Statistiche web
06 June 2011

Alpinestars crede nel turismo e nell’alta visibilità

Presentata ad Asolo (Treviso) la collezione 2012 dell’abbigliamento tecnico Alpinestars: punta molto su turismo e sicurezza e lo fa con nuovi materiali alta qualità.

TECH ROAD: GRAN TURISMO

TECH ROAD:GRAN TURISMO La collezione 2012 di Alpinestars è fortemente orientata verso il turismo, quello più classico ma anche quello più sofisticato, fatto per un cliente esigente che chiede materiali e soluzioni di alta qualità. La Tech Road (700 euro) è un esempio dell’alta concentrazione di tecnologia in soli 2 kg di giacca. Innanzitutto la membrana Gore-Tex Pro Shell è laminata per cui, in caso di pioggia, non si incorre nella spiacevole sensazione di umido che si prova quando questa non è un tutt’uno con il tessuto esterno. Il capospalla presenta dei pannelli in Armacor, ovvero materiale Pro Shell rinforzato con Kevlar, e tanti inserti rifrangenti. Ha il collo che si trasforma in collare per proteggerci dall’aria e quattro tasche interne impermeabili. È abbinabile con il pantalone Road Gore-Tex (550 euro).

LONG RANGE 2

LONG RANGE 2 Altra degna rappresentante del nuovo corso intrapreso da Alpinestars e dedicato all’“avventura” è la giacca modulare Long Range 2 che incorpora la membrana Drystar dall’alta traspirabilità e l’imbottitura termica, dotata di tante regolazioni, 4 tasche esterne e 8 interne (399 euro).

ALTA VISIBILITÀ

ALTA VISIBILITÀ Fra le esigenze dei mototuristi di lungo corso c’è anche la sicurezza, Alpinestars ne tiene conto e introduce una serie di articoli ad alta visibilità, che utilizzano ampi inserti fluo, come la Cape Town Air Drystar, in tessuto traforato, pensato per la bella stagione, equipaggiata, però, anche con pile interno (279 euro), o il guanto Jet Road Gore-Tex, in pelle e nylon, con protezioni in carbonio (139 euro).

REVOLUTION DRYSTAR: SICURI IN CITTÀ

REVOLUTION DRYSTAR: SICURI IN CITTÀSempre nell’ambito del tessuto è da segnalare una novità rivolta al popolo metropolitano, si chiama, Revolution Drystar e promette, non solo nel nome, una svolta per il tipo di materiale usato che regala una sensazione casual (morbidezza e leggerezza) ad un capo tecnico, dotato delle stesse protezioni inserite nei capi da MotoGP, membrana impermeabile e traspirante, piping reflex (299 euro).

© RIPRODUZIONE RISERVATA