Dopo il ricorso, Kawasaki vince la 8 ore di Suzuka

A pochi minuti dalla fine della gara Jonathan Rea, che si trova al comando, cade sull’olio perso dalla Suzuki del Team Sert. La vittoria della 8 ore di Suzuka 2019 viene inizialmente attribuita allo Yamaha Factory Racing Team, ma Kawasaki fa ricorso e la giuria rivede la classifica finale

1/128 Jonathan Rea alla 8 ore di Suzuka 2019 

Dopo i successi del 2015, 20162017 e 2018 lo squadrone Yamaha ha dovuto lasciare il gradino più alto del podio alla 8 Ore di Suzuka al Kawasaki Racing Team, sceso in pista con Jonathan Rea, Leon Haslam e Toprak Razgatlioglu.

Il Team Yamaha, con Nagasuka, Lowes e Van Der Mark ha assaporato per qualche minuto la vittoria: dopo sette ore e 56 minuti di gara, quindi a meno di quattro minuti dalla bandiera a scacchi, la Suzuki del Team Sert, rompe il motore e inonda la pista di olio. I commissari non se ne accorgono in tempo e non espongono nessuna bandiera. Ad avere la peggio è Jonathan Rea, che a un minuto e mezzo al termine della gara, quando si trova al comando con poco più di 15” di vantaggio sul team Yamaha, scivola sulla scia di olio persa dalla Suzuki e finisce a terra. Rea si alza immediatamente, ma non riesce a riportare subito la sua moto ai box. Per via della sua caduta la direzione gara espone la bandiera rossa, e affida la vittoria al team Yamaha.

1/102 Yamaha Factory Racing Team alla 8 ore di Suzuka 2019

A differenza del regolamento SBK, che impone ai team di riportare la moto ai box entro 5 minuti dalla bandiera rossa per convalidare la propria posizione al giro precedente, nel regolamento del mondiale endurance non viene imposto un limite di tempo. Per questo motivo Kawasaki fa ricorso, chiedendo di rivedere la classifica finale.

Il ricorso viene accolto dalla direzione gara! La vittoria finale della 8 ore di Suzuka 2019 va al Kawasaki Racing Team, che strappa così la quinta vittoria consecutiva allo Yamaha Factory Racing Team, in seconda posizione staccato di soli 18” dopo 8 ore di gara. Terzo gradino del podio per il Red Bull Honda Team, con Takahashi, Kiyonari e Bradl.

Con la rottura del motore il team Suzuki Sert deve dire addio al titolo mondiale endurance 2019, conquistato, grazie alla 11esima posizione in classifica alla 8 ore di Suzuka, dal team SRC-Kawasaki.

Qui sotto trovate la top ten della 8 ore di Suzuka 2019, nel file pdf che trovate appena sotto la classifica completa.

Pos.PilotiTeamDistacco
1Rea/Haslam/Razgatlioglu(Kawasaki Racing Team Suzuka 8h)216 laps
2Nakasuga/Lowes/Van Der Mark(Yamaha Factory Racing Team)+18.720s
3Takahashi/Kiyonari/Bradl(Red Bull Honda)+1m 06.727s
4Hook/Foray/Di Meglio(F.C.C. TSR Honda France)+1 lap
5Kagayama/Watanabe/Guintoli(YOSHIMURA SUZUKI MOTUL)+1 lap
6Parkes/Fritz/Canepa(YART - YAMAHA)+2 laps
7Mizuno/Aegerter/Fores(MuSASHi RT HARC-PRO. Honda)+3 laps
8Ogata/Bridewell/Ray(S-PULSE DREAM RACING . IAI)+5 laps
9Takahashi/Koyama/Herfoss(KYB MORIWAKI RACING)+5 laps
10Hamahara/Ito/Sakumoto(Honda Dream RT SAKURAI HONDA)+5 laps
1/11 Il team SRC-Kawasaki festeggia il titolo mondiale endurance 2019

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA