Antonelli: “A inizio anno mi son perso, ora sono un altro pilota”

Faccia a faccia con una delle giovani promesse del motociclismo italiano, in forze allo Junior Team Go&Fun di Gresini. Si parla della stagione, del pilota, del ragazzo, del futuro

Antonelli: “a inizio anno mi son perso, ora sono un altro pilota”

Partiamo dalle cose meno positive: come mai tanti errori quest’anno?

Perché devo migliorare nella gestione della gara e del corpo a corpo, che in questa categoria serve molto. Però sono molto veloce in inserimento e in percorrenza di curva, quando non sono in bagarre faccio ottimi tempi. Insomma, mi manca un ultimo piccolo step.

 

E se fosse più questione di testa che di guida?

La pressione deriva da un insieme di cose, e quest’anno non mi hanno certo aiutato tanti piccoli errori. In effetti a un certo punto della stagione ho un po’ perso la testa, ma mi sono ripreso bene e molto prima del previsto. Oggi non rifarei gli errori di inizio stagione.

 

Non c’entra anche l’affiatamento con la nuova moto, la KTM?

Beh, la Honda  dello scorso anno (Antonelli ci ha corso nel 2012 e 2013, ndr) non c’entra nulla con la KTM, e a dire il vero neppure con la Honda di quest’anno. Sicuramente la moto giapponese che conosco io era più dolce e più facile, però sul dritto dalla KTM perdevi una vita. Forse, nonostante il grande passo avanti della Honda nel 2014, KTM ha ancora un po’ più di motore, e questo mi aiuta, ma secondo me loro sono un filo avanti di telaio.

 

Ci dicono che sei un super atleta

In effetti vado in palestra tutti i giorni a parte il sabato, che dedico al ranch. Poi ho la passione per il motard: col mio TM 450 vado in pista la domenica o il mercoledì, di solito a Pomposa, più raramente a Misano, Ortona o Latina.

 

Tu passeresti dalla Moto3 alla MotoGP?

Secondo me è più bello fare un percorso completo, è meglio provare tutte le moto prima di approdare al top. Poi però se penso a Miller mi dico anche che ci sono treni che non passano tante volte e che è difficile dire di no.

 

Chi sono i giovani fenomeni di oggi?

Sicuramente Miller, per il semplice fatto che è in testa al Mondiale, ma anche Romano Fenati. Ho combattuto con lui tante volte nel CIV, ma al Mondiale lui ha fatto un passettino in più di me. E poi anche Enea è stato bravissimo quest’anno, ha sfruttato benissimo l’occasione di avere subito una moto buona e di non avere particolari pressioni.

 

Allora, Nicco, in bocca al lupo per il GP di San Marino e della Riviera di Rimini (qui gli orari TV). In attesa di vedere come andrà la gara di Antonelli, non dimenticate di giocare a FantaMOTOCICLISMO: fate il vostro pronostico sulle prime 5 posizioni della gara della MotoGP e, al termine della stagione, potrete diventare tester di Motociclismo per un giorno. Per partecipare cliccate sul pulsante arancione qui sotto:

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA