“Marquez è un pessimo esempio per i giovani”

9 July 2018
a cura della redazione
  • Salva
  • Condividi
  • 1/9 MotoGP 2018, Rio Hondo (Argentina): il contatto tra Marquez e Rossi
    Alcuni appassionati si lamentano dello stile di guida di Marc Marquez, ritenuto troppo aggressivo. Secondo un lettore il Campione della MotoGP è un cattivo esempio per i giovani appassionati

    Caro direttore, sono stufo di Marc Marquez! Sono motociclista da più di 40 anni e non ho mai visto un pilota atterrare i rivali con questa frequenza e intenzionalmente. Che esempio dà ai giovani uno così? Lo lasciano fare solo perché il business del Motomondiale ormai gira tutto intorno a lui? Abbiamo il dovere di fare qualcosa per amore del nostro sport, a partire da chi ha più voce di noi: le trasmissioni TV sono troppo pro Marquez; l’unico che si salva è Reggiani, che allo spagnolo giustamente non ha mai perdonato il fattaccio del 2015.

    Lettera firmata, Cuneo

    “Marquez è un pessimo esempio per i giovani”

    La risposta di Motociclismo

    Caro lettore, non crediamo che Marquez centri intenzionalmente gli avversari. Piuttosto, quando è in pista, Marc sembra in trance agonistica, e questo lo fa apparire tante volte un po’ sopra le righe. Il suo immenso talento non si discute, ma la sua condotta di gara appare spesso discutibile: un conto è un’entrata dura all’ultimo giro come ne abbiamo viste tantissime, anche da parte di Valentino; un altro è un ingresso feroce per posizioni di rincalzo a due terzi di gara, come è successo per esempio quest’anno in Argentina con Espargaro e Rossi. Concordiamo con Reggiani: la gara di Valencia del 2015, con Marquez a “curare le spalle” a Lorenzo, ha destato più di un sospetto. Nondimeno le dichiarazioni a fine gara del maiorchino: “Questo è il mondiale di tutta la Spagna”.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta