Husqvarna 701 Supermoto: si riparte a manetta!

Prime impressioni di guida di una moto attesissima, la "street motard" Husqvarna 701, che Fabio Meloni ha provato sulle strade dell'Algarve (Portogallo).  Il nostro tester non è stato fortunato col meteo, ma la Supermoto austro/svedese gli ha regalato quel divertimento nella guida che già è prerogativa della...  cugina KTM 690. Ma con più comfort

Finalmente gas!

Dopo mesi di anteprime, di info rilasciate col contagocce e filmati più o meno espliciti, il momento è arrivato. Finalmente siamo in sella alla Husqvarna 701 Supermoto, che proviamo in Portogallo. Per noi c’è Fabio Meloni, che testa sia la motard che la versione enduro. Cominciamo con le sue prime impre4ssioni di guida sulla stradale, a breve vi diremo della offroad.
1/45 Husqvarna 701 Supermoto in azione in Svezia su un lago ghiacciato

Che bel giocattolo!

Piove, Algarve ladro. E se proprio non piove, qualche goccia a ricordo del temporale appena passato e asfalto fradicio. Peccato. Peccato per vari motivi. Quella di oggi è, prima di tutto, l'occasione in cui Husqvarna torna a far provare una sua moto (due in realtà) dopo i trascorsi complicati, una sorta di nuovo inizio di cui la Casa va molto orgogliosa - e che, ci assicura, non si limiterà a questi due modelli, e nemmeno alle due piccole 400 cc viste ad Eicma l'anno scorso. E peccato perché, se anche dovesse migliorare, oggi pomeriggio saremo in sella alla enduro, quindi quelle che abbiamo davanti sono le poche ore per farci un'idea della supermoto.
C'è però una cosa che viene a nostro favore, ovvero che la nuova Husky stradale è molto, molto simile ad una Kappa 690 SMC. Cambiano le plastiche, il silenziatore e la taratura delle sospensioni, ma motore e telaio e tutto il resto sono identici. Non ci sorprende quindi più che scoprire una moto, riscoprirla - tranne per il rumore di scarico, che ci pare più silenzioso. Il "mono" di 690 cc, ormai lo conosciamo, è quel capolavoro di LC4 che spalma una spinta fluida e incredibilmente consistente lungo un arco di erogazione che va da poco più del minimo a 8.000 giri. E che dire della guida; in condizioni come queste apprezziamo molto la facilità data dal peso ridotto e il buon feeling trasmesso dalle gomme, e nei tratti meno umidi o che vanno asciugando, ritroviamo subito quella piacevole sensazione di giocare con una moto maneggevolissima e potente, che solo una motard di un certo tipo ti dà. La frenata è modulabile, la frizione morbidissima, il cambio buono. Dopo circa 3 ore e 150 km torniamo all'albergo, e scendendo dalla moto notiamo qualcosa. O meglio, NON lo notiamo: il sedere non fa male. Scommetteremmo che la sella della KTM è un bel po' più scomoda di questa.

Husqvarna 701: disponibilità e prezzi della gamma

Entrambe le Husqvarna 701 sono in vendita da novembre, la Supermoto a 9.790 euro (chiavi in mano), la Enduro a 9.530 euro (chiavi in mano)
 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli