SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

“A breve un nuovo pacchetto incentivi” lo dice il Ministro Claudio Scajola

Sono in fase di studio nuovi ecoincentivi per moto e scooter. Lo ha detto il Ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola, specificando che il piano sarà presentato a breve.

“a breve un nuovo pacchetto incentivi” lo dice il ministro claudio scajola



di Lorenzo Motta

Milano 7 gennaio 2010
– Gli ecoincentivi per moto e scooter sono sulla via del ritorno e arriveranno a breve. Lo ha detto il Ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola. Quanto a breve non si sa e nemmeno in quale misura saranno disponibili. Per ora si sa solo che il Ministro, in un’intervista rilasciata ieri al TG1, ha dichiarato: “Stiamo definendo un programma che presenteremo nelle prossime settimane, di rafforzamento della crescita focalizzato su incentivi al consumo in quei settori che investono in innovazione e ricerca. Non soltanto nel settore dell'auto ma tutti quelli che hanno bisogno di incentivi per poter competere e crescere in questo anno”. Martedì 5 gennaio, Il Sole 24 Ore rendeva nota l’anticipazione di Scajola che in occasione del prossimo Consiglio dei Ministri avrebbe proposto un “Decreto Sviluppo”. Quest’ultimo dovrebbe essere destinato “a stimolare la crescita attraverso incentivi ai consumi ecologici per i settori che più hanno risentito della crisi come l’automotive – quindi auto e moto n.d.r.” ha specificato il Ministro. Le misure previste dal decreto dovrebbero essere simili a quelle scadute il 31 dicembre 2009, che erano state introdotte con il cosiddetto “Decreto Aniticrisi”. Una prima nota positiva è che passeremmo dai piani “anticrisi” a quelli di “sviluppo”. La copertura di nuovi incentivi governativi sarebbe garantita dalla Finanziaria 2010, che ha rinnovato il “Fondo strategico per il Paese a sostegno dell’economia reale”, riducendolo, però, di 120 milioni di euro per l’anno in corso. Non è detto quindi che, se il Decreto Sviluppo dovesse andare in porto, gli incentivi siano della stessa entità di quelli che hanno salvato il mercato delle due ruote motorizzate nel 2009. Con buona probabilità, al momento, i nuovi contributi governativi, sono solo un tema di cui Scajola ha discusso con i tecnici del ministero, per formulare una proposta da presentare al prossimo Consiglio dei Ministri entro l’inizio di febbraio. Nello stesso stile di una lobby americana, a far pressione sul Governo per l’introduzione di nuovi incentivi è Confindustria ANCMA, che ha addirittura definito le linee guida per la concessione del contributo governativo. L’importo dovrebbe essere erogato commisurandolo al prezzo di listino di moto e scooter: quello che costa di più ha più sconto.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA