“II nuovo regolamento trasformerà la SBK in uno show televisivo”

2 dicembre 2017
di Giuseppe Cucco
  • Salva
  • Condividi
  • 1/31 Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
    Così la pensa la stragrande maggioranza dei partecipanti al nostro sondaggio, che ritiene anche che ci sia il rischio che il nuovo regolamento farà fuggire dal Campionato del Mondo SBK team e appassionati

    “Vogliamo sport, non show”

    Il nuovo regolamento Superbike 2018 impone, tra le altre cose, che alle moto in gara venga ridotto il numero di giri disponibile. Negli ultimi test SBK di Jerez però, con la sua ZX-10R “azzoppata” (ovvero con il limitatore a 14.100 giri invece che 15.000) Jonathan Rea ha girato in 1’37”986, ovvero quasi 8 decimi più veloce del suo tempo fatto negli stessi test dello scorso anno (1’38”721)! La limitazione dei giri motore non doveva limitare anche le prestazioni? Inoltre, il nuovo regolamento prevede anche delle penalità aggiuntive che verranno inflitte nel corso della stagione in base al risultato. In pratica: più in pilota andrà forte e più verrà penalizzato! Voi che ne pensate di tutto ciò?
    Questo è l’argomento del sondaggio che vi abbiamo proposto ad inizio settimana e dagli oltre 850 voti ricevuti è arrivata una risposta quasi unanime: ben il 93,5% di voi ritiene infatti che le penalizzazioni inflitte durante l’anno in base ai risultati trasformeranno la SBK in uno show televisivo!

    “II nuovo regolamento trasformerà la SBK in uno show televisivo”
    Secondo il 93% dei partecipanti al nostro sondaggio il nuovo regolamento 2018 trasformerà la SBK in uno show televisivo

    Sfavorevoli al nuovo regolamento

    Analizzando nel dettaglio i risultati del sondaggio notiamo che sono pochi coloro favorevoli alle nuove regole. Riguardo alla riduzione dei giri motore il 42,2% dei votanti sostiene che questa modifica non cambierà in nessun modo la carte in tavola; i restanti si dividono in egual modo tra chi pensa che il limitatore più in basso falserà i risultati e chi invece sostiene che penalizzerà ancor di più i team minori, che non hanno i fondi per cercare un rimedio.

    Sono viste ancor peggio le penalità inflitte durante la stagione: a favore di questa regola solo il 12% dei partecipanti al sondaggio, divisi tra chi la vede come un miglioramento per l'incertezza del campionato (6,1%) e chi un miglioramento per lo spettacolo in televisione (6,5%). I contrari invece sostengono che le penalità in base al risultato siano un’inutile complicazione per gli appassionati (35,7%) e una soluzione che falserà il campionato (51,7%).

    Inoltre, solo un votante su tre sostiene che grazie al nuovo regolamento i risultati delle gare saranno più incerti; i restanti ritengono invece che, anche sulla luce dei risultati degli utlimi test di Jerez, non cambierà nulla rispetto alla stagione appena conclusa, dove la Kawasaki di Rea ha dominato tutta la stagione.

    “II nuovo regolamento trasformerà la SBK in uno show televisivo”
    Jonathan Rea

    “La grande fuga”

    Ma come reagiranno gli appassionati e le Case al nuovo regolamento? Secondo voi “scapperanno” sia gli spettatori (57,4%), che i team (57,4%), ufficiali e privati che siano. Solo il 2% di voi ritiene che questa nuova formula possa servire per attirare verso il mondiale nuovi appassionati, il restante 40,7% pensa invece che nonostante le modifiche la SBK rimarrà quello che è, ovvero un un campionato che interessa solo ai veri appassionati!

    “II nuovo regolamento trasformerà la SBK in uno show televisivo”
    Secondo il nostro sondaggio il nuove regolamento SBK allontanerà gli spettatori dai circuiti del Mondiale SBK
    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta