8 Ore di Suzuka: vittoria di HARC PRO Honda, terzo Schwantz con Suzuki

Il team Honda di Takahashi, Haslam e van der Mark conquista l’edizione 2013 della 8 Ore di Suzuka davanti a due Suzuki: al secondo posto il team Yoshimura di Tsuda, Aoki e Brookes, al terzo il dream team di Kagayama, Haga e Schwantz che entra nella leggenda

8 ore di suzuka: vittoria di harc pro honda, terzo schwantz con suzuki

La 8 Ore di Suzuka 2013 incorona campione il team MuSASHi RT HARC PRO Honda composto dal giapponese Takahashi e dai due europei Haslam e van der Mark. A nulla è valsa la pole di Natsuyuki Nakasuga, autore ieri di un giro record in 2’06”817 ed oggi solo ottavo con la Yamaha del Team Monster Energy YART.

 

GRAN PASSO E NESSUNA SBAVATURA

La 8 Ore di Suzuka, ancor più di ogni altra gara, richiede piloti, moto e gomme all’altezza, in grado di mantenere un passo elevato, ma non permette errori se si vuole ambire alla vittoria finale. Ne sa qualcosa il team F.C.C. TSR Honda, Campione in carica e costretto al ritiro a causa di una scivolata di Ryuichi Kiyonari, compagno di Jonathan Rea.

HARC PRO Honda torna così alla vittoria dopo 3 anni (l’ultima nel 2010) grazie al contributo di due piloti europei, Leon Haslam, pilota del Mondiale Superbike e Michael van der Mark, del Mondiale Supersport, oltre al giapponese Takumi Takahashi. Alle loro spalle due team di Suzuki, quello di Yoshimura, composto da Takuya Tsuda (velocissimo per tutto il week end), la vecchia gloria del Motomondiale Nobuatsu Aoki e Joshua Brookes.

 

KEVIN SCHWANTZ: IMPRESA RIUSCITA

In Europa probabilmente risuonerà più il fatto che il pilota americano è andato a podio in una gara del Mondiale Endurance (alla soglia dei 50 anni), piuttosto che la vittoria del team HARC PRO Honda. Ed in effetti quella di Schwantz, da essere una presenza di “onore”, è diventata l’ennesima pagina della storia del motociclismo. Insieme con Yukio Kagayama e Noriyuki Haga, suoi compagni nell’omonimo Team Kagayama, il pilota americano si è “accontentato” di firmare alcuni passaggi in 2’14” (2’08”827 il giro più veloce in gara), contribuendo al podio finale.

A chiudere la top five, il team Suzuki SERT, quarto al traguardo, Campione in carica del Mondiale Endurance con Vincent Philippe, Anthony Delhalle e Julien Da Costa, mentre ha concluso in quinta posizione Yamaha GMT94 con David Checa, Kenny Foray e Matthieu  Lagrive. Costretto al ritiro il BMW Motorrad France Team Thevent, autore di due cadute (di troppo) con i suoi piloti Erwan Nigon e Jason Pridmore.

 

La classifica dei primi 10 team

 

1) MuSASHi RT HARC-PRO Honda - Takahashi/Haslam/van der Mark - 214 giri

2) Yoshimura Suzuki Racing Team - Tsuda/Aoki/Brookes + 1’51”996

3) Team Kagayama - Kagayama/Schwantz/Haga - 1 giro

4) Suzuki Endurance Racing Team - Philippe/Delhalle/Da Costa - 1 giro

5) Yamaha France GMT94 Michelin - Checa/Foray/Lagrive - 2 giri

6) Honda Team Asia - Kamaruzaman/Takahashi - 3 giri

7) TOHO Racing with Moriwaki - Yamaguchi/Itoh/Watanabe - 4 giri

8) Monster Energy Yamaha YART - Nakasuga/Parkes/Waters - 4 giri

9) Honda Kunamoto Racing - Yoshida/Kojima/Tokudome - 6 giri

10) Team RC2L - Buisson/Shinjo/Giabbani - 7 giri

 

 

 

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA