SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Aprilia RSV4 RR e RF: titolata, ancora più “cattiva” e in doppia versione

Esordisce a Eicma 2014 una nuova belva della Casa di Noale, la diretta evoluzione della RSV4 attuale: 16 CV in più, ciclistica rinnovata, nuovo look. C’è anche un’edizione limitata con componenti speciali, chiamata RSV4 RF: sono previsti solamente 500 esemplari

Aprilia rsv4 rr e rf: titolata, ancora più “cattiva” e in doppia versione

La nuova Aprilia RSV4 RR è l’evoluzione (notevole) della Aprilia RSV4, quest’ultima vincitrice del Mondiale SBK piloti 2014 con Sylvain Guintoli e, grazie anche alle 6 vittorie di Melandri, trionfatrice anche nel mondiale Costruttori

 

TECNOLOGIA ALL’AVANGUARDIA

Le qualità di una ciclistica di derivazione corsaiola (centralizzazione delle masse e forcellone più lungo di 14 mm) si combinano con il motore V4 che in questa ultima evoluzione supera i 200 CV, 16 in più della versione precedente. Oltre alle maggiori prestazioni, sottolineiamo il peso ridotto di 1,5 kg e un pacchetto di controlli elettronici completo. L'aPRC (Aprilia Performance Ride Control) è il pacchetto di sistemi di controllo direttamente derivato dalla tecnologia nel campionato mondiale Superbike (aTC: Aprilia Traction Control, il controllo di trazione regolabile in corsa, senza chiudere il gas, su 8 livelli grazie ad un pratico joystick sul semimanubrio sinistro, con raffinatissime logiche di intervento; aWC: Aprilia Wheelie Control, il sistema di controllo di impennata, regolabile su tre livelli, è stato ricalibrato per la massima performance nel livello 1, il più libero; aLC: Aprilia Launch Control, il sistema di asservimento alla partenza per esclusivo uso pista, regolabile su 3 livelli; aQS: Aprilia Quick Shift, il cambio elettronico, per cambiate rapidissime senza chiudere il gas e senza usare la frizione.. Sulla RSV4 RR, l'aPRC è stato evoluto per adeguarsi alle nuove caratteristiche di motore e ciclistica, per soddisfare così le esigenze specifiche dell'amatore e del pilota professionista. Il nuovo aPRC si integra con la gestione elettronica “full Ride-by-Wire” multimappa del V4 di Aprilia. Ognuno dei 3 livelli d’intervento del Race ABS può essere combinato con una qualsiasi delle 3 nuove mappe del motore, per permettere a piloti di diversa esperienza e capacità di trovare la migliore combinazione possibile.

 

 

IL LOOK

Completamente ridisegnata la parte frontale: ora è presente un nuovo cupolino più protettivo, nato a seguito di studi aerodinamici in galleria del vento, che concede più riparo dall’aria ai piloti. Questa scelta ha riflessi positivi non solo in circuito quando si cerca protezione per spuntare la massima velocità, ma anche su strada, dove si beneficia di un maggior comfort grazie alla minore pressione dell’aria sul corpo e sul casco. Nuovo è anche il caratteristico triplo proiettore, che guadagna forme più moderne e una luce di posizione a led. Nuovi anche gli specchietti retrovisori, anch’essi studiati in galleria del vento, con una visuale migliorata e inglobano indicatori di direzione a led.

 

EDIZIONE LIMITATA

Per celebrare l'arrivo della nuova regina delle superbike, Aprilia propone anche una versione in edizione limitata in 500 pezzi - la RSV4 RF - caratterizzata dalla livrea dedicata e da elementi racing di serie (verdi scheda teccnica sotto e gallery).

 

SCHEDA TECNICA

  • Tipo motore: 4 cilindri a V longitudinale di 65°, 4 tempi, raffreddamento a liquido, distribuzione bi-albero a camme (DOHC), quattro valvole per cilindro
  • Carburante: benzina Senza Piombo
  • Alesaggio e corsa: 78 x 52,3 mm
  • Cilindrata: 999,6 cc
  • Rapp. di compressione: 13.6:1
  • Potenza max all'albero: 201 CV (148 kW) a 13.000 giri/min
  • Coppia max all'albero: 115 Nm a 10.500 giri/min
  • Alimentazione: airbox con prese d’aria dinamiche frontali. Cornetti di aspirazione ad altezza variabile controllati da centralina controllo motore; 4 corpi farfallati Marelli da 48 mm con 8 iniettori e gestione Ride-by-Wire di ultima generazione. Multimappa selezionabile dal pilota in marcia: T (Track), S (Sport), R (Race).
  • Accensione: elettronica digitale Magneti Marelli integrata nel sistema di gestione motore, con una candela per cilindro, bobine tipo “stick-coil”
  • Avviamento: elettrico
  • Scarico: schema 4 in 2 in 1, due sonda lambda, mono silenziatore laterale con valvola parzializzatrice comandata dalla centralina gestione motore e catalizzatore trivalente integrato (Euro 3)
  • Generatore: volano con magneti alle terre rare da 450 W
  • Lubrificazione: a carter umido con radiatore olio/aria, doppia pompa olio (lubrificazione e raffreddamento)

 

Cambio: Estraibile a 6 rapporti

  • Prima: 39/15 (2.600)
  • Seconda: 33/16 (2,063)
  • Terza: 34/20 (1.700)
  • Quarta: 31/21 (1.476)
  • Quinta: 31/23 (1.348)
  • Sesta: 34/27 (1.259)

 

  • Comando cambio con sistema elettronico Aprilia Quick Shift (aQS)
  • Frizione: multidisco in bagno d’olio con sistema antisaltellamento meccanico
  • Trasmissione primaria: a ingranaggi a denti dritti e parastrappi integrato, rapporto di trasmissione: 73/44 (1.659)
  • Trasmissione secondaria a catena: rapporto di trasmissione: 41/16 (2.5625)
  • Gestione della trazione: sistema aPRC (Aprilia Performance Ride Control) che comprende controllo di trazione (aTC), controllo di impennata (aWC), controllo di partenza (aLC) tutti settabili e disinseribili indipendentemente
  • Telaio: in alluminio a doppia trave con elementi fusi e stampati in lamiera

 

Regolazioni previste:

  • posizione e angolo cannotto di sterzo
  • altezza motore
  • altezza perno forcellone
  • ammortizzatore di sterzo Öhlins regolabile (solo RF)
  • Sospensione anteriore: forcella Sachs con steli diametro 43 mm; (Forcella Öhlins Racing, con trattamento superficiale TIN per la RF). Piedini forgiati in alluminio ribassati per fissaggio pinze radiali. Regolabile in precarico molle, estensione e compressione idraulica. Escursione ruota 120 mm
  • Sospensione posteriore: monoammortizzatore Sachs regolabile in estensione e compressione, precarico della molla, lunghezza interasse (monoammortizzatore Öhlins Racing con piggy-back completamente regolabile in: precarico molla, lunghezza interasse, idraulica in compressione ed estensione per la RF). Biellismo progressivo APS. Escursione ruota 130 mm
  • Freno anteriore: doppio disco diametro 320 mm flottante con pista frenante in acciaio inox alleggerito e flangia in alluminio con 6 nottolini. Pinze Brembo M430 monoblocco a fissaggio radiale a 4 pistoncini diametro 30 mm contrapposti. Pastiglie sinterizzate. Pompa radiale e tubo freno in treccia metallica
  • Freno posteriore: a disco, diametro 220 mm; pinza Brembo a 2 pistoncini isolati diametro 32 mm. Pastiglie sinterizzate. Pompa con serbatoio integrato e tubo in treccia metallica
  • ABS Bosch 9MP, regolabile su 3 mappe, dotato di strategia RLM (Rear wheel Lift-up Mitigation) e disinseribile.
  • Cerchi: in lega d’alluminio a 3 razze sdoppiate (forgiati in lega d’alluminio, completamente lavorati, a 5 razze sdoppiate per la RF). Anteriore: 3.5”X17”, posteriore: 6”X17”
  • Pneumatici: radiali tubeless. Anteriore: 120/70 ZR 17, posteriore: 200/55 ZR 17 (in alternativa 190/50 ZR 17; 190/55 ZR 17)
  • Peso a secco: 180 kg*
  • Serbatoio: 18,5 litri (4 di riserva)

*Peso dichiarato a secco, senza batteria e senza liquidi.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA