"La V4 R va guidata con dolcezza, ma ha il carattere della Desmosedici"

Alvaro Bautista sorprende tutti al debutto nei test invernali WSBK piazzandosi alle spalle del Campione del Mondo in carica, Jonathan Rea. Ecco cosa pensa lo spagnolo della Panigale V4 R
Ci ha messo poco Alvaro Bautista a far capire agli avversari di essere pronto a dar battaglia. Il suo tempo al termine della giornata di test WSBK è vicinissimo a quello siglato da Jonathan Rea e quei tre decimi di ritardo fanno pensare che le cose stiano andando bene nel box Ducati. Il lavoro da fare sulla Panigale V4 R è ancora tanto, ma il pilota spagnolo, forte dell’esperienza accumulata in MotoGP, può fare la differenza nel campionato delle derivate di serie. Ecco cosa ha detto al termine della giornata di test:

“Mi sono sentito come durante il primo giorno di scuola e allo stesso tempo mi sono divertito molto. Certamente non è come la Desmosedici GP in termini di potenza, ciclistica e gomme, ma il carattere del motore non è molto diverso. La Panigale V4 R richiede uno stile di guida più dolce rispetto che in MotoGP. La moto con cui ho girato non è stata ancora modificata molto, dovevo prima ambientarmi e macinare chilometri; le modifiche fatte sono davvero pochissime. Sono sorpreso dei miei tempi sul giro, non mi aspettavo di essere così veloce. Ora è il momento di tenere alta l’attenzione e procedere per gradi”.

Nella giornata di oggi i piloti della WSBK sono impegnati ancora sul tracciato di Jerez. Alvaro Bautista rimarrà in pista anche nelle prossime due giornate poiché chiamato a lavorare anche sulla Desmosedici GP nelle giornate di prova dedicate alla Classe Regina. Qui sotto alcune immagini della WSBK in pista per i test.
1/20 Test WSBK, Jerez de la Frontera: Sandro Cortese - Yamaha

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA