“Vogliamo le moto elettriche, ma devono avere una maggior autonomia”

15 luglio 2017
di Giuseppe Cucco
“Vogliamo le moto elettriche, ma devono avere una maggior autonomia”
L'elettrica Zero S
Le moto elettriche possono essere il futuro delle due ruote, l’unico grande scoglio ancora da superare è la loro scarsa autonomia… Questo è quanto emerso dal nostro sondaggio settimanale

“Le moto elettriche sono il futuro”

I modelli di moto elettriche presenti sul mercato sono ormai molto numerosi e più passa il tempo e più le loro prestazioni si avvicinano a quelle delle sorelle spinte da propulsore endotermico. Ormai in commercio ci sono modelli elettrici per ogni gusto ed esigenza: ci sono le sportive tipo le Energica, le naked della Zero, gli scooter come il BMW C-Evolution, le Armotia offroad a trazione integrale, le moto da cross, motard, enduro e trial… Come vedete, ogni appassionato può trovare sul mercato la due ruote a lui più adatta.

Ma il “motociclista tradizionale” comprerebbe mai una moto elettrica? Dagli oltre 2.150 voti ricevuti con il nostro sondaggio sembrerebbe di sì! Il 59% dei votanti si dice infatti pronto all’acquisto di una “moto verde”. È vero, di questi solo il 17% è affascinato dall’elettrico e ben il 42% farebbe l’acquisto solo se la moto elettrica offrisse prestazioni e autonomia pari a quelle delle moto a motore endotermico. Ma se togliamo il 13% di indecisi, rimane solamente un motociclista su tre che non passerebbe mai all’elettrico, soprattutto a causa dell’assenza del sound prodotto da un motore a scoppio.

“La scarsa autonomia frena la voglia di fare l'acquisto"

Perché acquistare una moto elettrica piuttosto che una “tradizionale”? Il 47% dei votanti ritiene che l’impatto ambientale “zero” sia il principale pregio delle moto elettriche. In seconda posizione troviamo l’accelerazione bruciante (25%), seguita dal risparmio di carburante (18%). Dell’inquinamento acustico praticamente nullo importa invece a pochi (10%), segno questo che i motociclisti vogliono ancora sentire cantare il motore.
Ma oltre i pregi, le moto elettriche hanno anche dei difetti… E quello che vi frena maggiormente dall’acquisto è la scarsa autonomia che le batterie sono attualmente in grado di garantire (53%). Per altri invece il limitato successo delle moto elettriche sul mercato è dato dall’assenza di fascino di questi modelli e dalla mancanza di infrastrutture adeguate a queso genere di veicoli sul nostro territorio (17%). Del peso elevato del veicolo non importa praticamente a nessuno (3%).

Confrontando questi dati con quelli raccolti lo scorso anno sullo stesso tema, possiamo dunque affermare che poco o nulla è cambiato per quanto riguarda la vostra idea sulle moto elettriche.

I marchi più conosciuti

Al primo posto tra le aziende produttrici di moto elettriche si riconferma la più conosciuta Energica, con un quasi il 60% di voti ricevuti. Conquista poi una bella fetta di appassionati anche Zero (23%); a dividersi ciò che resta troviamo Brammo/Victory (3%: ma Polaris ha chiuso il marchio Victory ma vuole comunque concentrarsi sullo sviluppo e la produzione di moto elettrichhe...), Quantya (3%) e altri marchi. Tra questi ultimi ci sono tutti i piccoli e grandi produttori di scooter per la mobilità urbana, particolarmente interessanti in funzione di operazioni di scooter sharing.

In questi ultimi tre anni, in cui vi abbiamo proposto il sondaggio sulle moto elettriche, Energica ha sempre conquistato la vetta di questa classifica, segno dunque che la Casa modenese si è sempre data molto da fare per far conoscere a tutti i propri prodotti. Siamo sicuri però che in futuro la altre Case non staranno a guardare e ben presto le moto elettriche conquisteranno sempre più clienti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta