600RR, il ritorno di Benelli tra le sportive

Spinta da un quattro cilindri in linea di 600 cc, la nuova 600RR rappresenta il ritorno di Benelli nel segmento delle moto sportive. In termini di potenza si posiziona tra la Kawasaki Ninja 650 e la Honda CBR650R. Ricca la dotazione di serie

1/20

Benelli 600RR

1 di 2

Ad inizio gennaio 2020 in una conferenza stampa tenutasi in Cina Benelli aveva rivelato le nuove moto che arriveranno nel corso del 2020. Tra queste la adventure bike TRK800, la TRK 502 X aggiornata, la Leoncino 800 la naked SRK600 (della quale vi abbiamo anticipato le foto qualche giorno fa) e la sportiva a quattro cilindri 600RR.

Ed ecco che ora spuntano anche le prime immagini della sportiva. Realizzata sulla base della naked SRK600 (che vedete nella gallery, dopo le foto della 600RR) sfrutterà la sua stessa tecnica. Il telaio, come il motore, è sostanzialmente trasferito dalla “vecchia” TNT600, ma le nuove moto 2020 sfruttano uno scarico basso, invece dei terminali sotto alla sella della vecchia TNT. Il motore stesso, un quattro cilindri in linea di 600 cc, è stato ottimizzato per soddisfare le ultime normative sulle emissioni. In Cina, i documenti di omologazione confermano che è conforme alle attuali norme "China IV", che sono equivalenti alle nostre Euro 4. Per arrivare da noi dovrà soddisfare le Euro 5, ma la presenza di dettagli come i catarifrangenti laterali sugli steli della forcella sono la prova che la moto è destinata anche ai mercati europei. La stessa documentazione di omologazione parla di un peso di 215 kg e una potenza di 80 CV. Potenza che posiziona la nuova Benelli 600RR tra la Kawasaki Ninja 650 e la Honda CBR650R, che hanno rispettivamente 68,3 e 95,2 CV.

Ci saranno poi freni Brembo, anziché le pinze con marchio Benelli presenti sulla maggior parte delle moto dell'azienda, supportati da un impianto ABS Bosch. Tra i dispositivi elettronici fari a LED, accensione keyless, pulsanti retroilluminati e display TFT a colori.

1/8

Benelli 600RR

Vero che le foto di questo articolo ci mostrano una moto a marchio 'QJiang', la Q600, ma quello è il marchio con cui Benelli commercializza le proprie moto sul mercato cinese. Da noi arriverà con il marchio e il logo Benelli ben impresso sulle carene e si chiamerà 600RR.

Con la nuova 600RR Benelli torna quindi nel segmento delle moto sportive, dopo l’uscita di scena della Tornado. Già nel 2008, la Casa italo-cinese aveva avviato lo sviluppo del progetto di una sportiva 4 cilindri di 600 cc, 4 valvole per cilindro ad iniezione elettronica (quello che vedete qui sotto). Il design era curato da Carles Solsona, ma la particolarità era la ciclistica, che vedeva la presenza di un forcellone all’anteriore, come quello della Bimota Tesi, ma più evoluto dal punto di vista meccanico. Innovativa, per l’epoca, anche l’elettronica basata su un sistema Linux. Come abbiamo potuto vedere, la nuova 600RR sarà più “tradizionale” dal punto di vista della meccanica e della ciclistica.

Aspettiamo solo la sua presentazione ufficiale.

1/5
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli