Comparativa maxisportive: doppio pareggio ma vittoria netta

Se si considerano solo i decimi di secondo, a Monza e a Misano abbiamo staccato il medesimo tempo con le due moto più veloci in pista: come si decreta la vincitrice di una prova che si gioca sui centesimi o addirittura i millesimi di secondo?

Comparativa maxisportive: doppio pareggio ma vittoria netta

1’51”03. Il nostro cronometrista dal muretto box di Monza resta di sasso quando registra due tempi identici tra loro. Si tratta manco a farlo apposta delle supersportive più veloci in pista, mica di scaramucce nelle retrovie. Dopo il pareggio di Misano (1’41”0, qui il report del day 3), all’idea di un altro ex equo in vetta… ci si ghiaccia il sangue. Ma com’è possibile?! La comparativa 2015 (qui le foto) sembra nata nel segno dell’incertezza. Fortunatamente l’esperienza sulla pista romagnola è stata di lezione, e a Monza non ci accontentiamo dell’acquisizione satellitare AIM né di quella manuale del nostro pur valido collaboratore, perché è provato che entrambe possono sgarrare di alcuni centesimi di secondo: stavolta però abbiamo i trasponder, e mai come in questo caso siamo felici dell’investimento…

 

Quanto conta un centesimo di secondo?

Stampata dei tempi alla mano, le due moto sono divise da 1 solo centesimo di secondo: il best lap assoluto è di 1’51”02. E allora la domanda nasce spontanea: ha senso decretare la vincitrice di una prova così importante se una moto precede le sue rivali di un battito di ciglia (ma forse anche meno) al traguardo di un giro cronometrato? No, non ha senso. È per questo motivo che il verdetto di Motociclismo nasce in modo diverso, e cioè dalla somma di quattro fattori: il primo è la scheda di valutazione delle varie moto, una sorta di pagella che i tester compilano voce per voce con la massima razionalità; la seconda è la “classifica del cuore”, ossia una valutazione data di pancia e basata quasi esclusivamente sulle emozioni e il piacere di guida che il veicolo trasmette al pilota; la terza e la quarta sono i tempi sul giro a Misano e a Monza.

 

Qualcuno ha fatto il pieno

Ognuna delle 4 voci incide per il 25% sull’esito della comparativa, e il massimo punteggio ottenibile è di 100 punti: possiamo già anticiparvi che una Casa e la sua moto hanno fatto il pieno. Vi spiegheremo nel dettaglio come è maturato questo risultato straordinario sia con il supporto dell’acquisizione dati sia attraverso le sensazioni dei nostri 6 tester, che dopo quattro giornate in pista e oltre 1.000 km di pieghe al limite, un’idea precisa di come vanno le moto se la sono fatte abbastanza bene. Tutto questo e molto altro ancora lo troverete su Motociclismo di giugno, in edicola a fine maggio, e su Italia 1, all’interno della trasmissione Grand Prix che andrà in onda a giugno.

 

SEGUITE I LINK

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA