Dovi e il rinnovo con Ducati? Dall'Igna non ne è convinto...

7 May 2018
di Giorgio Sala
Dovi e il rinnovo con Ducati? Dall'Igna non ne è convinto...
Gigi Dall'Igna
Dopo un movimentato GP di Spagna, a uscire allo scoperto è Gigi Dall'Igna, Direttore Generale di Ducati Corse. Ecco cosa ne pensa della situazione contrattuale tra Dovizioso e la Casa di Borgo Panigale

Il weekend di Jerez in casa Ducati era iniziato con qualche “tensione” riguardante il rinnovo di Andrea Dovizioso, poi l’incidente occorso domenica in gara non ha sicuramente placato gli animi. Senza entrare nel merito di chi sia il colpevole (sempre che ce ne sia veramente uno), un episodio così “grave” per la squadra corse di Borgo Panigale non accadeva dal 2016 con Iannone e Dovi fuori entrambi a Termas de Rio Hondo. Attualmente il clima nel box Ducati non è dei migliori: basta vedere le dichiarazioni di Jorge Lorenzo ed Andrea Dovizioso riguardo a quanto accaduto. Ma al termine di questo GP l’attenzione rimane sul Dovi, e stavolta ad uscire allo scoperto è proprio Gigi Dall’Igna.

Il direttore generale di Ducati Corse ha dichiarato in un’intervista che è stata fatta la miglior offerta a Dovizioso per restare in sella alla Desmosedici (si parla di 5 milioni a stagione), tuttavia il Dovi non sembra ancora convinto di accettare dato che la sua richiesta era ancora più alta (ossia 6 milioni). Sicuramente gli Uomini in Rosso non staranno ad aspettare troppo: il mercato piloti si sta muovendo, e quindi se il pilota forlivese non rinnoverà il contratto Dall’Igna & co. dovranno pensare ad un piano B che, in realtà, non sembra sia stato ancora pensato.

Ducati sta cercando di stringere al massimo i tempi: Dall’Igna ha dichiarato che, vista la situazione attuale, è sempre più scettico riguardo al rinnovo di Dovizioso. E per quanto riguarda Jorge Lorenzo, la faccenda è ancora più “difficile”: rimane palese il fatto che la priorità di Ducati è di rinnovare con il pilota italiano, e poi di conseguenza pensare alla situazione (difficile) del pilota maiorchino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta