Kawasaki ZX-10RR 2017, “ready to race”?

16 August 2017
a cura della redazione
  • Salva
  • Condividi
  • 1/15 Kawasaki ZX-10RR in azione tra i cordoli del Motorland Aragon di Alcaniz in occasione della nostra Comparativa Supersportive 2017
    Prova Kawasaki ZX-10RR 2017: pregi e difetti. Al Motorland Aragon di Alcaniz, dove si è svolta la nostra Comparativa Supersportive 2017, la Ninja ci ha colpito per la sua agilità a scendere in piega, un’ottima elettronica e un discreto comfort in sella. Al suo motore però manca…

    8 Moto in sfida ad Alcaniz

    Per la Comparativa Supersportive 2017 abbiamo portato al Motorland Aragon di Alcaniz l’Aprilia RSV4 RF, la BMW S 1000 RR, la Ducati 1299 Panigale S, la Honda CBR1000RR SP, la Kawasaki ZX-10RR, la MV Agusta F4 RC, la Suzuki GSX-R1000R e la Yamaha R1M. Il risultato è stato pubblicato su Motociclismo di giugno, che potete richiedere come arretrato ad assistenza.clienti@edisport.it (cliccate qui per acquistare invece il PDF della prova), ma anche qui sul sito abbiamo offerto contenuti esclusivi come il film della prova, le gallery (qui e qui le foto) e il video a 360°.

    Ma come sono andate in pista le singole moto? Oggi parliamo della Kawasaki ZX-10RR, ecco com'è andata la millona di Akashi nella nostra prova.

    Kawasaki ZX-10RR 2017, “ready to race”?
    Kawasaki ZX-10RR in azione tra i cordoli del Motorland Aragon di Alcaniz in occasione della nostra Comparativa Supersportive 2017

    Fa tutto benissimo

    Kawasaki ZX-10RR 2017, “ready to race”?
    Kawasaki ZX-10RR in azione tra i cordoli del Motorland Aragon di Alcaniz in occasione della nostra Comparativa Supersportive 2017

    La ZX-10RR non ha un punto di forza particolare, però fa tutto benissimo, e con questa sintesi potremmo pure concludere qui la descrizione dinamica della verdona. Quando ti trovi in sella alla Ninja non c’è qualcosa che ti fa gridare al miracolo, però hai tra le mani una moto che fa tutto alla grande. In frenata ha una massiccia stabilità, un impianto davvero performante e anche un downshifter impeccabile; in ingresso curva è veloce a inclinarsi e ha un avantreno davvero sincero; nei cambi di direzione è piuttosto maneggevole; in accelerazione ha una grande trazione, un’elettronica non invasiva e un motore bello “arrabbiato”; in rettilineo protegge bene. Insomma, che diavolo le si può dire? Sinceramente ci piace molto anche il bilanciamento della ciclistica, votata alla massima stabilità. Guida più forte che puoi e ti sentirai sempre in una botte di ferro, senza che questo si ripercuota negativamente sulla agilità o sulla capacità di "chiudere" le curve in modo efficace.

    Il suo motore non ha convinto tutto il test team

    A dire il vero crediamo sia proprio questo il suo pregio più grande: la capacità di farti sentire “al sicuro”. È quello che ti permette il giro successivo di migliorarti ancora, e poi ancora, e poi ancora. Stacchi all’ultimo, scopri di riuscire a infilarti in curva con naturalezza; molli i freni un attimo prima del solito, riesci comunque a pennellare una bella traiettoria; prendi in mano il gas con un istante di anticipo, fila tutto liscio. Tutto ciò con lei sempre “solida”, prevedibile, sincera. Qualcosa appena sotto al generale livello di eccellenza è il motore. I piloti veloci vorrebbero da lui più allungo, perché subito dopo il picco di potenza massima “sbatte” contro il limitatore, mentre i meno esperti - non così abili nel far “correre” la moto in curva - vorrebbero un po’ più di spinta ai medi.

    Kawasaki ZX-10RR 2017, “ready to race”?
    Kawasaki ZX-10RR in azione tra i cordoli del Motorland Aragon di Alcaniz in occasione della nostra Comparativa Supersportive 2017

    Numeri, prezzo, pregi e difetti

    I numeri della Kawasaki ZX-10RR 2017

    • Peso: 196,1 kg a secco*
    • Potenza massima: 182,8 CV alla ruota*
    • Velocità massima: 298,1 km/h*
    • Accelerazione 0-400 m / velocità di uscita: 10,5” / 235,7 km/h
    • Prezzo: 20.940 euro c.i.m.**
    • Prezzo moto in prova: 21.005. Accessori: Dongle ABS (65 Euro).

    Ci piace
    • Cambio
    • Protezione aerodinamica
    • Registri sospensioni accessibili

    Non ci piace
    • “Schiena” migliorabile
    • Non si può “rovesciare” rapidamente il cambio

    *: dati rilevati strumentalmente dal nostro Centro Prove.
    **: il prezzo “chiavi in mano” si ottiene aggiungendo al prezzo “franco concessionario” le spese per la messa in strada, che Motociclismo quantifica forfettariamente in 250 euro.

    Kawasaki ZX-10RR 2017, “ready to race”?
    Kawasaki ZX-10RR
    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta