di Matteo Solinghi - 30 luglio 2015

Jeffrey Herlings: "Stagione finita, ma sono felice. Al diavolo il 2015!"

Una notizia bella e una brutta in casa KTM. La Casa di Mattighofen prolunga per altri 4 anni il contratto con il Team De Carli nel Mondiale MXGP, ma al contempo vede uscir di scena la sua stella in MX2 per l'infortunio all’anca rimediato a Loket. Ecco la pesante dichiarazione dell’olandese

Jeffrey herlings: "stagione finita, ma sono felice. al diavolo il 2015!"

Da 4 anni domina la classe MX2 del Mondiale Motocross, ma solo nei primi 2 è riuscito a portare a termine la sua impresa: Jeffrey Herlings (qui la gallery 2015 a lui dedicata), stella di KTM e probabile futuro erede di Tony Cairoli, ne ha combinata una delle sue. A dir la verità questa volta il povero olandese volante si è dovuto inchinare alla sfortuna. Durante la qualifica del Gran Premio della Repubblica Ceca (qui il report delle gare e qui la gallery delle Monsterine) Jeffrey perde il controllo della sua KTM 250 SX-F 2016 e viene investito dall’ex compagno di squadra Jordi Tixier (Monster Energy Kawasaki). Risultato: anca lussata e operazione già effettuata (in Belgio e non in Repubblica Ceca), ma stagione finita. Ora “The Bullet” deve solamente stare a riposo e aspettare con ansia il 2016, i tempi di recupero sono lunghi.

 

FUORI DAI GIOCHI!

Lo scorso anno si presentò (coraggiosamente e ancora parecchio acciaccato dall’infortunio al femore) all’ultimo round MX2 per provare a conquistare quei pochi punti necessari per mantenere il vantaggio in Campionato su Tixier. Le cose andarono per il verso sbagliato e lo stesso Herlings si definì maturato e pronto per tornare a vincere nel 2015. Quest’anno invece non lo vedremo nemmeno a Glenn Helen, negli States, per l’ultimo GP della stagione. Jeffrey dice basta, si arrende e lascia strada libera a Tim Gajser (Honda Gariboldi), Valentin Guillod (Yamaha Standing Construct) e Pauls Jonass (Red Bull KTM). Saranno loro tre a giocarsi il titolo MX2 2015.

Ecco le parole di Pit Beirer, capo Motorsport KTM: “Naturalmente siamo tutti delusi e dispiaciuti dal fatto che non avremo la possibilità di vedere di nuovo in gara Jeffrey nel 2015, ma ora il suo unico compito è quello di concentrarsi su come guarire e tornare al 100%. Solamente allora sarà in grado di iniziare a prepararsi per la stagione 2016, magari inziando ad andare in bici. Come è con tutti i nostri piloti, la salute e il benessere di Jeffrey sono le nostre maggiori priorità. Ha la forza mentale per superare questa battuta d'arresto e ora ha bisogno di farsi forza per tornare come a star bene di nuovo”.

 

La dura dichiarazione di herlings

Ecco il commento pubblicato su Facebook da Jeffrey Herlings: “Quanto sfortuna può avere una persona? Sono fuori per il resto della stagione. E indovinate? Sono FELICE che questa stagione sia finita per me! F*CK 2015! Ora devo guarire. Nei prossimi due mesi non voglio più avere NIENTE a che fare con il motocross. Ma tornerò l'anno prossimo. Per il 2° anno di fila ho perso il Campionato a causa di infortuni. Grazie a Pit Beirer per aver creduto in me. Non ha ancora consegnato il titolo a qualcun altro, ma succederà in un futuro breve. Grazie a tutta la squadra, a tutti i miei sponsor e partner. Mi dispiace, ho lottato finché ho potuto. Ma credo di aver avuto il diavolo con me negli ultimi 369 giorni! Sembra che Dio mi odi. Grazie ai miei genitori, a mio fratello e a tutti quelli vicini a me. Un grande grazie anche alla mia ragazza, sempre con me. Ti amo così tanto piccola. Mi scuso per lasciare tutti dispiaciuti. Non ho più parole…”.

 

Ktm e de carli ancora insieme per altri 4 anni

Non è un anno felice per KTM nel Mondiale Motocross. Con Herlings fuori dai giochi per la corsa al titolo e Tony Cairoli costretto a fermarsi almeno per 2 GP (ma non sono poi moltissime le concrete speranze di vederlo in pista a Mantova il 23 agosto...), sembra andare tutto storto nei box orange. Ma ecco una buona notizia. KTM e il Team De Carli Racing hanno trovato un accordo per proseguire nella serie MXGP per altri 4 anni, quindi dal 2016 al 2019. Era il 2010 quando il team diretto da Claudio de Carli approdò in KTM con l’ambizione di far correre e vincere il talentuoso Antonio Cairoli. Sono passati 6 anni e sia Tony che KTM hanno ottenuto successi e gloria, titoli mondiali e grandi riconoscimenti. Ora Pit Beirer (capo Motorsport KTM) e Claudio De Carli (Team Manager De Carli Racing) hanno rinnovato la fiducia reciproca.

 

Le parole di beirer e de carli sul rinnovo

Pit Beirer: “Claudio nel paddock della MXGP è uno degli uomini più rispettati e di maggior esperienza e la nostra collaborazione ha portato a ottenere grandi successi. Siamo felici di aver rinnovato il nostro rapporto con un Team di grande valore e talento e guardiamo avanti con ambizione e fiducia”.

Beirer ricorda che: “Claudio de Carli per lo sviluppo delle moto potrà sempre contare sull’esperienza sviluppata da Casa Madre in Austria, dove vengono realizzare tutte le Factory Bike, sulla struttura in fase di realizzazione in Belgio che darà un ulteriore impulso allo sviluppo e ovviamente avrà sempre carta bianca presso il suo campo base romano”.

Claudio de Carli esprime soddisfazione per il rinnovo dell’accordo che lega il Team a KTM: “Nel 2010 eravamo felici e orgogliosi di iniziare una grande avventura con KTM. A distanza di 6 anni, la nostra collaborazione va oltre i fantastici risultati ottenuti; lavoriamo e interagiamo con un gruppo eccezionale, dove l’impegno nel Motosport si combina perfettamente con la determinazione e la passione di persone che danno il massimo per ottenere la vittoria. Di KTM fin da subito abbiamo apprezzato la professionalità, la competenza e l’importanza dei valori che tutti sanno trasmettere, valori alla base di ogni successo. Per questo oggi come allora siamo onorati di far parte della grande Famiglia KTM e guardiamo ai prossimi 4 anni con fondato ottimismo. Per questo voglio ringraziare KTM e in particolare Pit Beirer”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news