AMA Supercross 2015: Roczen colpisce ancora ad Anaheim

Seconda vittoria stagionale per il tedesco della Suzuki e 3 punti conquistati in Campionato su Ryan Dungey (KTM), secondo. Eli Tomac (Honda) è terzo. In 250 super rimonta di Cooper Webb (Yamaha), con un “last lap” da brividi

Ama supercross 2015: roczen colpisce ancora ad anaheim

Ken Roczen e la sua Suzuki RM-Z 450 hanno un feeling particolare con l’Angel Stadium di Anaheim. All’esordio in 450, l’anno scorso, il tedesco vinse in sella alla KTM factory; quest’anno, approdato nel team di Ricky Carmichael, il biondino ha aperto le danze dell’AMA Supercross vincendo a mani basse il primo round della stagione. Mentre a Phoenix Eli Tomac (Honda) l’ha spuntata dopo una bella battaglia proprio contro Roczen, Ken si riconferma nel palazzetto di Anaheim, vincendo il main event 450 davanti ad un ottimo Ryan Dungey (KTM). Un continuo “elastico” di distacco tra i due caratterizza la gara. Tomac non molla e chiude in terza posizione, davanti ad un ritrovato Justin Barcia (Yamaha) e ad un costante Broc Tickle (Suzuki), gli ultimi due graziati anche dalle cadute di Short, Anderson, Canard e Reed. Continua a deludere Davi Millsaps (Kawasaki) che, nonostante l’ottima partenza, non va oltre il nono posto.

 

Main event 450: la gara giro per giro

Andrew Short (KTM) conquista l’holeshot davanti a Millsaps e Roczen, ma già a metà giro l’alfiere Suzuki entra pulito sul pilota Kawasaki e si mette in seconda piazza. Tutti i top rider sono a ridosso delle primissime posizioni, si prevede una gara emozionante. Ora il “mirino” di Ken è puntato sul leader della corsa, Short. Nella confusione Roczen mantiene una traiettoria esterna sulla serie di whoops, mentre Short rimane più interno. L’elevata velocità fa perdere il controllo del mezzo all’americano, che si cappotta in avanti e viene investito, insieme alla sua moto, da Jason Anderson (Husqvarna), che gli era alle spalle. Anderson riesce a tornare in gara nonostante parecchie posizioni perse, mentre per Short questo incidente segna il ritiro dal main event. Roczen scappa e mette un gap consiste fra sé e gli avversari. Ryan Dungey riesce a sopravanzare sia Chad Reed (Kawasaki) che Davi Millsaps e si mette all’inseguimento del tedesco. Nel frattempo, a metà gara, Trey Canard (Honda) atterra con la ruota anteriore sul codino di Reed dopo un triplo. Inutile dire che i due finiscono a terra e compromettono la loro performance di serata, fino a quel momento strabiliante, con il primo in gran rimonta e il secondo costantemente tra i primi. Infine, a pochi giri dalla fine, mentre Roczen e Dungey continuano a spingere generando il cosiddetto “elastico” con Tomac che li guarda da lontano, Blake Baggett (Suzuki) cerca di superare Tickle sulle whoops, ma il tentativo termina solamente con una gran botta a terra. Blake si rialza e termina la gara in decima posizione.

 

Classifica main event 450 anaheim 2

  1. Ken Roczen (SUZ)
  2. Ryan Dungey (KTM)
  3. Eli Tomac (HON)
  4. Justin Barcia (YAM)
  5. Broc Tickle (SUZ)
  6. Cole Seely (HON)
  7. Jason Anderson (HUS)
  8. Dean Wilson (KTM)
  9. David Millsaps (KAW)
  10. Blake Baggett (SUZ)

 

Ama sx 2015: classifica campionato 450

  1. Ken Roczen (SUZ) 72
  2. Ryan Dungey (KTM) 60
  3. Jason Anderson (HUS) 51
  4. Eli Tomac (HON) 46
  5. Justin Barcia (YAM) 43
  6. Trey Canard (HON) 43
  7. Broc Tickle (SUZ) 38
  8. Weston Peick (YAM) 32
  9. Andrew Short (KTM) 31
  10. David Millsaps (KAW) 30

 

250: la grande rimonta di webb

Parte 12° e vince il main event della 250: Cooper Webb fa volare la sua piccola Yamaha nella notte di Anaheim 2. Non esistono regole, avversari, difficoltà; solo la voglia di vincere e dimostrare chi è il più forte! La gara della 250 è piuttosto complessa. Zach Osborne (Husqvarna), uno dei più veloci nel weekend, conquista l’holeshot, ma Jessy Nelson (KTM), leader di Campionato, lo segue a ruota. Un sorprendente Alldredge (Kawasaki) si stabilizza alle loro spalle (cadrà rovinosamente all’8° giro), con Bowers (Kawasaki) e Hill (KTM) più distaccati. Webb è solo 12°, ma giro dopo giro incrementa il suo ritmo, sbarazzandosi in fretta dei piloti di metà classifica. Nel frattempo, al terzo giro, Nelson passa Osborne, quest’ultimo atterrato corto su un salto. Il quarto giro segna la caduta di McElrath (KTM), anch’egli in rimonta come l’alfiere Yamaha. Improvvisamente un errore di distrazione fa scivolare Osborne al 5° posto. Bowers e Hill fanno ritmo in seconda e terza posizione, cercando di andare a prendere Nelson. Sforzi inutili, dato che Nelson finisce a terra dopo un errore in atterraggio da un salto. Siamo a metà gara e Webb arriva a ridosso del gruppetto di testa: prima si sbarazza di Osborne, poi lotta corpo a corpo con Hill e infine riesce ad avere la meglio. Mancano 5 giri e Webb ha 5" di distacco dal leader della corsa Bowers. Il pilota della Casa dei Tre Diapason guadagna un secondo al giro e nell’ultima tornata è incollato allo scarico della Kawasaki KX250F di Bowers. Un’entrata non troppo pulita gli permette di passare al comando e trionfare, due curve dopo, sotto la bandiera a scacchi. Per quanto riguarda il povero Bowers, oltre a perdere la gara, cade contro le barriere protettive che delimitano il tracciato, ma il vantaggio accumulato su Hill nei giri precedenti gli permette di concludere al secondo posto, col pilota KTM sul terzo gradino del podio.

 

Ama sx 2015: classifica 250 main event anaheim 2

  1. Cooper Webb (YAM)
  2. Tyler Bowers (KAW)
  3. Justin Hill (KTM)
  4. Zach Osborne (HUS)
  5. Malcolm Stewart (HON)
  6. Jessy Nelson (KTM)
  7. Joshua Hansen (KAW)
  8. Alex Martin (YAM)
  9. Thomas Hahn (HON)
  10. Shane Mcelrath (KTM)

 

CLASSIFICA CAMPIONATO 250

  1. Cooper Webb (YAM) 64
  2. Jessy Nelson (KTM) 60
  3. Tyler Bowers (KAW) 60
  4. Zach Osborne (HUS) 54
  5. Justin Hill (KTM) 53
  6. Aaron Plessinger (YAM) 40
  7. Malcolm Stewart (HON) 39
  8. Shane Mcelrath (KTM) 39
  9. Joshua Hansen (KAW) 34
  10. Thomas Hahn (HON) 30

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA