SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Anteprima: Yamaha Majesty 400, rivisto lo scooter della Casa dei tre diapason

Rivisto nell'estetica e migliorato nella meccanica: Yamaha presenta il Majesty 400 in una nuova versione più accattivante per il 2009

Anteprima: yamaha majesty 400, rivisto lo scooter della casa dei tre diapason




Majesty 400 – Evoluzione, non rivoluzione: il nuovo Majesty si rifà il look, migliora nei dettagli ed è disponibile anche con ABS. Si parte dalla nuova carenatura, rivista nel frontalino, nei fianchetti e nel codone; nuovi il gruppo ottico anteriore caratterizzato dal doppio faro e quello posteriore, a LED, con indicatori di direzione integrati. La sella, di nuovo disegno, è più ampia e dotata di supporto lombare per il pilota. Nessun problema di spazio: il vano sottosella può contenere due caschi e nel retroscudo c’è un vano portaoggetti protetto da una serratura. Introdotti anche il freno di stazionamento con comando al manubrio e l’antifurto immobilizer, che si attiva non appena si sfila la chiave di accensione. Il propulsore è il collaudato monocilindrico 4 tempi di 395 cc raffreddato a liquido. Dotato di 4 valvole, contralbero antivibrazioni e iniezione elettronica, sviluppa 34 CV a 7.250 giri e 3,7 kgm a 6.000 giri. Unica novità dal punto di vista meccanico è una diversa frizione della trasmissione automatica, ora più fluida e confortevole. Il telaio è perimetrale in alluminio e acciaio, la forcella è tradizionale con steli da 41 mm e al posteriore troviamo due ammortizzatori. Disponibile anche una versione con ABS, che agisce sui due dischi anteriori da 267 mm e sul disco posteriore da 267 mm. Majesty 400 sarà disponibile in primavera nei colori bianco, nero e argento. Il prezzo non è ancora stato definito, ma il listino sarà certamente ritoccato verso l’alto e dovrebbe attestarsi sui 6.500 euro.  

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA