SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Casey Stoner sulla Ducati a Sepang: ”Sorpreso dal mio tempo sul giro”

Dopo un anno di “astinenza” motociclistica, l’Australiano è tornato in sella a Sepang con la Ducati MotoGP, affiancando Michele Pirro nel ruolo di collaudatore. Casey giudica positivo l'esordio in rosso ed è fiducioso di poter dare un prezioso aiuto a Dall’Igna e agli ingegneri per lo sviluppo della GP16. Anche Pirro è sceso in pista, pochi giri con una moto "addobbata" con numerosi sensori

"Ho trovato il feeling più velocemente di quanto mi aspettassi"

Oggi a Sepang tutti i riflettori erano puntati sul ritorno di Casey Stoner in sella alla Ducati: era da 6 mesi che il due volte campione del mondo non guidava una moto da corsa (l’ultima è stata la Honda CBR1000RR con la quale ha partecipato alla 8 ore di Suzuka, senza però concludere la gara a causa di una brutta caduta) e da circa un anno che non saliva in sella ad un prototipo da GP. “Onestamente non sapevo cosa aspettarmi” ha dichiarato Casey Stoner riguardo alla sua prima uscita stagionale, “ma tutta la squadra è stata fantastica: mi ha accolto nel migliore dei modi e abbiamo lavorato insieme con armonia. Ho ancora bisogno di un po’ di tempo per tornare a un livello competitivo e ritrovare il feeling giusto”. Ciò nonostante, l’australiano ha affermato che “è stata una prima giornata positiva, abbiamo subito trovato un buon feeling con la moto e con le gomme, più velocemente di quanto mi sarei aspettato. Sono contento e sorpreso dal mio tempo sul giro (giro più veloce: 2’02”150, a circa 1 secondo dal record della pista, ndr) e spero di migliorare ancora domani.
Stoner, dopo aver completato 54 tornate, è comunque consapevole di quante cose ci siano ancora da provare, da migliorare, e soprattutto del fatto che debba ancora abituarsi alla moto. Dà però una forte iniezione di fiducia, dichiarando che “La Desmosedici GP ha un gran potenziale, e spero di riuscire a dare il feedback giusto a Gigi e agli ingegneri di Ducati Corse per aiutare i due Andrea a ottenere degli ottimi risultati quest’anno. E’ stato fantastico lavorare di nuovo con Gabriele (Conti) e assieme a Marco (Palmerini) e Gigi (Dall’Igna): si sono tutti dimostrati dei veri professionisti e oggi è andato tutto bene!”.

"Sono convinto che potremmo ottenere dei buoni risultati"

L'altro collaudatore Ducati, il pugliese Michele Pirro, ha percorso pochi giri in sella ad una GP16 dotata di numerosi sensori, dichiarando che “il programma prevedeva solo un test di funzionamento di componenti elettronici seguito da uno di svuotamento carburante, per cui una volta finito il mio lavoro la squadra si è concentrata sul debutto di Casey”. L’italiano pensa già a domani, giornata nella quale si faranno "gli ultimi ritocchi prima dei tre giorni di test ufficiali in programma da lunedì”. Anche Pirro si dichiara soddisfatto: “Le sensazioni sono buone e già da mercoledì siamo riusciti a fare un buon lavoro. Sono convinto che potremo ottenere dei buoni risultati, ed avendo testato le moto sia di Iannone che di Dovizioso sono fiducioso, nonostante le condizioni della pista non siano ottimali”.

Stando a quanto afferma Ducati nel comunicato ufficiale, entrambi i piloti collaudatori continueranno domani i lavori in programma per l’ultima giornata di test privati, in realtà è sempre Ducati a confermare che solo Pirro scenderà in pista e che Stoner resterà fermo per scendere invece in pista insieme ai piloti ufficiali nei test IRTA in programma dall’1 al 3 febbraio.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA