"Special? No grazie, tengo la mia moto di serie!"

20 gennaio 2018
di Giuseppe Cucco
  • Salva
  • Condividi
  • 1/24 Le special più belle di Motor Bike Expo 2018
    Il fenomeno delle special è cresciuto a macchia d'olio negli ultimi anni. Ma dal nostro sondaggio è emerso che ora la maggior parte dei nostri lettori... non modificherebbe per nessun motivo la propria moto!

    È inutile negarlo, negli ultimi anni il fenomeno delle moto special è cresciuto a dismisura. La personalizzazione è ormai all'ordine del giorno e assistiamo sempre più spesso a customizzazioni, tuning, reinterpretazioni, modifiche più o meno pesanti… E che il settore è in fermento lo dimostrano anche i numerosi eventi a tema (proprio in questi sono i giorni si tiene il Motor Bike Expo, cliccate qui per le foto delle special più belle) i concorsi, i raduni e perfino i contest riservati a moto preparate (ne facciamo uno anche noi proprio a Verona, il "Concorso di Eleganza"). Ma una special è la massima espressione della creatività o è una forma di presunzione che sminuisce il lavoro delle Case? E soprattutto, volete le special oppure no?

    Questo l’argomento del nostro sondaggio settimanale (al quale avete partecipato in più di 950), che ci ha fatto capire però che nonostante il fenomeno sia cresciuto così tanto, non tutti siete favorevoli a metter mano alla propria moto, anzi… la maggioranza dei votanti (60,1%) preferisce non far modificare la propria moto in quanto la ritiene già bella esteticamente e pensa che sicuramente chi l’ha progettata e costruita ne sa certamente più di lui o dell’officina di customizzazioni sotto casa. Dall’altra parte ci sono invece coloro decisi a modificare la propria moto per sentirsela maggiormente propria; questi però sono in calo rispetto all'anno scorso (39,9% vs 49,1%). Che stia iniziando a tramontare questa moda?

    "Special? No grazie, tengo la mia moto di serie!"

    Special: perché no

    Considerando che hanno vinto coloro che preferiscono mantenere la propria moto originale, iniziamo ad analizzare gli aspetti considerati negativi delle special. La maggior parte dei votanti ritiene che la maggior parte delle special sono esagerazioni che piacciono solo a chi le fa (24,6%) e che in molti casi rovinano irrimediabilmente moto mitiche (18,1%). Bisogna poi tener conto del fatto che spesso queste moto non hanno i minimi requisiti di sicurezza (oltre ad essere illegali, 17,1%) e che si va a modificare un equilibrio tecnico/stilistico delicato che le Case hanno trovato magari in anni di sviluppo (12,3%), rendendo così le moto di fatto inguidabili (11,6%).

    Infine, tra i meno votati tra i “lati negativi” della customizzazione troviamo il fattore estetico (e infatti questo è il motivo principale per cui fareste modificare le vostre moto, ma lo vediamo dopo): il 9,9% ritiene che le special siano solo roba da fighetti molto lontani dalla realtà della “vera” passione motociclistica e c'è chi sostiene che queste facciano tanto “rumore”, ma di fatto sono troppo di nicchia per essere davvero utile al mondo della moto (6,5%).

    Special, perché sì

    Passiamo ora ai pro: la maggior parte dei partecipanti (34,5%) ritiene che il fenomeno delle special sia una cosa positiva perché permette ai proprietari delle moto di esprimere la propria personalità. In seconda posizione, chi ritiene che le customizzazioni facciano girare l'economia di settore (17,7%), seguita da coloro i quali pensano che le special siano un bene in quanto molto spesso donano nuova vita a modelli mediocri o di scarso successo (13,7%). C'è poi chi pensa che siano la massima espressione della creatività per i preparatori (11,6%), anche perché permettono di realizzare quello che le Case non oserebbero mai fare (10,6%). In pochi pensano invece che le special facciano venire voglia di moto a chi un “normale” modello di serie non lo comprerebbe mai (4,4%) e che siano la massima espressione della passione motociclistica (4,1%). Solo un motociclista su 30 ritiene che una special possa migliorare una moto di serie correggendone i difetti.

    Tra le moto customizzate la categoria che va per la maggiore è quella delle café racer (25,9%), seguita da scrambler (23,5%), rétro (16%) e streetfighter/race replica (11,9%). A dividersi i restanti voti custom/cruiser/bagger/chopper/bobber, dirt track, rat bike, scooter e ciclomotori.

    Solo piccole modifiche estetiche

    A conferma del fatto che le special vanno un po' meno di moda rispetto agli anni scorsi arriva dalla risposta alla domanda "Che tipo di trasformazione faresti sulla tua moto?", dove la maggior parte di voi ha risposto "nessuna!" (31,1%). Non era mai successo nei nostri sondaggi degli anni passati...

    Il motivo per cui fareste modificare la vostra moto è principalmente per una parziale trasformazione estetica (30,7%), quindi piccoli interventi volti a personalizzare la vostra due ruote. Troviamo poi coloro che comprendono sì il modificare una moto, ma solo lavorando parzialmente sulla ciclistica (11,6%), o per farne un uso sportivo/agonistico (9,6%) o ancora per cambiarne parzialmente la filosofia (da naked a café racer; da enduro a scrambler; da carenata a naked…5,5%).

    In netta minoranza chi è disposto ad una modifica radicale: che sia estetica o funzionale una modifica più invasiva non riceve mai voti sopra al 2,5% del totale.

    "Special? No grazie, tengo la mia moto di serie!"

    La conferma del fatto che preferite modifiche light arriva dal fatto che il 27,3% di voi ritiene che tra le special sia meglio avere una moto di serie personalizzata con gli accessori della Casa; oppure parzialmente modificata solo esteticamente (23,5%). Ma c'è anche chi non vuole nemmeno sentire parlare di special, sicuro del fatto che sia meglio una moto originale (e la percentuale di questi ultimi è in netto aumento rispetto allo scorso anno: 18,8% vs. 11%)!

    Non manca però chi preferisce una special inedita ottenuta trasformando radicalmente una moto di serie (8,2%) o quelli ancor più estremisti che vogliono una moto inedita costruita da zero intorno ad un motore (6,8%).

    In ogni caso, l'importante è che il progetto o l'idea iniziale deve arrivare dal proprietario del veicolo (25,9%)!

    Cliccate qui per vedere i risultati completi del sondaggio.

    "Special? No grazie, tengo la mia moto di serie!"
    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta