Corrado, M5S: “Ridurremo il traffico privato. Intanto via libera alle moto”

Elezioni comunali 2016: intervista esclusiva di Motociclismo a Gianluca Corrado, candidato grillino per Milano. Ai maggiori aspiranti sindaci di Milano e Roma abbiamo chiesto quale sarà il loro atteggiamento verso le due ruote: le risposte sui numeri di maggio e giugno, ma le riproponiamo qui. Seguiranno Parisi (centrodestra) e Sala (centrosinistra) per il capoluogo lombardo, poi toccherà alla Capitale

I sindaci e i motociclisti

In vista delle elezioni amministrative del prossimo 5 giugno, pubblichiamo le nostre interviste ai maggiori candidati sindaco di Milano e Roma, ai quali abbiamo fatto ovviamente domande inerenti alle due ruote. Partiamo con il candidato Cinque Stelle meneghino Gianluca Corrado (che non avevamo dimenticato...). Poi sarà la volta degli altri due maggiori contendenti al Comune di Milano, Stefano Parisi (centrodestra) e Beppe Sala (centrosinistra). Infine sarà la volta dei candidati al Campidoglio

Milano - Gianluca Corrado - M5S

Gianluca Corrado, 39 anni, avvocato penalista, è nato a Lipari (ME), ha studiato giurisprudenza a Bologna, è a Milano dal 2002. Vive con la compagna e ha due figli.
 
Cosa prevede il suo programma in generale per la viabilità e per moto e scooter in particolare?
Abbiamo una visione della mobilità incentrata sulla sostenibilità ambientale e finalizzata alla tutela della salute pubblica. Nel lungo periodo, il traffico privato dovrà essere sempre più ridotto e i veicoli a motore sostituiti da elettrici. Nelle fasi intermedie, favoriti i mezzi a due ruote: il loro maggior uso migliora la scorrevolezza del traffico.
 
Le moto hanno contribuito alla fluidificazione del traffico, anche grazie al libero accesso ad Area C. Ne manterrà la gratuità?
Ritengo che sin quando l’accesso ad alcune aree della città sarà soggetto a pedaggio le moto possano essere esonerate.
 
È previsto un allargamento dell’area a pagamento?
Stiamo valutando varie opzioni, tra le quali la creazione di una ZTL più estesa, solo in parte a pagamento e in parte preclusa ad alcuni veicoli. In ogni caso vaglieremo le varie opzioni insieme ai milanesi onde trovare il miglior equilibrio possibile tra gli interessi legittimi.
 
In centro è cronica la carenza di parcheggi per due ruote, prevede di realizzarne ulteriori?
Sì, un minor afflusso di veicoli a quattro ruote, consentirebbe di procedere in tal senso.
 
Lo stato di alcune strade resta disastroso, in particolare quelle con il pavé: punta a migliorarle?
Migliorarle, ma non stravolgerle. Siamo contrari alla sostituzione massiva del pavé con l’asfalto.
 
È previsto un diverso uso dei fondi di Area C, ora vincolati alla mobilità sostenibile (trasporto pubblico, ciclabili e bike sharing) per esempio per la manutenzione?
Dovremo capire quali scelte assumere sul pedaggio dopo un’attenta valutazione della volontà dei milanesi e della nostra imprescindibile volontà di assicurare un'elevata qualità di vita per i cittadini. In ogni caso gli introiti potranno essere usati, in un più ampio progetto di mobilità, per ciò che momento per momento, risultasse maggiormente utile.
 
Alcune preferenziali sono accessibili alle moto, mentre altre no, ingenerando spesso confusione negli stessi milanesi, figurarsi nei forestieri. È ipotizzabile aprirle alle moto?
Si deve valutare caso per caso. Esistono situazioni in cui ciò potrebbe essere pericoloso, in primo luogo per i motociclisti. Non vi è comunque preclusione.
 
A Milano si ha la percezione che i vigili urbani siano poco in strada e che le multe vengano fatte solo da telecamere e velox. Prevede di incrementare il numero di agenti in strada?
Sì, ma per finalità di controllo del territorio e quindi di sicurezza generale. Non certo per far cassa.
 
Il suo predecessore Pisapia, grazie ai 10 autovelox installati, ha incassato quasi 200 milioni di euro in multe. Lei cosa prevede?
La legalità è imprescindibile, ma la pubblica amministrazione deve essere sempre trasparente con i cittadini, specialmente quando si tratta di applicare sanzioni.
 
Qual è il suo rapporto personale con moto e/o scooter?
Ho sempre preferito scooter e moto alle auto. Prediligo le naked.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA