Ancora rimandata la produzione della Horex VR6

Il motore dell’attesa roadster tedesca si è rivelato meno pulito del previsto. È stato quindi dotato di un nuovo sistema di iniezione di aria secondaria. Con inevitabili ritardi nella produzione, che partirà solo a fine maggio

Ancora rimandata la produzione della horex vr6

Le prove di omologazione della versione di serie dell’attesa novità made in Germany (se ne parla ormai dal 2010, cliccate qui per sapere tutto) hanno evidenziato valori nelle emissioni superiori a quelli mostrati dai motori prototipo e pericolosamente vicini ai massimi consentiti. Questo ha fatto sì che i dirigenti della Casa prendessero l’importante decisione di modificare il motore in maniera importante, al fine di renderlo non solo rispettoso delle norme attuali, ma anche e soprattutto pronto per quelle del prossimo futuro.


Per far questo, è stato aggiunto un sistema di iniezione di aria secondaria nell’impianto di scarico, operazione che ha comportato tutta una serie di affinamenti collaterali nel disegno del motore, nel tuning dell’elettronica e nella scelta dei componenti. Chiaramente bisogna ora anche rifare tutta la procedura di omologazione, con nuove misurazioni delle emissioni.


Tutto questo, unito ad alcuni ritardi nella consegna di certe parti della moto da parte dei fornitori, ha provocato lo slittamento dell’inizio della produzione. Inizialmente il lancio della Horex VR6 Roadster (con motore 6 cilindri sovralimentato da 203 CV) era previso per fine 2011. Poi un primo dietro front con il congelamento momentaneo della sovralimentazione in favore di quella convenzionale da 1.218 cc e "soli" 163 Cv (cliccate qui per tutta la tecnica della Horex), con il lancio rimandato alla primavera del 2012. Nel febbraio scorso la Horex annunciava che la produzione era “in fase di avvio”, ma ora ci dicono che ci sono altri problemi…


A sentire l’amministratore delegato, Clemens Neese, tutto questo è legato alla volontà di “presentare la nuova Horex con lo standard qualitativo più alto possibile. Cambiare i programmi di produzione in corsa non è facile e non ci costa poco, ma non vogliamo compromessi su questo, ecco perché posticipiamo l’inizio della produzione”.

Questa moto non ha avuto finora vita facile (anche per il consenso non unanime riguardo alla linea troppo… tedesca e per il motore di derivazione automobilistica - la Volkswagen ha usato e usa un V6 con l’angolo compreso tra le bancate di 15°, testata unica e sovralimentazione volumetrica: proprio come la Horex…). Speriamo che alla fine di maggio si riesca a dire una volta per tutte la parola fine. Anzi: inizio.


www.horex.com

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA