The Reunion 2017: foto delle special alla festa di Monza

25 maggio 2017
di Nicolas Patrini
  • Salva
  • Condividi
  • 1/30 Una moto con carenatura a campana sfreccia sul rettilineo della "Sprint Race", la gara di accelerazione
    The Reunion 2017 è andato in scena all'Autodromo di Monza e ha visto la presenza di numerose moto scrambler, cafè racer e Special. C'eravamo anche noi di Motociclismo e abbiamo corso la gara di accelerazione "Sprint Race". Ecco com'è andato il week end monzese

    Un week end "Special"

    La tendenza del momento premia le scrambler e le cafè racer; lo dimostrano le Case, con i molti modelli in commercio che seguono questi filoni, ma lo dimostrano anche i tanti preparatori presenti alle feste dedicate a questo tipo di moto e alle special. In questo senso The Reunion, anche quest’anno, è fonte di ispirazione, di scambio e di aggregazione. La kermesse monzese, in scena durante il week end del 20 e 21 maggio, ha raccolto quanto seminato nelle due edizioni precedenti, proponendosi come un evento rinnovato in ottica internazionale e mettendo in scena la passione per le due ruote, declinata nell’esposizione di tanti modelli costruiti ad hoc e nella presenza di gare dal respiro internazionale. A una di queste, la Sprint Race, abbiamo partecipato anche noi di Motociclismo. Cliccate qui per vedere le foto più belle del week end.

    The Reunion 2017: foto delle special alla festa di Monza
    The Reunion 2017: la kermesse organizzata all'Autodromo di Monza, dedicata al mondo delle moto special, cafè racer e scrambler

    Moto, eventi e competizioni all'Autodromo di Monza

    The Reunion 2017: foto delle special alla festa di Monza
    Fra le special presenti a The Reunion 2017 alcune, come questa, hanno sfoggiato la carenatura a campana

    Gli organizzatori dell’evento parlano di un incremento del 30% di affluenza rispetto allo scorso anno e di oltre 14.000 partecipanti. In effetti Viale Mirabello, la striscia di asfalto adibita a fiera accanto al Circuito di Monza, era affollato durante i due giorni di kermesse e il numero di stand è cresciuto rispetto al 2016. A farla da padrone, in un’atmosfera goliardica, sono state soprattutto le moto: tante special e tanti preparatori, che con la loro presenza raccontano il fenomeno del momento, che parla il linguaggio hipster e heritage. Accanto agli stand di senatori del settore, come Nicola Martini e Roberto Totti, ci sono realtà emergenti arrivate da tutta Italia: ad esempio il “nostro” Elvis Brunetti, che dopo la vittoria a The Bike Field 2017 con la Triumph vestita di alluminio battuto a mano, ha iniziato l’attività di preparatore di special.

    Molti anche gli stranieri, che hanno confermato l’aria internazionale che gli organizzatori hanno voluto dare all’evento. In questo senso The Reunion 2017 ha ospitato il primo round di Sultan of Spirit, il campionato di accelerazione dedicato alle moto vintage (ad avere la meglio in questa competizione è stato Amir Brajan del Team Mellow Motorcycles). Quella del Sultan of Spirit non è stata l’unica gara del week end monzese: fra gli altri eventi c’è stata una delle sfide (le prossime andranno in scena in Francia e Germania) fra i team francesi, tedeschi e italiani del “1/8 Mile of Europe”; la seconda tappa del Deus Swank Rally, dedicato alle moto special e vintage tassellate, e la “Sprint Race”, gara di accelerazione sui 200 metri.

    La nostra partecipazione alla "Sprint Race"

    The Reunion 2017: foto delle special alla festa di Monza
    Il Direttore responsabile di Motociclismo, Federico Aliverti, si concentra prima della partenza della "Sprint Race"

    La nostra partecipazione alla “Sprint Race” ha visto impegnato il Direttore responsabile di Motociclismo, Federico Aliverti, su una Ducati Scrambler Cafè Racer di serie. Il teatro della gara è il vecchio rettilineo tra le due sopraelevate dell’anello ad alta velocità del circuito brianzolo: ci si gioca tutto in poco più di 200 metri, un ottavo di miglio, e le sfide sono a eliminazione diretta. Il primo testa a testa di Aliverti è stato contro una Harley-Davidson, battuta senza troppe difficoltà. Agli ottavi di finale la sfida si è fatta, invece, più avvincente: lo sfidante era proprio Elvis Brunetti, in sella alla Thruxton vincitrice di The Bike Field 2017. Ma in gara, si sa, non esistono amici e una volta calata la visiera l’unica cosa importante è vincere. A tagliare il traguardo per prima è stata la Scrambler Cafè Racer di Federico. Purtroppo la nostra partecipazione alla gara è stata interrotta al turno successivo, da una sfidante ben più dotata: una Ducati 1000 ad aria. Ma si pensa già al prossimo anno, magari con qualche CV in più a disposizione!

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta