di Beppe Cucco - 13 marzo 2019

Yamaha M1, le foto dal 2002 al 2019

Attraverso le immagini vi mostriamo come è cambiata la Yamaha YZF-M1 dalla sua prima versione del 2002 ad oggi. Ripercorriamo la storia della MotoGP di Iwata

Nel 2002, con il debutto della nuova classe MotoGP, ha fatto il suo esordio la Yamaha YZF-M1, che ha sostituito la YZR 500 a due tempi. La prima versione del motore della M1 è un 4 tempi 4 cilindri in linea di 1.000 cc con raffreddamento a liquido e alimentazione a carburatori; il primo telaio quello già collaudato della YZR 500. L'anno successivo arriva l'iniezione elettronica e nel 2007, per via del cambio di regolamento, la cilindrata scende a 800 cc, per poi tornare a potenza piena (1.000 cc) nel 2012.

I test sulla M1 iniziano nel 2001, affidati a Max Biaggi e John Kocinski; i due piloti che nel 2002 portano poi la moto in gara sono lo stesso Biaggi e Carlos Checa. Al termine della sua prima stagione la moto riesce a conquistare due vittorie: in Repubblica Ceca e in Malesia con Max Biaggi. Nel 2003 Max abbandona il team, sostituito da Marco Melandri; l''accoppiata Melandri/Checa non raggiunge però risultati di particolare rilievo (miglior piazzamento 4° posto con Checa; Catalogna e Olanda). Nel 2004 al posto di Melandri nel team arriva Valentino Rossi che porta subito la M1 ad ottenere il suo primo titolo mondiale. Quell'anno il secondo pilota è ancora Checa, ma viene sostituito poi l'anno successivo da Colin Edwards. Nel 2005 (anno in cui arriva il secondo Mondiale della M1), 2006 e 2007 i piloti ufficiali restano invariati: Edwards e Rossi. Nel 2008 Jorge Lorenzo prende il posto del pilota americano e in quello stesso anno la M1 conquista il terzo titolo mondiale, con Rossi. Titolo che il Dottore riesce a conquistare anche l'anno successivo.

Nel 2011 Ben Spies sale sulla M1 di Valentino Rossi, che passa in Ducati, al fianco di Lorenzo. La coppia rimane così formata per due anni, e al secondo anno Lorenzo conquista il titolo mondiale. Nel 2013 Rossi rientra in Yamaha e resta in sella alla M1 insieme a Lorenzo fino al 2016. Nel quadriennio il Team riesce a conquistare un altro titolo iridato con Jorge, nel 2015.

Nel 2017 Lorenzo passa in Ducati e al suo posto sulla M1 ufficiale sale Maverick Viñales, che si aggiudica il 3° posto in classifica al suo anno di esordio con il Team di Iwata. La coppia di piloti non cambia nel 2018 e anche nel 2019 sarà il duo Rossi-Viñales a guidare la M1 ufficiale del Team Monster Energy Yamaha MotoGP.

Qui sotto trovate le foto della Yamaha M1 nella sua ultima versione; nella gallery in cima all'articolo trovate, invece, le foto proposte da MotoGP.com che vi permettono di ripercorrere tutte le livree della M1 dal suo anno di esordio fino ad oggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA