A Glendale Baggett vince la sua prima gara di Supercross

Seconda tappa dell'AMA Supercross a Glendale, Arizona, grandi bagarre e una brutta caduta allo State Farm Stadium. foto, video, report e classifiche
1/21 AMA Supercross 2019, Glendale (AZ), Round 2: Wilson

1 di 8
Secondo weekend di gara per l’AMA Supercross: dopo aver aperto le danze ad Anaheim, California, il Campionato americano si sposta a sud a Glendale, Arizona, sotto i riflettori dello State Farm Stadium. Lo scorso weekend le Yamaha di Barcia (450) e Nichols (250) si sono fatte valere sul fango causato dalla pioggia incessante di Anaheim, il meteo questa volta è più clemente con i piloti, che riescono a disputare il Main Event all’asciutto. Di seguito trovate i report, i video e le classifiche top10, nell’ultima scheda invece potrete scaricare le classifiche complete in PDF.

Il prossimo appuntamento è per sabato 19 gennaio, quando il Supercross tornerà ad Anaheim per la terza tappa di Campionato.
Al cancelletto il primo a scattare è il tedesco Ken Roczen (Honda) che conquista l’holeshot e guida le prime fasi di gara davanti a Bagget e Musquin (KTM); quest’ultimo si rifà subito sul compagno di squadra passando in seconda posizione. Là dietro ci sono il campione in carica Anderson (Husqvarna), Friese, Barcia, Stewar e, Tomac. Passa qualche minuto e Roczen riesce ad amministrare il vantaggio su Musquin, che deve guardarsi dagli attacchi di Anderson, indiavolato in queste prime fasi di gara. Dopo poche curve però riesce il sorppasso: Anderson è in seconda posizione! Intanto dietro ai piloti in testa Stewart e Tomac si danno battaglia cercando di scavalcare Friese. Passati tre giri Malcolm Stewart è protagonista di una brutta caduta prima dell’ultima curva: il pilota Honda non si rialza, la squadra medica interviene subito e i commissari di gara espongono la bandiera rossa, dopo 10 minuti i piloti ripartono in ordine. A Stewart nel frattempo viene diagnosticata una frattura al femore.

Ripartiti in fila, Roczen conduce la colonna ma Anderson si fa sotto subito per provare a passare in testa. Bagget nel frattempo scavalca Musquin, mentre più indietro Barcia ha la meglio su Tomac. La bagarre per il primo posto continua ma Roczen resiste; Anderson nella foga commette una sbavatura che lo allontana di qualche secondo. Tuttavia il Campione in carica non si dà per vinto: si rifà sotto e incrociando la linea in sorpasso taglia la strada a Roczen: tra i due c’è un leggero contatto e Roczen finisce a terra lasciando campo libero a Bagget e Musquin, Roczen riparte in quarta posizione con dietro Tomac e Barcia. Roczen non molla e prova ad attaccare Musquin mentre Tomac si avvicina pericolosamente, il tedesco alla fine riesce a passare, anche Tomac approfitta della défaillace di Musquin e gli mette le ruote davanti. Nelle ultime fasi di gara Bagget si avvicina ad Anderson, lima i 2 secondi di distacco e gli si fa sotto! Il pilota KTM ne ha chiaramente di più e con un sorpasso all’esterno da manuale si porta in prima posizione senza lasciare spazio a repliche da parte di Anderson. Le posizioni non cambiano negli ultimi giri: Blake Bagget va a vincere a Glendale con 5 secondi di vantaggio su Jason Anderson, terzo Ken Roczen seguito da Tomac e Musquin.
Posizione Pilota Moto Punti
1 Blake Baggett KTM 450 SX-F Factory Edit 26
2 Jason Anderson Husqvarna FC450 23
3 Ken Roczen Honda CRF 450 21
4 Eli Tomac Kawasaki KX 450 19
5 Marvin Musquin KTM 450 SX-F Factory Edit 18
6 Justin Barcia Yamaha YZ450F 17
7 Justin Brayton Honda CRF 450 16
8 Dean Wilson Husqvarna FC450 15
9 Cole Seely Honda CRF 450 14
10 Cooper Webb KTM 450 SX-F Factory Edit 13
Posizione Numero Pilota Punti
1 94 Ken Roczen 44
2 51 Justin Barcia 43
3 3 Eli Tomac 40
4 4 Blake Baggett 37
5 15 Dean Wilson 34
6 25 Marvin Musquin 33
7 1 Jason Anderson 32
8 2 Cooper Webb 31
9 7 Aaron Plessinger 29
10 10 Justin Brayton 28
In 250 Cianciarulo (Kawasaki) conquista l’holeshot seguito da McElrath, Decotis e Nichols. Nelle prime fasi di gara Ferrandis riesce a passare in terza posizione ma in curva forza l’ingresso e perde l’anteriore, scivolando in sedicesima posizione. Nel gruppetto di testa Decotis attacca Nichols e tra i due si accende la bagarre; nel frattempo Cianciarulo allunga su McElrath, ora tra i due ci sono oltre 4 secondi. Nichols e Decotis viaggiano appaiati, contendendosi la posizione nelle varie sezioni del tracciato. Con il correre dei minuti Nichols riesce a tirar fuori qualche decimo dal polso destro: va a prendere McElrath e gli si piazza davanti imponendosi in seconda posizione: il pilota KTM non può far altro che cedere il passo e accontentarsi della terza posizione. I piloti mantengono l’ordine fino al traguardo: Cianciarulo vince da dominatore assoluto a Glendale chiudendo la gara con quasi 10 secondi di vantaggio su Colt Nichols e Shane McElrath.
Posizione Numero Pilota Moto Punti
1 92 Adam Cianciarulo Kawasaki KX 250 26
2 39 Colt Nichols Yamaha YZ250F 23
3 12 Shane Mcelrath KTM 250 SX-F 21
4 31 Rj Hampshire Honda CRF 250 19
5 64 James Decotis Suzuki RM-Z250 18
6 34 Dylan Ferrandis Yamaha YZ250F 17
7 111 Chris Blose Husqvarna FC250 16
8 40 Sean Cantrell KTM 250 SX-F 15
9 61 Garrett Marchbanks Kawasaki KX 250 14
10 36 Michael Mosiman Husqvarna FC250 13
Posizione Numero Pilota Punti
1 39 Colt Nichols 49
2 92 Adam Cianciarulo 44
3 12 Shane Mcelrath 42
4 34 Dylan Ferrandis 40
5 31 Rj Hampshire 38
6 64 James Decotis 34
7 61 Garrett Marchbanks 31
8 111 Chris Blose 30
9 36 Michael Mosiman 24
10 160 Jess Pettis 24

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA