di Beppe Cucco - 12 marzo 2020

Bering richiama l’airbag a cavo C-Protect Air

In alcuni gilet con airbag a cavo Bering C-Protect Air certi componenti non soddisfano i requisiti di qualità. L'azienda chiede che venga sospeso l'utilizzo del prodotto. Ecco i numeri di lotto dei prodotti interessati dal richiamo

Bering ha scoperto, in alcuni lotti di produzione del suo airbag a cavo C-Protect Air, la presenza di uno o due componenti del prodotto (cinghia di aggancio al veicolo e cinghia elastica del gilet airbag) non in grado di soddisfare i requisiti di qualità dell'azienda. Per questo motivo, Bering chiede che venga sospeso temporaneamente l'utilizzo del prodotto da parte di chi lo ha acquistato nel caso in cui quest'ultimo faccia parte di uno dei lotti difettosi.

I clienti del prodotto C-Protect Air sono invitati a consultare la pagina web dedicata per verificare se il loro gilet airbag appartenga a uno dei lotti oggetto del richiamo. In caso positivo, potranno lasciare il loro dati personali in modo da ricevere le parti di ricambio da sostituire, insieme a un manuale di istruzioni. Bering chiede inoltre che le parti sostituite vengano distrutte o rese inutilizzabili.

Per qualsiasi informazione è disponibile un servizio di customer service (in inglese e francese) al numero +33/34803947 (dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 17,30), oppure è possibile scrivere all'indirizzo mail: recall@trophygroup.com.

Le immagini qui sotto indicano dove leggere i numeri di lotto, i capi coinvolti dal richiamo e le parti da sostituire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA