KTM anticipa il futuro con due nuovi sistemi di sicurezza

5 June 2018
di Nicolas Patrini
  • Salva
  • Condividi
  • 1/6 La dimostrazione del funzionamento dell'Adaptive Cruise Control
    KTM anticipa il futuro presentando l'Adaptive Cruise Control (ACC) e il Blind Spot Detection (BSD); li vedremo sulle moto di Mattighofen dal 2021 ma vi mostriamo già come funzionano con foto e video

    Qualche giorno fa vi abbiamo parlato dei sistemi di sicurezza che vedremo in futuro sulle moto, oggi approfondiamo Adaptive Cruise Control e Blind Spot Detection di KTM. La Casa di Mattighofen ha dimostrato grande attenzione per migliorare la sicurezza dei motociclisti e ridurre gli incidenti. Sia l’Adaptive Cruise Control (ACC) che il Blind Spot Detection (BSD) utilizzano una tecnologia basata su sensori per aiutare a rilevare il pericolo e prevenire le collisioni. I prototipi di questi dispositivi sono stati presentati nel mese di maggio e testati per la prima volta davanti al pubblico su una KTM 1290 Super Adventure S. Qui sotto trovate un video ufficiale e, di seguito, alcune info sui sistemi di sicurezza.

    Adaptive Cruise Control

    L’ACC non è progettato per essere un sistema di frenata di emergenza, dato che funziona quando la moto è in modalità cruise control. Il sistema può rilevare qualsiasi tipo di veicolo davanti a noi e interviene per mantenere la distanza di sicurezza. In caso di necessità, l’intervento del freno motore riduce la velocità di crociera per scongiurare il rischio di avvicinarsi troppo a chi ci precede. Attualmente, l’ACC è in fase di sviluppo ma KTM ha già anticipato che il pilota avrà l’opportunità di personalizzare le distanze operative e la velocità. Al termine della fase di studio, KTM è certa di poter fornire un prodotto capace di intervenire più velocemente di qualsiasi pilota, in qualsiasi situazione.

    KTM anticipa il futuro con due nuovi sistemi di sicurezza

    Blind Spot Detection

    Il sistema BSD offre uno sguardo in più attorno alla moto: si tratta di un sistema composto da radar che rileva ciò che accade nei punti ciechi attorno al veicolo e avvisa il guidatore del pericolo o di una potenziale collisione. Il BSD lavorerà a stretto contatto con l’ACC e interverrà, ad esempio, quando il pilota vorrà cambiare corsia senza accorgersi del sopraggiungere di un auto dalla ¾ posteriore. L’intervento del sistema avverrà anche tramite un avviso sul display TFT, l’illuminazione di speciali LED ad alta intensità situati negli specchietti retrovisori e grazie all’emissione di un suono di avviso.

    KTM anticipa il futuro con due nuovi sistemi di sicurezza

    Queste funzionalità rivoluzionarie faranno parte dei nuovi pacchetti di elettronica offerti su alcuni modelli KTM, a partire dal Model Year 2021.

    Gerald Matschl, Vice Presidente KTM Research & Development, ha dichiarato: “Come azienda, KTM è impegnata a migliorare la sicurezza del pilota e a ridurre gli incidenti. Abbiamo davanti un grande lavoro per sviluppare i nuovi sistemi e migliaia di chilometri per testarli prima del loro ingresso sulle moto di serie. Siamo certi che prodotti come questi potranno fare la differenza”.

    KTM anticipa il futuro con due nuovi sistemi di sicurezza
    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta