di Beppe Cucco - 06 novembre 2018

Kawasaki H2 SX SE+, per viaggiare in prima classe

Sviluppata sulla base della Ninja H2 SX SE questa nuova versione "+" è arricchita da sospensioni elettroniche semiattive, pinze freno Brembo Stylema, strumentazione evoluta…

Ad affiancare H2 SX e H2 SX SE ad Eicma 2018 Kawasaki porta la nuova SX SE+. Questo nuovo modello condivide motore e telaio con la sorella SX SE, ma è arricchito con sospensioni elettroniche semiattive, pinze freno Brembo Stylema, strumentazione evoluta… e altri dettagli che la rendono "di prima classe". Come detto il motore non cambia, ritroviamo quindi il 4 cilindri in linea sovralimentato di 998 cc capace di 200 CV a 11.000 giri e con un picco di coppia di 137,3 Nm a 9.500 giri; immutato anche il telaio, a traliccio in acciaio. Per tutti i dettagli tecnici vi rimandiamo però al nostro articolo di presentazione della moto che ha fatto da "base" a questa nuova SX SE+.

La novità più interessante è senza dubbio il pacchetto di sospensioni elettroniche semiattive, che dona alla moto lo smorzamento in compressione ed estensione a controllo elettronico. Sviluppato sulla base di quello di cui è dotata la ZX-10R SE 2018, il sistema di sospensioni KECS della nuova H2 SX SE+ è in grado di adattare in tempo reale il setting delle sospensioni per adattarsi al tipo di terreno e allo stile di guida. Il sistema semiattivo si adatta alla strada e alle condizioni di guida in tempo reale, fornendo lo smorzamento ideale richiesto. Lo smorzamento è regolato elettronicamente per adattarsi alla velocità del veicolo e alla velocità della corsa della sospensione. È presa in considerazione anche la decelerazione che permette di controllare il beccheggio in frenata. Il controllo avviene tramite un'elettrovalvola a solenoide con attuazione diretta (fase singola). Ne deriva un tempo di reazione di 1 millisecondo – più veloce dei sistemi che si basano sui motori passo-passo o che usano la valvola pilota (attuazioni in due fasi). I sensori della corsa sono integrati sulla forcella e sull'ammortizzatore posteriore e forniscono informazioni sulla velocità di corsa e compressione in tempo reale. Le bobine sensore forniscono informazioni alla centralina della sospensioni ECU KECS ogni millisecondo. Queste informazioni sono integrate con quelle fornite dalla piattaforma inerziale IMU (accelerazione/decelerazione) e dalla centralina elettronica ECU FI (velocità veicolo) ogni 10 millisecondi. Quindi la ECU KECS indirizza la corrente alle elettrovalvole per regolare lo smorzamento secondo la situazione.

Le novità non finiscono…

Tra gli altri miglioramenti apportati troviamo nuove pinze freno monoblocco ad attacco radiale Brembo Stylema, che con i loro 4 pistoncini mordono due dischi da 320 mm. Non cambia l'impianto posteriore, con disco da 250 mm e pinza a due pistoncini.

A livello elettronico la suona SX SE+ offre ora al pilota la possibilità di scegliere 4 mappe motore: Sport, Road, Rain e Rider (personalizzabile). Nuova anche la strumentazione, composta dal contagiri analogico affiancato da un display TFT a colori che da la possibilità di scegliere tra 4 tipi di visualizzazione pre-impostati. Inoltre, questa nuova strumentazione è in grado di connettersi agli smartphone; così facendo i due apparecchi sono in grado di scambiarsi informazioni riguardo al veicolo, quelle del viaggio, le notifiche ed è possibile operare sui settaggi della moto direttamente dal cellulare.

Ultima, ma non meno importante, la nuova vernice ad alta resistenza. La nuova Kawasaki Ninja H2 SX SE+ è disponibile nella sola livrea "Metallic Graphite Gray / Metallic Diablo Black / Emerald Blazed Green"

Scheda tecnica

MOTORE
Tipo
Cilindrata
Alesaggio e Corsa
Rapporto di compressione
Distribuzione
Sistema di alimentazione
Sistema di aspirazione
Accensione
Avviamento
Lubrificazione
4 tempi, 4 cilindri in linea, raffreddato a liquido
998 cc
76,0 x 55,0 mm
11,2:1
DOHC, 16 valvole
Iniezione carburante: φ40 mm x 4 con doppia iniezione
Supercharger Kawasaki
Digitale
Elettrico
Forzata a carter umido con sistema di raffreddamento dell’olio
TRASMISSIONE
Trasmissione
Trasmissione finale
Rapporto di trasmissione primario
Rapporti di trasmissione: 1a
2a
3a
4a
5a
6a
Rapporto di trasmissione finale
Frizione
6 rapporti, ritorno, corona dentata
Catena
1,480 (74/50)
3,077 (40/13)
2,471 (42/17)
2,045 (45/22)
1,727 (38/22)
1,524 (32/21)
1,348 (31/23)
2,444 (44/18)
Dischi multipli in bagno d'olio, manuale
TELAIO
Tipo

Escursione ruota:
anteriore
posteriore
Ruota:
anteriore
posteriore
Angolo di inclinazione del cannotto di sterzo
Avancorsa
Angolazione dello sterzo (sinistra/destra)
Traliccio, acciaio ad alta resistenza, con piastra di montaggio del forcellone

120 mm
139 mm

120/70ZR17M/C (58W)
190/55ZR17M/C (78W)
24.7o
103 mm
30o / 30o
SOSPENSIONI
Anteriore


Posteriore
Forcella rovesciata da φ43 mm con regolazione elettronica KECS, completamente regolabile
Ammortizzatore BFRC con regolazione elettronica KECS, completamente regolabile
FRENI
Anteriore: Tipo
Pinza
Posteriore: Tipo
Pinza
Dischi doppi semiflottanti da φ320 mm
Brembo Stylema radiale monoblocco a 4 pistoncini
A disco singolo da φ250 mm
A 2 pistoncini opposti
DIMENSIONI
Lunghezza
Larghezza
Altezza
Interasse
Altezza minima da terra
Altezza sella
Peso in ordine di marcia
Capacità del serbatoio
2.135 mm
775 mm
1.260 mm
1.480 mm
130 mm
835 mm

262 kg
19 litri
PRESTAZIONI
Potenza massima
Potenza massima con Ram Air
Coppia massima
200 CV / 11.000 giri
210 CV / 11.000 giri
137,3 Nm / 9.500 giri

© RIPRODUZIONE RISERVATA