Lo scooter sharing elettrico MiMoto conquista Milano

14 June 2018
di Giuseppe Cucco
  • Salva
  • Condividi
  • 1/20 MiMoto è il servizio di scooter sharing elettrico disponibile a Milano
    Dopo i primi otto mesi di servizio, la flotta di mezzi elettrici disponibili nel capoluogo lombardo cresce a 250 unità. Ecco i numeri e i costi

    A 8 mesi esatti dal lancio a Milano MiMoto, il primo servizio di scooter sharing elettrico e made in Italy, cresce e si espande. Da questa primavera infatti sono ben 250 gli scooter disponbili nel capoluogo lombardo; il servizio ha quindi aumentato la propria flotta di 2.5 volte rispetto ai 100 veicoli iniziali. Inoltre, al momento MiMoto offre la più estesa area di utilizzo tra gli scooter sharing, un'area in continua crescita in base alla domanda.

    "Da tempo Milano ha nella mobilità sostenibile e in condivisione uno dei punti di forza che la rendono all'avanguardia e attrattiva”- dichiara Marco Granelli, assessore alla Mobilità e Ambiente del Comune di Milano - “Anche per il futuro puntiamo ad implementare questa forza ed è per questo che ci fa molto piacere che progetti come MiMoto, che tra l'altro ha il merito di promuovere l'uso dei veicoli elettrici, si affermino e ci affianchino in questo percorso fatto di buone pratiche, compatibilità ambientale e sviluppo sostenibile".

    Lo scooter sharing elettrico MiMoto conquista Milano

    Un po' di numeri

    I numeri di MiMoto parlano chiaro: dal 14 ottobre 2017 si sono registrati al servizio 28.000 utenti arrivando ad una media di 3 corse per scooter al giorno durante i mesi invernali, fino a toccare le 4.5 durante i mesi primaverili. Grazie a ciò MiMoto ha contribuito a far risparmiare a Milano quasi 20.000 kg di CO2. Le fasce orarie di maggior utilizzo del servizio sono quella compresa tra le 6 e le 8 e le 16 le 19; nel weekend invece MiMoto è utilizzato prevalentemente durante il pomeriggio, in particolare tra le 17 e 18. La lunghezza media delle corse è di 6.5 km, per una durata media in sella superiore ai 20 minuti. MiMoto è molto utilizzato anche dal pubblico femminile: 1 rider su 4 è infatti donna. L’utente medio è giovane, il 60% ha meno di 34 anni e l’80% è sotto i 44. Da maggio inoltre MiMoto ha allargato la propria area operativa arrivando fino all’Idroscalo.

    Lo scooter sharing elettrico MiMoto conquista Milano

    Ecco i costi

    Il servizio MiMoto ha un costo di 0,23 euro al minuto e una tariffa oraria di 6,90 euro (quindi mezz’ora gratis). Prezzo al minuto che diventa di 0,02 euro se si opta per la tariffa forfettaria giornaliera di 29,90 euro; inoltre, gli studenti dei principali atenei milanesi possono noleggiare gli scooter MIMoto con uno sconto del 27% per sempre.

    Grazie alla collaborazione con SNAG Milano - Sindacato Provinciale Autonomo Giornalai - MiMoto sarà presente dal 18 giugno in più di 20 edicole milanesi e nelle Edicole 2.0 per offrire, oltre a pacchetti promozionali, anche test ride e attività di guida sicura sugli scooter elettrici.

    MiMoto per noi non è un lavoro, ma è una passione solo agli inizi. Non è una sfida facile, ma la stiamo portando avanti con tenacia e perseveranza, sicuri delle nostre scelte per dare ai nostri clienti un servizio basato sulle loro esigenze per soddisfare un fabbisogno fondamentale: la mobilità e ridare loro il proprio tempo.” - affermano i tre fondatori Alessandro, Gianluca e Vittorio - “Scelte che ci stanno premiando in termini di brand awareness e di soddisfazioni da parte degli utenti che sempre di più ogni giorno scelgono MiMoto per i loro spostamenti quotidiani. Il format milanese è stato testato e ora siamo pronti a sbarcare in altre città”.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta