Lorenzo smentisce l’esistenza del “patto di Andorra” con Marquez

La notizia era stata data da “Repubblica” e ripresa da altri media italiani: Jorge e Marc si sarebbero incontrati nel principato pirenaico per stabilire una strategia anti Rossi. Il maiorchino smentisce seccamente

La storia infinita

Nel momento stesso in cui Marc Marquez cadeva alla curva 14 del circuito si Sepang, durante il 7° giro del GP di Malesia 2015, è stato chiaro a tutti che ci sarebbe stato uno strascico polemico. Anche perché quanto accaduto in gara era solo il 2° atto di una deriva cominciata nella conferenza stampa del giovedì, con le accuse di Rossi a Marquez di giocare a favore di Lorenzo, anzi, contro Valentino stesso. Ormai da giorni, e dopo le dichiarazioni a caldo dei piloti, gli schieramenti sono netti: pro Valentino (di cui si riconosce la reazione eccessiva ma a cui si concede l’attenuante del fatto di essere stato palesemente provocato - ad esempio lo ha fatto Alonso, della direzione gara; ma anche noi e la FMI); pro Marquez, considerato vittima dell’ennesima prepotenza di Rossi. E voi cosa ne pensate? Cliccate qui per partecipare al nostro sondaggio.

Veleni e smentite

In tutto questo, è stato tirato ovviamente in ballo anche Lorenzo, di fatto colui che dalla vicenda trae il maggior beneficio, dato che sono salite moltissimo le sue quotazioni per la vittoria del Titolo Mondiale a Valencia (anche se i bookmaker, a dire la verità, danno i due rivali della Yamaha alla pari…). Solo che forse si è un po’ esagerato. Lorenzo ha sì protestato per la sanzione a Rossi, ritenuta troppo blanda, ha sì dichiarato di aver perso il rispetto per Valentino (che ha risposto con un laconico “me ne farò una ragione”), ma la notizia iniziale secondo cui sarebbe andato furibondo e urlante in direzione gara è stata smentita. Poi è saltata fuori la storia del “patto segreto di Andorra”, secondo cui Lorenzo e Marquez si sarebbero incontrati nel piccolo principato pirenaico per orchestrare una strategia anti Rossi. Smentita anche questa, con un comunicato ufficiale che riportiamo. La storia continua e certamente non finirà dopo Valencia…
1/50 Danilo Petrucci

“Informazione ridicola e infondata”

Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP) nega categoricamente tutto ciò che è stato pubblicato nelle ultime ore circa un possibile incontro o patto con Marc Márquez, una informazione ridicola e infondata pubblicata ieri da “La Repubblica”, e successivamente riportata da altri media italiani.
Non volendo alimentare più questa spiacevole situazione, il pilota vuole solo esprimere disagio per queste voci, che tra l’altro non sono state verificate prima di esser pubblicate. L’entourage ribadisce ancora una volta la falsità di tutte queste informazioni.
Inoltre, si vuole precisare che Jorge Lorenzo non è mai stato nell'ufficio della Direzione Gara dopo il Gran Premio della Malesia, come alcuni media hanno commentato, così come lo stesso Jorge aveva spiegato in conferenza stampa.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA