Meglio cartina o navigatore per orientarsi nei viaggi in moto?

8 maggio 2017
a cura della redazione
  • Salva
  • Condividi
  • 1/11 Consultazione della mappa cartacea durannte la comparativa maxienduro 2014 in Tunisia
    Nei viaggi su due ruote come si orienta il motociclista nostrano? Su strada e in fuoristrada, meglio la cartina o il navigatore/GPS/tracciatore? Cerchiamo di capirlo con questo sondaggio

    Carta o chip?

    Ci sono tanti modi di viaggiare in moto. Dal sognatore giramondo che infila la prima strada seguendo l’istinto fino al professionista che attraversa il deserto con il GPS al seguito. Ma i metodi più comuni per orientarsi sono due: la cartina e il navigatore, sia esso quello classico attaccato al manubrio oppure lo smartphone. Ma prende sempre più piede anche il “tracciatore”, sistema con cui ci si crea il proprio percorso inserendo le tracce in dispositivi specifici o app per smartphone, utile soprattutto per chi predilige l’offroad. Ogni metodo ha dei pro e dei contro, ma qual è la vostra opinione in merito? Per il viaggio che magari sta per cominciare, voi quale preferite? Diteci la vostra attraverso il nostro consueto appuntamento di inizio settimana. Cliccate qui sotto per partecipare.

    VOTA

    Meglio cartina o navigatore per orientarsi nei viaggi in moto?
    Consultazione della mappa cartacea durannte la comparativa maxienduro 2014 in Tunisia
    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta