iridati assegnati. Ecco i nomi di tutti i vincitori

Il Gran Premio di casa

Un Gran Premio dalle mille emozioni, quello del Mondiale enduroo che va in scena nel weekend del 16 e 17 luglio a Fabriano (AN), con gioie e soddisfazioni per alcuni italiani, a partire dal titolo mondiale conquistato da Redondi con tre giornate di anticipo, piccole delusioni per altri, ma una grande festa per tutti (qui la gallery). I piloti, che devono affrontare un Enduro Test infinito (oltre 12 minuti per i migliori), un Cross Test velocissimo e un Extreme Test insidioso, trovano un terreno scivoloso il sabato mattina, ma il sole spazza via le nubi cariche di pioggia che si sono scatenate su Fabriano nei giorni precedenti alla gara ed il terreno si asciuga, rendendo le "speciali" più veloci e sicure. Qui trovate le classifiche complete di entrambe le giornate di tutte le classi e quelle di Campionato.

EnduroGP: Phillips sfortunato, Holcombe vince e si avvicina

Tutto rinviato all’ultimo Gran Premio: Mattew Phillips (Sherco CH Racing) non si laurea Campione del Mondo EnduroGP nel weekend italiano, a causa (anche) di un problema meccanico alla sua moto nel Day2. Va detto, però, che trova uno Steve Holcombe (Beta Factory) estremamente competitivo, velocissimo nell’Enduro e nell’Extreme Test, efficace nel Cross Test. Il britannico si aggiudica il GP d’Italia grazie ad un 3° posto assoluto nel Day1 e alla vittoria nel Day2, portandosi a -15 dal leader di Campionato. Degna di nota la performance di Eero Remes (TM Factory), che con 28 punti totali chiude in seconda posizione assoluta con la “piccola” 250 4T, tenendosi alle spalle Christophe Nambotin (KTM Factory), vincitore del SuperTest e del Day1, e Mathias Bellino (Husqvarna Factory). Si prospetta un GP di Francia da vivere col fiato sospeso: 40 punti a disposizione per un solo vincitore tra Phillips, Holcombe, Remes e Bellino.

I risultati classe per classe, "RED" campione in anticipo!

In E1 Remes fa doppietta e si riprende quel margine di vantaggio che si era costruito durante la stagione 2016 per poi vanificarlo nello scorso GP, nei Paesi Baschi. Nathan Watson (KTM Factory) perde 12 punti dal diretto avversario ed ora la rimonta si fa davvero difficile. Weekend da urlo per due piloti RedMoto Honda: Oscar Balletti termina al 2° posto nel Day1 alla prima gara ufficiale al rientro dal brutto infortunio invernale al ginocchio; un risultato eccezionale dopo mesi e mesi di stop. Dal canto suo, Alessandro Battig può ritenersi più che soddisfatto dal GP di casa, chiuso con un 3° posto nel Day1 ed un 5° nel Day2, per un totale di 26 punti ed ingresso nella top 10 in E1.

In E2 la vittoria va a Loic Larrieu (Yamaha Outrsiders), vincitore del Day2 e giù dal podio per un soffio nella prima giornata di gara. Nambotin pareggia i conti con il connazionale, con prestazioni identiche ma invertite. Staccato di un solo punto (32 anziché 33) troviamo Bellino, ora a -18 dal leader di Campionato Phillips. Alex Salvini (Beta Factory) regala il 3° posto nel Day2 al pubblico italiano, mentre Davide Guarneri (RedMoto Honda) conquista due ottavi posti: è sempre tra i primi di classe nel Cross Test, ma fa ancora tanta fatica tra sassi, tronchi e radici. Sedici punti totali anche per Deny Philippaerts (Beta Boano), miglior risultato stagionale per lui.

La E3 vede protagonista Holcombe, che allunga su Johnny Aubert (Beta Factory) e intravede il titolo iridato. La terza forza del Campionato è ora il nostro Manuel Monni (TM Factory), che manda in visibilio la folla con numeri da circo nell’Extreme Test, chiudendo doppi dove altri non si immaginano neanche di saltare. L’azzurro è 2° nel Day1 e 3° nel Day2, per un totale di 32 punti con sorpasso ai danni di Antoine Basset (KTM), ora a 4 lunghezze dal pilota TM. Buon weekend anche per Thomas Oldrati (Husqvarna BBM Italia), 4° nel Day1 e 6° nel Day2.

La classe Junior parla italiano con Giacomo Redondi (RedMoto Honda) che si laurea Campione del Mondo già il sabato, con 3 giornate d’anticipo. Non contento, “Red” si aggiudica anche la seconda giornata di gara (14 vittorie su 14), sfoggiando una sicurezza da top rider. Ora sì, lo possiamo dire: Redondi è pronto per lottare con i grandi della EnduroGP. Davide Soreca (RedMoto Honda) e Josep Garcia (Husqvarna Factory) totalizzano 32 punti a testa, scambiandosi la seconda e la terza posizione nel due giorni di gara. L’italiano sale così al 6° posto in Campionato. Molto bene anche Matteo Cavallo (Beta Boano), 4° nel Day1 e 5° nel Day2.

Chiudiamo con la EY, che vede la vittoria di Campionato di Jack Edmondson (KTM), complice (anche) la rovinosa caduta di Jean-Baptiste Nicolot (Yamaha) nell’Enduro Test: il francese ha il femore rotto. Secondo posto di classe per Lee Sealey (Yamaha). Qui le soddisfazioni azzurre arrivano da Andrea Verona (Husqvarna) e Matteo Pavoni (KTM), con il 4° posto nel Day2 per il primo ed il 5° posto per il secondo. Capaci entrambi di far segnare tempi record nel Cross Test e nell’Enduro Test, davanti anche al neo-campione Edmondson.

Video del Super test

Highlights day 1

Highlights day 2

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA